itzh-CNenfrdeptrues
Il lago di Valencia (Venezuela)

ESA - Immagine della settimana: Lago di Valencia (09 giugno 2019)

La missione Copernicus Sentinel-2 ci porta sul lago di Valencia, nel nord del Venezuela. Questa immagine a falsi colori è stata acquisita il 2 febbraio 2019 ed è stata processata in modo tale da rendere di colore verde fluorescente la vegetazione del Parco Nazionale di Henri Pittier, che si trova a nord del lago. Questa colorazione brillante è in contrasto con il colore nero scuro del lago.

Con una superficie di 370 kmq il lago di Valencia ha avuto origine alcuni milioni di anni or sono ed oggi costituisce una riserva idrica per la città di Valencia – che si trova lungo il bordo occidentale – e la città di Maracay – che si trova lungo il bordo orientale.

Sfortunatamente, l'afflusso di acque reflue non trattate dai terreni agricoli e industriali circostanti ha determinato l’inquinamento del lago. Il bacino ora soffre del fenomeno della fioritura delle alghe e tra il 1960 ed il 1990 ha perso oltre il 60% delle sue specie ittiche.

Fu proprio presso questo lago che il naturalista ed esploratore tedesco Alexander von Humboldt ha testimoniato come il comportamento umano possa causare danni al nostro ecosistema naturale ed al clima. Durante i suoi viaggi compiuti alla fine del XVIII secolo egli notò il terreno arido circostante che era stato ripulito per piantagioni e colture di zucchero e tobacco. Egli attribuì la diminuzione del livello delle acque del lago al cambiamento climatico.

“Quando le foreste vengono distrutte, le sorgenti vengono completamente prosciugate” – egli scrisse nel suo rapporto di viaggio intitolato 'Relation historique du voyage aux régions équinoxiales du nouveau continent' (1814-17). “I letti dei fiumi si trasformano in torrenti ogni volta che cadono grandi piogge sulle alture ... Quindi ne deriva che la distruzione delle foreste, la mancanza di stabili sorgenti e l'esistenza di torrenti sono tre fenomeni strettamente collegati tra loro ".

L’attuale bassa qualità delle acque del lago di Valencia frena lo sviluppo del turismo e di attività ricreative nell’area.

Sentinel-2 del programma europeo Copernicus è una missione a due satelliti. Ogni satellite trasporta una camera da ripresa ad alta risoluzione che fornisce immagini della Terra in 13 differenti bande spettrali. La missione è primariamente utilizzata per tracciare i cambiamenti nel modo di utilizzo del territorio e per monitorare la salute della nostra vegetazione.

Scarica immagine MediumRes (1,79 MB - .JPG)

Scarica immagine HighRes (70,23 MB - .TIF)

 

---

 

Lake Valencia

 

The Copernicus Sentinel-2 mission takes us over Lake Valencia, in northern Venezuela. Captured on 2 February 2019, this false-colour image was processed in a way that makes vegetation of the Henri Pittier National Park, north of the lake, appear in fluorescent green. These bright colours contrast with the blackness of the lake.

With a surface area of 370 sq km, Lake Valencia formed a few million years ago and is now a reservoir for the cities of Valencia on the west shores and Maracay on the east shores.

Unfortunately, the inflow of untreated wastewater from the surrounding industrial and agricultural lands has led to the lake to become contaminated. The lake now suffers from algal blooms and between 1960 and 1990 it lost over 60% of its native fish species.

It was at this very lake that the German naturalist and explorer, Alexander von Humboldt, witnessed how human behaviour could cause harm to our natural ecosystem and climate. During his travels in the late 18th century, he noted the surrounding barren land which had been cleared for plantations and crops for sugar and tobacco. He attributed the decreasing water levels in the lake to climate change.

“When forests are destroyed, the springs are entirely dried up,” he wrote in his travel report, the Relation historique du voyage aux régions équinoxiales du nouveau continent (1814-17). “The beds of the rivers are converted into torrents whenever great rains fall on the heights…Hence it results, that the destruction of forests, the want of permanent springs, and the existence of torrents, are three phenomena closely connected together.”

The now poor-quality waters of Lake Valencia prevent the development of tourism and recreational activities in the region.

Copernicus Sentinel-2 is a two-satellite mission. Each satellite carries a high-resolution camera that images Earth’s surface in 13 spectral bands. The mission is mostly used to track changes in the way land is being used and to monitor the health of vegetation.

(Fonte: ESA - Image of the week: "Lake Valencia". Traduzione: Gianluca Pititto)

 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/krhd8

Vedi anche

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps