REMOT: GNSS wearable per lo studio della dinamica posturale

Stampa

E’ partito a Gennaio 2021 il progetto REMOT, finanziato da GSA (European GNSS Agency), nel quale Gter, insieme a Stonex, svilupperà un prototipo di sensore indossabile basato su GNSS lowcost miniaturizzato e piattaforma inerziale. L’esigenza nasce dal settore della fisioterapia, per le attività di riabilitazione e ottimizzazione del training in ambito sportivo.

L’obiettivo è quello di sviluppare un prodotto basato su una serie di sensori indossabili che consentano di tracciare i movimenti del corpo con precisioni molto spinte, per l’intera durata dell’attività fisica ed in ambiente reale. Attualmente infatti le tecnologie sul mercato consentono di effettuare analisi di questo tipo in ambiente di laboratorio.

La tecnologia è consolidata, si pensi infatti all’integrazione tra GNSS e IMU già presente in contesti diversi. In REMOT vogliamo applicarla in un settore dove potrebbe rappresentare una reale innovazione ma dove le condizioni al contorno sono molto “challenging”. Precisioni spinte, in tempo reale, con ricevitori ed antenne che cambiano continuamente orientamento è ad esempio un tema su cui si lavorerà nel progetto. Così come verrà affrontato il tema della mitigazione del multipath, sicuramente presente in un contesto di questo tipo.

Stonex porterà la sua competenza nel campo dell’HW mentre Gter svilupperà gli algoritmi di posizionamento dedicati.

La partnership, oltre alle aziende citate, è composta anche da Guglielmo Formichella, fisioterapista e athletic therapist, che è uno degli ideatori del progetto e soggetto chiave per connettere gli utenti e i loro requisiti, con le tecnologie.


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche