itzh-CNenfrdeptrues
Harris
3D Target
Fioriture di alghe (Mar Baltico)

ESA - Immagine della settimana: Fioriture nel Baltico (15 dicembre 2019)

La missione Sentinel-2 del programma europeo Copernicus ci porta sopra verdi vorticose fioriture di alghe nell’area del Mar Baltico.

‘Fioritura di alghe’ è il termine che viene utilizzato per descrivere il rapido proliferare di fitoplankton, costituito da microscopiche alghe marine che vanno alla deriva sopra o nei pressi della superficie marina. La clorofilla che il fitoplankton nel suo complesso utilizza per la fotosintesi tinteggia le acque oceaniche circostanti, fornendo così un modo utile per poter individuare questi piccoli organismi tramite l’osservazione spaziale.

In gran parte del Mar Baltico si verificano due fioriture annuali: la fioritura primaverile e quella ciano-betterica nel tardo periodo estivo (quest’ultima è anche riferita come alghe blu-verdi).

Il Mar Baltico si trova di fronte a molte sfide impegnative che minacciano l’ecosistema, le acquacolture ed il turismo: tra esse ci sono quelle degli inquinanti tossici, quella della carenza di ossigeno alle elevate profondità e quella delle fioriture tossiche cianobatteriche.

La cianobatterica ha caratteristiche simile a quella delle alghe e si nutre del fosforo che si trova nell’acqua. L'elevata temperatura dell’acqua ed il clima calmo e soleggiato spesso favoriscono fioriture particolarmente vaste, che generano problemi all’intero ecosistema.

In questa immagine - che è stata catturata il 20 luglio 2019 - sono chiaramente visibili le striature, i vortici ed i turbinii delle fioriture della tarda estate mescolati dai venti e dalle correnti. In assenza di misurazioni in situ risulta molto difficile riconoscere i tipi di alghe che ricoprono l’area, in quanto in queste acque crescono molti tipi differenti di alghe.

Si ritiene che la più alta concentrazione di fioritura di alghe si verifichi nel Baltico centrale ed attorno l’isola di Gotland, visibile sulla sinistra dell’immagine.

Sebbene la fioritura di alghe sia ritenuta un evento naturale ed essenziale nello sviluppo della vita in mare, si ritiene al contempo che l’attività umana ne abbia aumentato la frequenza annuale. I deflussi agricoli ed industriali sversano fertilizzanti in mare, fornendo nutrienti addizionali che portano le alghe a dar luogo a vaste fioriture.

I batteri che consumano le piante in decomposizione succhiano ossigeno dall’acqua, creando zone morte in cui la fauna ittica non può sopravvivere. Le grandi fioriture estive possono contenere alghe tossiche che risultano pericolose sia per gli uomini che per altre specie animali.

I dati satellitari possono tracciare la crescita e la diffusione di dannose fioriture di alghe consentendo di emanare gli opportuni allarmi ed attenuare i conseguenti effetti dannosi per le industrie turistica ed ittica.

Scarica immagine MediumRes (19,71 MB - .JPG)

Scarica immagine HighRes (259,88 MB - .TIF)

 

---

 

Baltic blooms

 

The Copernicus Sentinel-2 mission takes us over of the green algae blooms swirling around the Baltic Sea.

'Algae bloom' is the term used to describe the rapid multiplying of phytoplankton – microscopic marine plants that drift on or near the surface of the sea. The chlorophyll that phytoplankton use for photosynthesis collectively tints the surrounding ocean waters, providing a way of detecting these tiny organisms from space.

In most of the Baltic Sea, there are two annual blooms – the spring bloom and the cyanobacterial (also called blue-green algae) bloom in late summer.

The Baltic Sea faces many serious challenges, including toxic pollutants, deep-water oxygen deficiencies, and toxic blooms of cyanobacteria affecting the ecosystem, aquaculture and tourism.

Cyanobacteria have qualities similar to algae and thrive on phosphorus in the water. High water temperatures and sunny, calm weather often lead to particularly large blooms that pose problems to the ecosystem.

In this image captured on 20 July 2019, the streaks, eddies and whirls of the late summer blooms, mixed by winds and currents, are clearly visible. Without in situ measurements, it is difficult to distinguish the type of algae that covers the sea as many different types of algae grow in these waters.

The highest concentrations of algal blooms are said to occur in the Central Baltic and around the island of Gotland, visible to the left in the image.

Although algal blooms are a natural and essential part of life in the sea, human activity is also said to increase the number of annual blooms. Agricultural and industrial run-off pours fertilisers into the sea, providing additional nutrients algae need to form large blooms.

The bacteria that consume the decaying plants suck oxygen out of the water, creating dead zones where fish cannot survive. Large summer blooms can contain toxic algae that are dangerous for both humans and other animals.

Satellite data can track the growth and spread of harmful algae blooms in order to alert and mitigate against damaging impacts for tourism and fishing industries.

(Fonte: ESA - Image of the week: "Baltic blooms". Traduzione: Gianluca Pititto)


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kf4qy

Vedi anche

Getac palmari e pc fully ragged blindati
ProfiloColore

Naviga per temi

infrastrutture galileo ISPRA Epsilon Italia pianificazione teorema remote sensing progettazione uav terra e spazio rndt technologyforall monitoraggio rischio microgeo metadati ortofoto infrastrutture innovative geospatial aerofotogrammetria internet of things smart city autodesk app geofisica asita CAD cosmo skymed intelligenza artificiale scansione 3D rilievo open data storytelling misurazione terremoto sensore SIFET smartphone mobilita arcgis OGC esri hexagon BIM esa osservazione della terra realta aumentata Bentley mare smart mobility cartografia cantiere coste osservazione dell'universo copernicus in cantiere GNSS gps modellazione 3d laser scanner cnr energia FOIF ict telerilevamento sinergis nuvole di punti scienze della terra sar trimble geomax utility ricevitori geomatica realtà virtuale monitoraggio satelitare termografia open source flytop dati geografici Stonex fotogrammetria tecnologia protezione civile autonomous vehicle tecnologie avanzate interferometria lidar esri italia ambiente mappe digital geography openstreetmap uso del suolo Here terremoti agricoltura leica apr beni culturali INTERGEO topcon INSPIRE eGEOS GIS geoportale dissesto idrogeologico faro topografia qgis planetek satelliti top world webGIS posizionamento satellitare GTER servizi territorio spazio rilievo 3d archeologia geodesia autocad geologia Harris stazione totale top codevintec urbanistica formazione dati trasporti catasto europeo terrelogiche mobile mapping meteorologia Toponomastica open geo data droni catasto sicurezza oceanografia leica geosystems big data geolocalizzazione ingv 3D reti tecnologiche asi sentinel
VidaLaser
Planetek ImageryPack
intergeo

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps