ESA - Immagine della settimana: Rodi bruciata (23 settembre 2023)

ESA - Immagine della settimana:  Rodi bruciata  (23 settembre 2023)

La scorsa estate l'Europa ha vissuto un'ondata di caldo implacabile, che ha alimentato incendi in diversi paesi. Questa immagine di Copernicus Sentinel-1 mostra le cicatrici da bruciatura lasciate dagli incendi sull'isola greca di Rodi.

Tra il 18 e il 28 luglio 2023 a Rodi sono scoppiati incendi. Fiamme violente hanno devastato quasi 18.000 ettari di terreno, distrutto edifici, intrappolato animali e portato ad un'evacuazione di massa di migliaia di turisti.

Questa immagine utilizza due acquisizioni radar di Copernicus Sentinel-1, una risalente al 12 luglio e l’altra al 24 luglio, che mostrano come la terra è cambiata tra le due acquisizioni.

Le tonalità di grigio indicano aree in cui si è verificato un cambiamento minimo o nullo. Le sfumature di rosso, che si estendono principalmente dalla regione montuosa al centro dell'isola fino alla costa meridionale, indicano l'estensione dell'area bruciata che copre circa 13.000 ettari.

Il lago di Gadoura, visibile di colore nero al centro dell'isola, è stato circondato dai fuochi, come risulta evidente dalle zone rosse.

La città e capitale di Rodi può essere individuata come un'area bianca nella punta più nord-orientale dell'isola, mentre il profilo dell'Aeroporto Internazionale di Rodi spicca in nero sulla costa a sud-ovest della città. Le piste nere a sud dell'aeroporto fanno parte dell'Aeroporto Maritsa di Rodi.

Con l'aumento delle temperature globale e l’occorrenza di un'ondata di eventi meteorologici estremi, disastri come gli incendi sono notevolmente aumentati in tutto il mondo. I satelliti di osservazione della Terra - come le missioni Copernicus Sentinel - offrono un occhio dal cielo per monitorare e mappare attentamente queste situazioni di crisi su scala sia regionale che globale, fornendo al contempo informazioni preziose per la risposta alle emergenze.

ESA ha recentemente riaperto il suo Atlante Mondiale degli Incendi, che sulla base dei dati di Copernicus Sentinel-3 offre una panoramica della distribuzione dei singoli incendi sulla superficie terrestre.

 

Scarica immagine MedRes (66,38 MB - .JPG)

Scarica immagine HighRes (208,53 GB - .TIF)

 

 

---

 

 

Scorched Rhodes

This summer, Europe experienced a relentless heatwave, fuelling wildfires in several countries. This Copernicus Sentinel-1 image shows the burn scars left by fires on the Greek island of Rhodes.

Between 18 and 28 July 2023, wildfires broke out on Rhodes. Fierce blazes ravaged almost 18,000 hectares of land, destroyed buildings, trapped animals and led to a mass evacuation of thousands of tourists.

This image uses two Copernicus Sentinel-1 radar images, one from 12 July and one from 24 July, to show how the land changed between the two acquisitions.

Shades of grey indicate areas where little or no change occurred. Shades of red, mainly spreading from the mountainous region in the centre of the island to the southern coast, depict the extent of the burned area – this covers roughly 13,000 hectares.

The lake of Gadoura, visible in black in the centre of the island, was surrounded by the fires, as evident from red areas.

The capital town of Rhodes can be seen as a white area in the northeastern most tip of the island, while the outline of Rhodes International Airport stands out in black on the coast southwest of the town. The runways in black south of the airport are part of Rhodes Maritsa Airport.

With global temperatures rising and a surge of extreme weather events, disasters such as wildfires have notably increased around the world. Earth observing satellites like the Copernicus Sentinel missions offer an eye in the sky to carefully monitor and map these crisis situations at both regional and global scales, and provide valuable information for emergency response.

ESA recently reopened its World Fire Atlas, which, using Copernicus Sentinel-3 data, offers an insight into the distribution of individual fires across Earth’s surface.

[Credits: Credits: contains modified Copernicus Sentinel data (2023), processed by ESA - Translation: Gianluca Pititto]

Pin It

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione mediaGEO società cooperativa
Via Palestro, 95 00185 Roma.
P.I: 11534171001 - Tel. +39 06 64871209 Email: info@mediageo.it
www.mediageo.it
Testata telematica registrata al
Tribunale di Roma
n° 231/2009 del 26-6-2009.