itzh-CNenfrdeptrues
Hexagon GSP
Harris
3D Target

Il 3D per tutti parte da GEOWEB

Il 3D è al prossimo giro di boa nella tecnologia operativa nei campi tecnici come l’edilizia, il territorio e il catasto che nel giro di una decina di anni dovrà contemplare il 3D come elemento indispensabile per rispondere all’imperativo del “digitizing the world”. Questo è il messaggio che fa parte del claim generale del forum Technology For All che, dal 4 al 6 Dicembre prossimo, porterà i temi dell’innovazione sulla piazza di Roma, presso l’Istituto Superiore Antincendi (ISA). Il 3D sarà sempre più parte del linguaggio di Geometri, Ingegneri e Architetti, e non solo appannaggio del mondo della comunicazione creativa, ma strumento professionale diffuso. Parliamo chiaramente non del 3D tradizionale, ma di quello operativo, il cui motto internazionale è oramai il “Reality Capture” che diverse aziende del settore geomatico e dell’imaging hanno scelto per rappresentare la propria soluzione tecnologica.

Nella medesima linea operativa si muove GEOWEB, azienda leader nella fornitura di servizi ai professionisti, che con Menci Software ha messo a punto la soluzione 3DCapture, che è insieme un metodo di lavoro, una tecnica e ovviamente una soluzione di post-elaborazione, o meglio di servizi cloud configurati nello scenario ampio e di nuova generazione dei servizi cosiddetti SaaS (Software as a Service). 

"3DCapture è orientato a ‘catturare la realtà 3D’ attraverso le immagini, attraverso un processo semplice e immediato che supporta l’utente, mettendo a fattor comune, come mai prima, storage, potenza di calcolo e gestione dei dati”.

Questo è quello che ci racconta Michele Vicentino, responsabile dell’area “Innovazione, Ricerca & Sviluppo” di GEOWEB.

Il sistema si basa sull’impiego di immagini comunque catturate. Si può impiegare un drone, una camera fotografica tradizionale o uno smartphone. Ma al termine del processo si ottiene comunque un modello 3D che permette di ricostruire le superfici dell’oggetto del nostro rilievo, sia che ciò coincida con una porzione di territorio, sia che lo stesso coincida con un elemento archeologico, architettonico o di edilizia residenziale.

Con il rilascio della versione V2 della piattaforma GeoSDH, il sistema acquista inoltre una nuova e innovativa flessibilità, e l’utente può procedere per fasi distinte, ovviamente sempre coerenti dal punto di vista tecnico, e che, attraverso una “orchestrazione di microservizi”, consentono sempre di ottenere il risultato finale di effettivo interesse. Con la versione V2 di GeoSDHtutti i servizi di calcolo diventano smart, essendo basato il sistema su un preciso progetto di storage di dati geospaziali, che possono o meno contenere informazioni di georeferenziazione, ma che in ogni caso risiedono all'interno di una pipeline di elaborazione flessibile.

Il servizio 3DCapture permette di eseguire ad oggi le fasi di Bundle Adjustment, Gestione dei GCP, Collimazione dei GCP, registrazione o Georeferenziazione delle coppie stereoscopiche, generazione dei modelli fotogrammetrici pronti alla restituzione con il CAD Fotogrammetrico fornito dalla app ImageTrack- scaricabile gratuitamente dall’utente -, e infine la generazionedella Dense Cloud Full 3D, da impiegare nelle diverse attività di modellazione 3D.

Ma le features fotogrammetriche di 3DCapture non terminano qui, e tutta la potenza di gestione sul cloud di GeoSDH è messa a disposizione dell’utente gratuitamente, a partire dall’applicativo CloudViewer per la visualizzazione ed estrazione dati delle Point Cloud generate, comprese le funzioni di export e condivisione, cosi come la generazione dei tag-immagini dei singoli lavori in una Gallery personale, che da una parte permette di condividere facilmente con il cliente la visualizzazione e l’analisi di base delle nuvole di punti, e dall’altra di impiegare le funzioni più avanzate come l’estrazione di profili, lo scaling delle Point Cloud (PC), cosi come l’uso di User Coordinates System (UCS), la generazione di orto-piani georeferenziati, che via via verranno resi disponibili e che permetteranno una vera e propria estrazione degli elaborati classici delle Point Cloud 3D, nel dominio operativo della documentazione tecnica tradizionale in architettura come piante, prospetti, sezioni e altro ancora.

Inoltre, con 3DCapture è possibile impiegare la funzione avanzata CloudFusion, che permette di visualizzare nello stesso spazio PC (Point Cloud) diversi progetti provenienti anche da fonti diverse come Laser Scanner e Fotogrammetria, ed avere così una visione unica su cui effettuare tutte le operazioni possibili nell’ambiente CloudViewer. Quindi estrazione di dati, setting ad hoc e funzioni di segmentazione delle PC.

 TfA iscriviti 2019


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kfdu9

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche

Naviga per temi

pianificazione open data sensore dissesto idrogeologico infrastrutture meteorologia BIM terra e spazio geodesia termografia topcon stazione totale smart city Harris rischio modellazione 3d Epsilon Italia realta aumentata gestione emergenze asita monitoraggio in cantiere ambiente webGIS GTER urbanistica geologia gps eGEOS oceanografia progettazione app esri osservazione della terra digital geography qgis hexagon rndt servizi internet of things mobilita openstreetmap uso del suolo coste telerilevamento GIS realtà virtuale geolocalizzazione sentinel microgeo topografia osservazione dell'universo scienze della terra open geo data CAD GNSS planetek smartphone ortofoto sar geomax Here misurazione ricevitori geomatica mobile mapping territorio faro cnr teorema geofisica arcgis dati leica INTERGEO trasporti aerofotogrammetria esa technologyforall geoportale interferometria top galileo tecnologie avanzate rilievo dati geografici copernicus reti tecnologiche nuvole di punti monitoraggio satelitare esri italia codevintec Stonex asi intelligenza artificiale open source cartografia ict ingv flytop lidar uav mappe geospatial formazione scansione 3D storytelling catasto beni culturali energia sicurezza FOIF ISPRA autocad trimble sinergis smart mobility Toponomastica cantiere terremoti laser scanner droni cosmo skymed SIFET big data agricoltura 3D satelliti metadati posizionamento satellitare tecnologia spazio terrelogiche terremoto mare INSPIRE autonomous vehicle catasto europeo utility top world autodesk leica geosystems remote sensing protezione civile archeologia rilievo 3d apr beidou fotogrammetria Bentley
VidaLaser
intergeo

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps