La NASA sta espandendo il suo catalogo mondiale di dati sulle frane usando i cittadini scienziati volontari

Stampa

Al fine di costruire modelli predittivi più accurati di quando e dove potrebbero verificarsi frane, i ricercatori hanno bisogno delle informazioni più attuali e accurate sulle frane precedenti. La NASA ha sviluppato Landslide Reporter come mezzo per raccogliere quante più informazioni possibili sulle frane degli scienziati cittadini di tutto il mondo.

Secondo Dalia Kirschbaum, un esperto di frane al Goddard Space Flight Center della NASA, "Non conosciamo la vera distribuzione di dove e quando accadono le frane. Coinvolgendo i cittadini scienziati nel processo di ricerca e documentazione di questi eventi, speriamo di avvicinare la comunità a una consapevolezza globale della presenza e degli impatti delle frane ".

Landslide Reporter è stato sviluppato per colmare le lacune da fonti esistenti di dati sulle frane. Uno studio recentemente pubblicato su PLOS ONE ha analizzato l'efficacia dell'utilizzo di scienziati cittadini per migliorare il database dell'inventario delle frane della NASA. Lo studio ha rilevato che tra il marzo 2018 e l'aprile 2019, 49 scienziati cittadini hanno contribuito con 162 nuovi eventi di frana. Questa raccolta di dati ha attraversato 37 paesi in cinque continenti. Inoltre, lo studio ha rilevato che l'applicazione di Landslide Reporter è stata in grado di colmare "lacune di dati attraverso fonti di notizie in 11 lingue diverse, osservazioni di persona e nuovi eventi di frana che si verificano a centinaia e migliaia di chilometri da qualsiasi catalogo globale delle frane (Global Landslide Catalog) esistente. "

È possibile accedere ai dati contenuti nel Cooperative Open Online Landslide Repository (COOLR) con il software GIS. Tramite l'opzione "Scarica l'intero catalogo di Landslide" di Landslide Viewer, gli utenti possono scaricare i dati relativi alle frane GIS nei formati di file geodatabase (.gdb), shapefile (.shp) o valori separati da virgole (.csv).

Per approfondire:

Juang, C. S., Stanley, T. A., & Kirschbaum, D. B. (2019). Utilizzando la scienza dei cittadini per espandere la mappa globale delle frane: Presentazione della cooperativa Open Online Landslide Repository (COOLR). PloS one, 14 (7), e0218657. https://doi.org/10.1371/journal.pone.0218657

 

 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche