itzh-CNenfrdeptrues
Hexagon GSP
Harris
3D Target

Le multinazionali della geomatica al 2020 vanno oltre il sistema di posizionamento GNSS

E’ singolare vedere che tutte le dichiarazioni dei leader industriali del mondo della geomatica stiano dirigendo i loro massimi sforzi al mondo del rilievo della realtà che circonda veicoli in movimento.

Hexagon AB ha presentato il suo portafoglio di soluzioni per la mobilità autonoma intelligente al CES 2020 (7 – 10 gennaio 2020 a Las Vegas) riunendo tutti i sensori, software e servizi necessari per rendere possibile la guida autonoma.

Hexagon ha affermato di aver direzionato i sui sforzi nella missione per consentire a tutti di accelerare e implementare una visione di mobilità autonoma, dalla ricerca e sviluppo al machine learning avanzato e in simulazione, alla piena integrazione e produzione negli ecosistemi del settore. Hexagon vede un futuro autonomo in grado di trasformare gli ecosistemi, proteggendo milioni di vite e riducendo drasticamente le emissioni di carbonio, nelle parole del suo CEO, Ola Rollén, impegnato a fornire soluzioni tecnologiche complete che consentano ai nostri clienti di costruire, testare e mettere a lavorare flotte completamente autonome in sicurezza.

Velodyne Lidar propone di migliorare la sicurezza del conducente con i nuovi prodotti anch’essi in mostra al CES 2020, con la rivoluzionaria nuova tecnologia di sensori lidar che consente di realizzare sistemi avanzati di assistenza alla guida (ADAS) di alto livello per la navigazione sicura e la prevenzione delle collisioni, il tutto in una forma compatta. I suoi sensori lidar e il software Vella possono essere applicati per creare potenti soluzioni ADAS con una maggiore sicurezza, tra cui evitare pedoni e ciclisti, assistenza nel mantenimento della corsia, frenata automatica e altro ancora. L'impiego di lidar, insieme ad alcune telecamere economiche per ridondanza, è un approccio rivoluzionario alla sicurezza, che consente ai veicoli di rilevare ed evitare oggetti in una gamma di condizioni ambientali e differenti impostazioni stradali.

TomTom, Bosch e Daimler hanno annunciato il loro lavoro congiunto sul Predictive Powertrain Control (PPC) di Daimler, un sistema avanzato di assistenza alla guida (ADAS) o controllo intelligente della velocità, per veicoli commerciali. I camion utilizzano la mappa ADAS altamente accurata di TomTom e l'orizzonte elettronico di Bosch per automatizzare le funzioni di guida su autostrade e, in Europa, anche su strade interurbane. Il sistema porta a una riduzione del carburante fino al 5% per veicolo, con conseguente riduzione delle emissioni di CO2. Nella nuova generazione della Mercedes-Benz Actros, è disponibile l'ultima tecnologia PPC.

Come primo sistema intelligente di controllo automatico della velocità nei veicoli commerciali, PPC controlla attivamente il motore, i freni e la trasmissione automatizzata. Grazie alla mappa ADAS di TomTom, il sistema ha familiarità con la topografia, la curvatura, il limite di velocità (compresi i limiti di velocità specifici del camion) e i segnali stradali, il che significa che può rispondere in modo da offrire le prestazioni più efficienti in termini di consumo di carburante.

L'orizzonte elettronico di Bosch viene utilizzato per integrare la conoscenza della strada da percorrere nella strategia di guida della nuova Mercedes-Benz Actros. Fornisce i dati delle mappe richiesti per protocollo ADAS in un modo nuovo e innovativo che consente una guida rilassata, sicura ed efficiente.

HERE Technologies ha annunciato una vasta gamma di nuovi prodotti, partnership e miglioramenti della piattaforma che estendono le possibilità di uso dei dati sulla posizione e tecnologia per sviluppatori, partner e clienti in tutto il mondo.

Il CEO di HERE Technologies, Edzard Overbeek, ha dichiarato di essere in grado di dimostrare la potenza della piattaforma a clienti, partner e sviluppatori in tutti i settori. Dall'affrontare la congestione al miglioramento della sicurezza del conducente e dell'efficienza della catena di approvvigionamento, i dati sulla posizione e la tecnologia HERE sono al centro delle soluzioni nell'era digitale. Nuovi prodotti e servizi, tra cui HERE Navigation On-Demand, una soluzione basata su SaaS che reinventa la navigazione incentrata sui veicoli per gli anni '20. Ora pronto per l'implementazione completa del programma OEM, HERE Navigation on-Demand è la Navigation As A Service, offrendo un'esperienza che è dinamica, fresca e sempre aggiornabile con nuove funzionalità e servizi, pur mantenendo tutti i vantaggi di essere profondamente integrata nell'auto. Inoltre, HERE sta lanciando HERE Lanes, espandendo ulteriormente il toolkit per le aziende automobilistiche, della mobilità e della logistica che cercano di rendere la guida più sicura; HERE Last Mile, che aiuta i fornitori di servizi su richiesta a mettere ordine nel caos del routing urbano; e HERE HD GNSS, una nuova soluzione di posizionamento basata su cloud che consente ai dispositivi del mercato di massa di raggiungere la precisione dei contatori secondari in tutto il mondo.

ESRI partecipa con HERE alla discussione su come la tecnologia geospaziale può aiutare le aziende a prendere decisioni geografiche meglio informate, ad esempio dove aprire nuovi negozi.

Dato che i rivenditori continuano a innovare con nuovi formati ed esperienze di acquisto, si stanno anche rivolgendo a dati di alta qualità quando decidono di localizzare la loro prossima posizione. In questo discorso, Esri si unisce a HERE per discutere di come i rivenditori stiano attingendo a una ricca risorsa di informazioni su mappe, luoghi e traffico per ottenere un vantaggio in quello che è diventato uno dei settori più fortemente competitivi dell'economia.

Verizon e HERE contemporaneamente stanno unendo le forze per creare rivoluzionari sistemi di sicurezza e navigazione con l’infrastruttura 5G Ultra-Wideband e MEC (Mobile Edge Compute) a bassa latenza di Verizon, combinata con la mappatura altamente precisa di HERE Technologies e la percezione avanzata dell'Intelligenza Artificiale.

La partnership si concentra sulla co-innovazione per una vasta gamma di casi d'uso aziendali, industriali e rivolti al consumatore. Le due società stanno iniziando la loro collaborazione lavorando sulla sicurezza dei veicoli e dei pedoni, come la prevenzione delle collisioni, e una migliore identificazione della posizione e navigazione per i servizi di ritiro e riconsegna (ridesharing).

La prevenzione delle collisioni per aumentare la sicurezza dei pedoni e dei conducenti è il principale scopo da raggiungere combinando le capacità 5G Ultra-Wideband di Verizon con la tecnologia HD Live Map e Live Sense di HERE per creare un sistema di comunicazione da veicolo a rete (V2N). QUI l'SDK di Live Sense identifica veicoli, pedoni, biciclette, ecc. e barriere da un telefono cellulare montato sul veicolo. Questi dati verranno quindi inviati al 5G Edge di Verizon, dove l'intelligenza artificiale per evitare le collisioni prevede probabili percorsi di viaggio e avvisa i veicoli di potenziali collisioni imminenti. Il Visual Positioning Service (VPS) è progettato per consentire l'identificazione quasi istantanea di una posizione specifica mediante l'acquisizione di immagini. Gli algoritmi di posizionamento 3D proprietari di HERE analizzano immagini o video per un posizionamento accurato, che si verifica quasi in tempo reale tramite la rete 5G Ultra-Wideband di Verizon e 5G Edge. VPS si complementa con le tecnologie di localizzazione basate sul segnale, come il GPS, perché non si basa su un server remoto ed è meno ostacolato da edifici alti o assenze di segnali.

In conclusione il 2020 si manifesta come l’anno della geomatica per la guida autonoma in tutti i suoi aspetti e coinvolgimenti essenziali che iniziano a vedere non più il sistema di posizionamento satellitare come il principale elemento di localizzazione, bensì la realtà che ci circonda rilevata da sensori di nuova tecnologia. Come dire: Back to the Topography.

 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kfh3y

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche

Reach RS2

Naviga per temi

rilievo 3d 3DTarget sinergis GTER hexagon Bentley laser scanner webGIS Stonex oceanografia Toponomastica top dati leica geosystems asita eGEOS pianificazione galileo aerofotogrammetria satelliti termografia catasto osservazione dell'universo trimble agricoltura geomax FOIF spazio ict droni topcon lidar 3D apr sicurezza stazione totale telerilevamento tecnologia smart mobility flytop interferometria tecnologie avanzate energia microgeo mare INTERGEO smart city GNSS progettazione misurazione realta aumentata storytelling coste geofisica modellazione 3d open source dati geografici copernicus reti tecnologiche ISPRA archeologia drone catasto europeo esri osservazione della terra rilievo gps ricevitori terremoto gestione emergenze terra e spazio terrelogiche esri italia autonomous vehicle big data sar intelligenza artificiale planetek sentinel scienze della terra autodesk remote sensing cartografia app technologyforall open geo data teorema Here geodesia open data uav internet of things mobile mapping nuvole di punti sensore infrastrutture ingv INSPIRE mobilita digital geography ortofoto monitoraggio CAD cantiere qgis rndt arcgis cnr topografia rischio cosmo skymed codevintec mappe dissesto idrogeologico urbanistica BIM scansione 3D utility protezione civile geolocalizzazione geomatica realtà virtuale uso del suolo ambiente faro servizi monitoraggio satelitare territorio numerazione civica posizionamento satellitare leica smartphone Harris geoportale top world openstreetmap asi beni culturali geologia GIS terremoti autocad in cantiere esa meteorologia geospatial metadati fotogrammetria trasporti formazione
VidaLaser
intergeo

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

internazionalizzazione

mediaGEO ha ricevuto supporto finanziario dalla Regione Lazio per il progetto di Internazionalizzazione relativo al POR - FESR 2014 2020 - clicca qui per i dettagli

geomediaonline

Redazione mediaGEO soc. coop. - Via Palestro 95 00185 Roma - P.I: 11534171001 - Tel. +39 06 64871209 - info@mediageo.it  - Termini di utilizzo - Privacy policy