Il Lago Titicaca (Sud America)

ESA - Immagine della settimana: Lago Titicaca (31 gennaio 2021)

Stampa

Alla vigilia della Giornata Mondiale delle Zone Umide la missione Copernicus Sentinel-2 ci porta sul lago Titicaca, uno dei più grandi laghi del Sud America.

Il lago Titicaca ha un’area di copertura di circa 8300 kmq e si trova sull’altopiano delle Ande, a cavallo del confine tra Perù (ad ovest) e Bolivia (ad est). E’ considerato il bacino idrico navigabile più alto al mondo e si trova ad una quota di 3800 m sul livello del mare.

Il lago si estende approssimativamente per 190 km da nord-ovest a sud-est e nel suo punto più largo misura 80 km. Tiquina, un canale molto stretto, di fatto divide il lago in due bacini separati. Il più grande dei due corpi d'acqua si trova a nord-ovest ed è chiamato lago Chucuito in Bolivia o lago Grande in Perù, mentre il più piccolo si trova a sud-est ed è chiamato lago Huiñaymarca in Bolivia e lago Pequeño in Peru.

Nel lago si riversano molti fiumi tra cui il Ramis, che è uno dei più grandi ed è visibile in corrispondenza al vertice nord-occidentale del lago. Il fiume più piccolo, chiamato Desaguadero, si riversa nel punto più meridionale del lago e poi scorre verso sud attraverso la Bolivia. Questo sbocco riguarda solo una piccola percentuale dell'acqua in eccesso del lago, mentre la parte restante viene smaltita per evaporazione causata dai venti persistenti e dalla intensa insolazione.

Dalle acque del Titicaca emergono ben 41 isole e la più grande di esse - l’isola Titicaca, chiamata anche 'Isola del Sole' in spagnolo - si può osservare appena al largo della punta estrema della penisola Copacabana in Bolivia.

Nel lago si possono riconoscere parecchie fioriture di alghe, in particolare negli angoli di nord-ovest e di sud-est del bacino. Inoltre, in alto a destra nell’immagine si può riconoscere la presenza di neve sul sistema montuoso delle Ande.

Il lago Titicaca è stato decretato Sito Ramsar di Importanza Internazionale, in quanto le sue acque sono essenziali per il benessere di milioni di persone che si affidano ad esse per le attività agricole, per la pesca e per il turismo, senza dimenticare gli uccelli acquatici ed animali che vivono sulle sue coste o in prossimità di esse.

Il 2 febbraio ricorre l’anniversario della firma della Convenzione delle Terre Umide di Importanza Internazionale, nota come Convenzione di Ramsar, avvenuta a Ramsar - in Iran - nel 1971. La Giornata delle Terre Umide contribuisce ad accrescere la consapevolezza globale sul ruolo vitale delle terre umide per il nostro pianeta e per la popolazione umana.

Grazie al vantaggio del loro punto di osservazione posto ad 800 km di altezza, i satelliti di Telerilevamento della Terra forniscono dati ed immagini sulle terre umide che possono essere utilizzati per monitorare e gestire in modo sostenibile queste preziose risorse. Per esempio, entrambe le missioni Copernicus Sentinel-2 e Sentinel-3 sono state recentemente impiegate per monitorare la variazione di concentrazione di clorofilla nel lago, contribuendo così alla individuazione di tendenze nel tempo e di specifiche situazioni di pericolo.

Scarica immagine MediumRes (4,18 MB - .JPG)

Scarica immagine HighRes (624,36 MB - .TIF)


---


Lake Titicaca

 

Ahead of World Wetlands Day, the Copernicus Sentinel-2 mission takes us over Lake Titicaca – one of the largest lakes in South America.

Covering an area of around 8300 sq km, Lake Titicaca lies on the high Andes plateau and straddles the border between Peru (to the west) and Bolivia (to the east). It is considered the highest major body of navigable water in the world, as it sits at an elevation of 3800 m above sea level.

The lake extends approximately 190 km from northwest to southwest and is 80 km across at its widest point. Tiquina, a narrow strait, actually separates the lake into two separate bodies of water. The larger subbasin in the northwest is called Lake Chucuito in Bolivia and Lake Grande in Peru, while the smaller in the southeast is referred to as Lake Huiñaymarca in Bolivia and Lake Pequeño in Peru.

Many rivers drain into the lake, including the Ramis, one of the largest, visible in the northwest corner of the lake. The smaller Desaguadero river drains the lake at its southern end, and then flows south through Bolivia. This outlet only accounts for a small percentage of the lake’s excess water, as the rest is lost by evaporation caused by persistent winds and intense sunlight.

Forty-one islands rise from Titicaca’s waters, the largest of which, Titicaca Island, or Isla del Sol in Spanish, can be seen just off the tip of the Copacabana Peninsula in Bolivia.

Several green algal blooms can be seen in the lake, including in the lake’s northwest and southeast corners. Snow in the Andes mountain range can be seen in the top-right of the image.

Lake Titicaca is a designated Ramsar Site of International Importance, as the waters of Titicaca are essential to the wellbeing of millions of people who rely on the lake for agriculture, fishing and tourism, as well as water birds and animals that live along and on its shores.

The 2 February marks the anniversary of the signing of the Convention on Wetlands of International Importance, known as the Ramsar Convention, in Ramsar, Iran in 1971. World Wetlands Day aims to raise global awareness about the vital role of wetlands for our planet and population.

From their vantage point of 800 km high, Earth-observing satellites provide data and imagery on wetlands that can be used to monitor and manage these precious resources sustainably. For example, both the Copernicus Sentinel-2 and Sentinel-3 missions have recently been used to monitor the variation of chlorophyll concentrations in the lake and help detect trends and hotspots over time.

(Fonte: ESA - Image of the week: "Lake Titicaca". Traduzione: Gianluca Pititto)

 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche