L'Istituto di navigazione ha pubblicato lo standard sui metadati per i sistemi GNSS software.

Stampa

Da tempo si lavora sui cosiddetti sistemi GNSS SDR, ove SDR sta per Software Defined Radio. La novità è che questi sistemi sono basati su un hardware e software commerciale e possono essere in pratica realizzati con costi molto inferiori rispetto ai tradizionali sistemi GNSS industriali.

L'Institute Of Navigation (ION), dichiara che lo standard è il prodotto di uno sforzo di tre anni del gruppo di lavoro sullo standard ION GNSS SDR e definisce parametri e schema per esprimere il contenuto dei file di dati di esempio SDR. Lo standard promuove inoltre l'interoperabilità dei sistemi e dei processori per la raccolta dati SDR GNSS.

"Negli ultimi anni si è verificata una proliferazione di sistemi basati sulla raccolta dei dati radio definiti dal software con piattaforme di elaborazione progettate per le applicazioni dei ricevitori Global Navigation Satellite System o quelle che supportano le bande GNSS", ha affermato lo ION in un comunicato stampa. “Per la post-elaborazione, interpretare correttamente i set di dati campionati SDR GNSS prodotti o consumati da questi sistemi è stato storicamente un processo ingombrante e soggetto a errori. Questo perché questi sistemi producono necessariamente set di dati di vari formati, le cui peculliarità sono spesso perse nella traduzione per la comunicazione tra il produttore e il consumatore di questi set di dati. Questa specifica standardizza i metadati associati ai file di dati campionati SDR GNSS e il layout dei file di esempio binari."

Nelle future estensioni dello standard dei metadati dei dati campionati in SDR, saranno disponibili nuovi tipi di formato per rappresentare l'oggetto o i loro attributi. Il seguente elenco presenta alcune funzionalità che potrebbero essere incorporate allo standard in futuro:

La discussione futura chiarirà anche se si prevede l'inclusione di ulteriori GNSS o di altri dati relativi alla navigazione. Per esempio. l'inclusione di dati grezzi GNSS (pseudoranges, Doppler, ...) potrà essere considerata.

Lo standard è scaricabile gratuitamente a questo link.

 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche