Spatial data for all: disponibili anche su Google i metadati RNDT

Stampa

Da alcune settimane gli utenti possono trovare online, con una semplice ricerca per parole chiave attraverso Google Dataset Search, i dati geografici presenti nel Repertorio Nazionale dei Dati Territoriali di AgID. Con questa attività si allarga la platea di utenti verso cui AgID rende conoscibili le risorse del patrimonio informativo pubblico rese disponibili attraverso RNDT. 

Dopo gli esperti di dominio geo (attraverso le funzionalità di ricerca e i servizi di rete), gli sviluppatori (attraverso le API), gli esperti di dominio open data (attraverso GeoDCAT-AP), ora anche tutti gli utenti non esperti possono accedere ai dati del catalogo nazionale attraverso un motore di ricerca.

Il processo di indicizzazione, che consente ai dati di essere disponibili su Google, non è ancora completato. Anche se non tutte le risorse del catalogo potrebbero essere disponibili, l’Agenzia ha lavorato anche per rendere identificabile ogni metadato presente nel catalogo attraverso un URI (Uniform Resource Identifier), stringa che identifica univocamente una risorsa in rete.

L’attività implementata è ricompresa all’interno delle buone pratiche pubblicate nel documento OGC e W3C “Spatial Data on the Web Best Practices” (Best practice 1 e Best practice 2) e riconosciuta come cruciale per l’implementazione di infrastrutture di dati territoriali nell’ambito dell’azione ELISE della Commissione Europea.

Attività valorizzata recentemente anche nell’ambito di INSPIRE, con il workshop “Making spatial data discoverable through mainstream search engines” del  3 e 4 luglio 2019 nel corso del quale AgID ha presentato le proprie iniziative inerenti al tema.

 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche