Roma, IT

9.27°C
Overcast Clouds Humidity: 83%
Wind: NNE at 3.09 METER/SEC
Mercoledi
8.06°C / 13.9°C
Giovedi
6.39°C / 12.76°C
Venerdi
8.77°C / 14°C
Sabato
10.02°C / 10.78°C
Domenica
10.44°C / 15.03°C
Lunedi
9.74°C / 13.48°C
Martedi
9.8°C / 13.35°C
ESA - Immagine della settimana:  Baia di Inhambane, Mozambico (23 ottobre 2022)

ESA - Immagine della settimana: Baia di Inhambane, Mozambico (23 ottobre 2022)

La baia di Inhambane, nel sud-est del Mozambico, è mostrata in questa immagine a colori reali acquisita dalla missione Copernicus Sentinel-2.

La baia di Inhambane è una profonda insenatura entro cui scorre il piccolo fiume Mutamba. Nel nord della baia, dove le acque sfociano nel Canale del Mozambico (un braccio dell'Oceano Indiano), si possono osservare diverse profondità d'acqua identificate con tonalità verde e blu.

Nella baia di Inhambane si possono scorgere due piccole isole: Ilha dos Porcos (Pig Island) a nord e Ilha dos Ratos (Rat Island) a sud. Su un lato della baia sorge la storica città di Inhambane, capitale della Provincia di Inhambane, mentre la città gemella di Maxixe, la capitale economica di Inhambane, si trova proprio di fronte ad essa. La provincia è - dopo Nampula - il secondo più grande coltivatore di anacardi e produce anche cocco e agrumi.

La regione appartiene alla foresta costiera a mosaico di Zanzibar-Inhambane meridionale, una ecoregione forestale tropicale dell'Africa orientale. L'ecoregione si estende per circa 50 km dalla costa verso l'interno e mantiene una varietà di habitat tra cui foreste, savana e paludi.

La lunga costa di Inhambane alimenta le attività di pesca, mentre le splendide spiagge di Barra e Tofo, situate sul lato opposto della penisola, sono popolari destinazioni balneari. La costa è anche punteggiata di barriere coralline che la rendono una regione molto frequentata per le immersioni subacquee e lo snorkeling. Le acque al largo della costa sono anche famose come una delle ultime aree rimaste in Mozambico che ospitano popolazioni di dugongo.

L'ampia costa del Mozambico aumenta la vulnerabilità del paese ai cicloni tropicali che si sviluppano nell'Oceano Indiano ed anche alle inondazioni causate delle tempeste. Più della metà della popolazione vive in zone costiere basse, fatto che mette a rischio le comunità. La baia di Inhambane era pericolosamente vicina a dove il ciclone Idai è approdato nel 2019 causando distruzione diffusa in tutto il paese.

I satelliti in orbita attorno alla Terra possono fornire informazioni aggiornate indispensabili per osservare tali eventi e, soprattutto, per mappare le aree allagate per le squadre di intervento che affrontano queste terribili situazioni. Questa immagine è stata catturata dalla missione Copernicus Sentinel-2, che si basa su una costellazione di due satelliti, entrambi in orbita attorno alla Terra ad un'altitudine di 786 km, ma a 180° di distanza. Questa configurazione ottimizza la copertura e i tempi di rivisitazione globale.

Scarica immagine MedRes (39,94 MB - .JPG)

Scarica immagine HighRes (233,21 MB - .TIF)



---



Inhambane Bay, Mozambique


Inhambane Bay, in southeast Mozambique, is featured in this true-colour image captured by the Copernicus Sentinel-2 mission.

Inhambane Bay is a deep inlet into which the small Mutamba River flows. In the north of the bay, where the waters exit into the Mozambique Channel, an arm of the Indian Ocean, different water depths can be identified in tones of green and blue.

Two small islands can be seen in Inhambane Bay: Ilha dos Porcos (Pig Island) in the north and Ilha dos Ratos (Rat Island) in the south. On one side of the bay lies the historical city of Inhambane, capital of the Inhambane Province, while the sister city of Maxixe, the economic capital of Inhambane, sits across from it. The province is the second largest grower of cashews, after Nampula, and it also produces coconut and citrus fruits.

The region belongs to the Southern Zanzibar–Inhambane coastal forest mosaic, a tropical forest ecoregion of east Africa. The ecoregion stretches around 50 km inwards from the coast and supports a variety of habitats including forest, savanna and swamps.

The long coastline of Inhambane supports fishing activities while the stunning beaches of Barra and Tofo, located on the opposite side of the peninsula, are popular seaside destinations. The coastline is also dotted with coral reefs making it a popular region for scuba diving and snorkelling. The waters off the coast are also famed as one of the last remaining populations of dugong in Mozambique.

Mozambique’s extensive coastline heightens the country’s vulnerability to tropical cyclones that develop in the Indian Ocean as well as storm surge flooding. More than half of the population lives in low lying coastal areas, putting communities at risk. Inhambane Bay was dangerously close to where Cyclone Idai made landfall in 2019 causing widespread destruction to the country.

Satellites orbiting Earth can provide indispensable up-to-date information to observe such events, and, importantly, to map flooded areas for response teams facing these dire situations. This image was captured by the Copernicus Sentinel-2 mission, which is based on a constellation of two satellites, both orbiting Earth at an altitude of 786 km but 180° apart. This configuration optimises coverage and global revisit times.

[Credits: contains modified Copernicus Sentinel data (2022), processed by ESA - Translation: Gianluca Pititto]


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kcxhr

Image

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione mediaGEO società cooperativa
Via Palestro, 95 00185 Roma.
P.I: 11534171001 - Tel. +39 06 64871209 Email: info@mediageo.it
www.mediageo.it
Testata telematica registrata al
Tribunale di Roma
n° 231/2009 del 26-6-2009.