itzh-CNenfrdeptrues
Harris
3D Target

Master di II Livello. Internet of Human things per la valorizzazione dei beni culturali

Il Master di II livello Internet of Humans and Things è organizzaoto dal Dipartimento di Storia, patrimonio culturale, formazione e società dell’Università di Roma “Tor Vergata” con l’ausilio organizzativo del BAICR Cultura della Relazione e patrocinato dall'Autorità Garante per la Protezione dei Dati Personali.

Il Master è rivolto a funzionari e dirigenti delle P.A., manager e consulenti di aziende pubbliche e private, professionisti e giovani laureati che vogliano conoscere le possibili strategie di utilizzo dell’Internet of Things e delle tecnologie “smart” a favore di tutti i soggetti coinvolti nella gestione e nella valorizzazione dei beni culturali, per definire un quadro completo delle opportunità e dei vantaggi potenziali che se ne possono trarre in termini di sviluppo, miglioramento e trasformazione della governance di sistemi sociali e culturali. 

OBIETTIVI
Il Master ha la finalità di offrire una conoscenza approfondita – a livello sociale, economico e giuridico e tecnologico – riguardo le opportunità e implicazioni collegate allo sviluppo dell’IoT (il cosiddetto “Internet delle cose”) rispetto alle Smart Societies e alla valorizzazione dei Beni Culturali materiali e immateriali.
L’obiettivo è formare nuove figure professionali capaci di comprendere, ideare e sviluppare soluzioni abilitate dalle nuove tecnologie intelligenti per sistemi di business, attività di governance, innovazione di processi produttivi e gestionali, iniziative nel campo sociale e culturale. Particolare rilievo verrà attribuito alle esperienze applicative già maturate nel campo della gestione e valorizzazione dei Beni culturali.

L’operatore che il Corso intende formare o perfezionare sarà in grado di:

selezionare e promuovere le tecnologie intelligenti più appropriate alle finalità della propria organizzazione;
individuare e disegnare i modelli di business e di gestione delle tecnologie per la valorizzazione del patrimonio sociale e culturale dei territori con le tecnologie più idonee alla sua realizzazione;
governare (tenuto conto del profilo professionale di partenza) un processo di realizzazione di una soluzione IoT, dal suo disegno, al reperimento delle competenze e per la realizzazione;
identificare rischi ed opportunità dell’utilizzo dell’IoT;
comunicare i risultati ottenibili e ottenuti agli stakeholder in modo efficace e servendosi degli strumenti di volta in volta più opportuni.

TEMI
IOT, processi, tecnologie, dati

– Scenario complessivo attuale ed evolutivo: Beni culturali e impatto delle tecnologie IoT e nuovi modelli di business
– Infrastrutture fisiche dell’IoT: storage, data warehousing, reti, sensori, attuatori e trasmissione dei dati
– Infrastrutture logiche dell’IoT: architetture, piattaforme, protocolli di comunicazione e interoperabilità
– Intellectual property e Beni culturali: confronto ed evoluzione tra soluzioni open source e branded
– Cybersecurity e IoT: introduzione

Internet Of Humans and Things

– Analisi dei dati IoT
– Sistemi di indagine sociale e integrazione con data sentiment e network analysis: applicazione per i Beni culturali
– Misurazione e comunicazione dei risultati di analisi
– Beni culturali: analisi e comunicazione delle best practice

Internet delle persone e delle cose nel prisma dell’ordinamento giuridico

– Scenario generale sulla mediazione giuridica rispetto ai fenomeni in atto
– Protezione della riservatezza individuale e collettiva e proprietà delle informazioni
– Problematiche giuridiche connesse alla divulgazione, diffusione e trasmissione delle informazioni
– Problematiche giuridiche connesse alla intellectual property
– Diritto dei Beni culturali: impiego dei “commons” a livello UE, nazionale e locale

Modulo Economico

– Economia dei Beni culturali
– Business Model e loro trasformazione per effetto dell’IoT
– IoT e processi organizzativi nell’ambito dei Beni culturali

DURATA E ORGANIZZAZIONE
Il Master si svolge attraverso:

- lezioni d’inquadramento;
- seminari ed esercitazioni;
- ricerche guidate ed attività formative individuali e di gruppo, le quali sono svolte anche con supporti multimediali;
- panel di discussione di casi relativi al mondo dei beni culturali;

Il Master ha la durata complessiva di un anno accademico, pari a 1500 ore di attività didattica e 60 CFU, e si svolge in modalità:

BLENDED (didattica mista presenza/distanza)

- 5 incontri con lezioni frontali che si svolgeranno dal giovedì al sabato (per un numero di ore totali pari a 90);
- 5 moduli erogati a distanza (per un numero di ore pari a 316), progettati secondo criteri di coerenza con le lezioni d’aula e corredati da test di verifica, valutazione e controllo del percorso di apprendimento. Le lezioni ed esercitazioni saranno fruibili tramite la piattaforma del BAICR Cultura della Relazione s.c.a.r.l., alla quale sarà possibile accedere tramite credenziali assegnate ad ogni discente, così da assicurarne l’identificazione in sede di accertamento del profitto e permettendo altresì il monitoraggio delle attività svolte (fruizione delle lezioni online, esercitazioni in aula virtuale, forum di discussione);
- redazione di un Project Work e/o tirocinio formativo curriculare (stage).

COSTI E AGEVOLAZIONI
La quota di partecipazione è di 5.000 euro.

Il Master ha richiesto Borse di studio INPS e SNA, “Master Executve” a copertura totale dei costi in favore dei dipendenti della Pubblica Amministrazione.

Sono previste agevolazioni per coloro che risultino, da idonea documentazione, portatori di handicap con invalidità riconosciuta pari o superiore al 66%.

É ammessa l’iscrizione di uditori, che, pur non possedendo il titolo di studio necessario per l’accesso, siano in possesso di una solida esperienza professionale negli ambiti trattati dal Master. Il contributo di iscrizione per gli uditori è di 1200 €.

Il Collegio dei Docenti del Master, inoltre, può stipulare convenzioni con le Pubbliche Amministrazioni riconoscendo condizioni
di maggior favore per i loro dipendenti.

Per iscriverti o leggere il bando visita il sito BAICR


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kf4yy

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Reach RS2
DJI
VidaLaser

Naviga per temi

osservazione dell'universo in cantiere terremoti satelliti mare remote sensing modellazione 3d rilievo stazione totale ambiente geofisica autonomous vehicle microgeo protezione civile terrelogiche CAD laser scanner mappe terra e spazio asita aerofotogrammetria Epsilon Italia open source geodesia geoportale misurazione energia slam infrastrutture nuvole di punti pianificazione spazio formazione reti tecnologiche gestione emergenze catasto sicurezza tecnologia digital geography archeologia teorema cosmo skymed esri italia INSPIRE osservazione della terra Toponomastica catasto europeo lidar sentinel technologyforall trasporti arcgis posizionamento satellitare 3DTarget telerilevamento dissesto idrogeologico topografia mobilita rischio droni codevintec autodesk open data GIS ingv ortofoto cartografia urbanistica cantiere interferometria rndt uav metadati eGEOS geospatial open geo data copernicus top galileo smartphone termografia geomatica internet of things telespazio BIM storytelling realtà virtuale mobile mapping flytop GNSS intelligenza artificiale realta aumentata drone asi ricevitori cnr tecnologie avanzate sar sinergis smart mobility openstreetmap geologia faro topcon webGIS big data planetek fotogrammetria geolocalizzazione GTER qgis rilievo 3d dati geografici Bentley FOIF monitoraggio utility ict 3D ISPRA Harris monitoraggio satelitare agricoltura territorio esri autocad progettazione app hexagon apr smart city Stonex uso del suolo scienze della terra meteorologia geomax INTERGEO gps esa servizi oceanografia dati coste leica geosystems scansione 3D leica terremoto trimble sensore beni culturali
Planetek ImageryPack
GIS g3w suite Qgis

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

internazionalizzazione

mediaGEO ha ricevuto supporto finanziario dalla Regione Lazio per il progetto di Internazionalizzazione relativo al POR - FESR 2014 2020 - clicca qui per i dettagli

geomediaonline

Redazione mediaGEO soc. coop. - Via Palestro 95 00185 Roma - P.I: 11534171001 - Tel. +39 06 64871209 - info@mediageo.it  - Termini di utilizzo - Privacy policy