itzh-CNenfrdeptrues
Harris
3D Target

ESONDA 2020, Remtech Expo, tutte le novità della prossima edizione

L’agenda di Esonda si presenta al grande pubblico con tutti i suoi protagonisti, il programma, le conferenze, gli eventi che si terranno numerosi a Ferrara dal 23 al 25 Settembre 2020. Tante quindi le novità, i protagonisti, le innovazioni, i casi eccellenti, i momenti di confronto che prenderanno vita a Esonda, l’unico evento permanente sul dissesto idrogeologico e sulla manutenzione e gestione del territorio a rischio, coordinato dall’Ing. Filippo Maria Soccodato.

L’edizione di Esonda 2020 vedrà, tra le novità importanti, la nascita della sessione speciale dedicata ad Infrastrutture, Ambiente e Territorio.

La Sessione si articolerà in un Panel Congressuale di tre giorni ed in un’Area dedicata alle eccellenze, luogo di incontro tra gli esperti del settore ed i principali Enti Gestori (Gruppo Ferrovie dello Stato, ANAS, Autostrade per l’Italia, FER, etc.). Alla Sessione, coordinata da RFI Direzione Produzione - DTP di Torino, hanno già aderito RFI Direzione Produzione e Direzione Tecnica, Italferr, FS Sistemi Urbani, e le principali Direzioni Territoriali di Produzione provenienti della Rete FSI. Il Panel Congressuale prevede sei convegni incentrati sui temi della realizzazione e gestione delle infrastrutture, tra cui: Diagnosi e Monitoraggio delle opere d’arte; Gestione e Manutenzione delle Infrastrutture e Rischi Naturali; BIM – Progettazione Nuove Opere, Direzione Lavori e Manutenzione delle infrastrutture; Infrastrutture sostenibili. Nell’Area dedicata saranno, inoltre, presentati interventi e progetti di eccellenza realizzati sia dagli Enti Gestori (con l’importante rappresentanza del Gruppo Ferrovie dello Stato) che delle Imprese leader del settore.

La Sessione Infrastrutture, Ambiente e Territorio si concluderà con il Tavolo di Confronto sull’Innovazione, coordinato da RFI ed Italferr. Il Tavolo avrà la forma di un dibattito aperto in cui si confronteranno Istituzioni, Imprese, Start-up e Stakeholders dell’innovazione in un dialogo trasversale, costruttivo, foriero di idee e soluzioni sulle fondamentali sfide nella gestione delle infrastrutture e del territorio in cui sono inserite.

Nel 2020, secondo gli esperti, il Nostro Paese dovrà nuovamente gestire fenomeni temporaleschi intensi e rischio alluvioni e frane come crisi idriche e rischio siccità, questi temi unitamente ai Piani di adattamento ai cambiamenti climatici, il Circular Economy New Action Plan ed il Green New Deal Europeo, saranno invece al centro del Forum internazionale Acqua ed Economia.

Il Forum porterà il confronto sulle implicazioni e le opportunità economiche derivanti dalla Tutela e Gestione delle Risorse Idriche, coinvolgendo nel dibattito: Società di gestione del servizio idrico, Istituzioni e Associazioni che “curano i fiumi” (Autorità Distrettuali, Regioni, Comuni, Contratti di fiume, etc), Associazioni ambientaliste, Consorzi di bonifica, Ministeri (Infrastrutture e Trasporti, Ambiente ed Agricoltura), Associazioni dei produttori (agricoltura, industria, energia) ed Università.

Il Dipartimento della Protezione Civile, che annovera molti delegati nei Comitati Scientifici di RemTech Expo, presiede e coordina ogni anno a Ferrara un’intera Sessione. Nell’ultima edizione è stata realizzata la straordinaria Giornata Partecipativa sulla Piattaforma IT-Alert, con oltre 150 partecipanti, rappresentanti della Protezione civile di numerose Regioni, dei centri di competenza del Dipartimento e di diverse strutture operative del sistema come i Vigili del Fuoco, con l’intervento del Capo del Dipartimento, Dott. Angelo Borrelli. In Esonda 2020 la sessione del DPC sarà, invece, dedicata ai Piani Multirischio, dalla Programmazione (previsione e prevenzione), intesa come conoscenza, analisi e riduzione dei rischi, alla Pianificazione delle procedure operative di intervento.

Al tema dei rischi naturali sarà dedicata anche la sessione sul Progetto ReSTART che nasce per rispondere alla necessità di rinnovare il quadro conoscitivo riguardante le condizioni di rischio del territorio colpito dal sisma del 2016-2017 e per fornire alle amministrazioni locali uno strumento di pianificazione aggiornato. Un modello integrato e completo di conoscenza e previsione e controllo dello stato e delle dinamiche di trasformazione del territorio - suolo, sottosuolo, acque - del costruito, dei rischi naturali e indotti da urbanizzazioni ed eventuali abusi. Partner del Progetto ReSTART sono il Dipartimento Protezione civile, il Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, l’Ispra, il Commissario straordinario per la ricostruzione e le quattro Regioni (Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo) interessate dal sisma e l’Autorità di Distretto dell’Appennino Centrale e tutti saranno presenti a Ferrara per illustrare l’avanzamento ed i risultati del Progetto.

Nell’ambito di Esonda si terrà, infine, il Tavolo di Confronto su Rischi Naturali e Clima. I lavori del Tavolo, a cui partecipano la rete del SNPA insieme a Enti Gestori (quali il Gruppo Ferrovie dello Stato), Imprese, Fabbriche e Società di servizi, saranno focalizzati su metodi e tecnologie di monitoraggio del territorio e del costruito, con approfondimenti sul monitoraggio di frane e alluvioni, Beni Culturali, Siti contaminati ed industriali, Infrastrutture e Dighe.

Tutte le sessioni congressuali e gli eventi saranno programmati e definiti in collaborazione con i Consigli Nazionali degli Ingegneri, dei Geologi, degli Agronomi, degli Architetti e dei Geometri.

REMTECH EXPO 2020

Dal 23 al 25 Settembre a Ferrara 

www.remtechexpo.com


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kfqph

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche

Reach RS2
VidaLaser

Naviga per temi

ingv osservazione dell'universo coste esri planetek scansione 3D INSPIRE dati cnr openstreetmap infrastrutture top world big data codevintec rndt rischio geodesia qgis dissesto idrogeologico ortofoto geofisica terra e spazio posizionamento satellitare technologyforall dati geografici leica geolocalizzazione app beni culturali FOIF uav modellazione 3d mobilita internet of things apr meteorologia tecnologie avanzate leica geosystems Toponomastica open source autodesk trasporti copernicus cantiere energia intelligenza artificiale utility webGIS protezione civile geomax scienze della terra laser scanner CAD galileo realta aumentata monitoraggio open geo data Stonex esri italia mappe ict urbanistica asita ricevitori archeologia catasto europeo faro progettazione INTERGEO hexagon territorio metadati topcon topografia realtà virtuale spazio telerilevamento ISPRA GIS autonomous vehicle oceanografia drone formazione sensore geoportale Bentley ambiente geomatica lidar autocad terremoto pianificazione misurazione gps catasto top cartografia smart mobility stazione totale GTER fotogrammetria sinergis agricoltura sar GNSS eGEOS BIM 3DTarget trimble flytop geologia satelliti arcgis tecnologia uso del suolo asi mare 3D terremoti remote sensing esa servizi reti tecnologiche cosmo skymed storytelling microgeo digital geography in cantiere rilievo rilievo 3d telespazio teorema Epsilon Italia mobile mapping aerofotogrammetria geospatial smartphone monitoraggio satelitare sicurezza interferometria gestione emergenze termografia open data droni smart city Harris sentinel nuvole di punti osservazione della terra terrelogiche
Planetek ImageryPack
GIS g3w suite Qgis

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

internazionalizzazione

mediaGEO ha ricevuto supporto finanziario dalla Regione Lazio per il progetto di Internazionalizzazione relativo al POR - FESR 2014 2020 - clicca qui per i dettagli

geomediaonline

Redazione mediaGEO soc. coop. - Via Palestro 95 00185 Roma - P.I: 11534171001 - Tel. +39 06 64871209 - info@mediageo.it  - Termini di utilizzo - Privacy policy