itzh-CNenfrdeptrues
Harris
3D Target
Pakistan occidentale

ESA - Immagine della settimana: Pakistan occidentale (27 maggio 2019)

Acquisita il 14 aprile 2018 dal satellite Copernicus Sentinel-2A questa immagine mostra il Pakistan occidentale ed una importante area umida.

Consente di osservare la costa frammentata che forma parte del delta del fiume Indo. Il delta di un fiume si forma quando i sedimenti che vengono trasportati dal fiume finiscono per entrare in un corpo d’acqua stagnante creando un conoide alluvionale, che in questo caso si estende per 150 km lungo la linea costiera.

Il fiume Indo, visibile sulla destra, si snoda attraverso la provincia del Sindh ed è uno dei più lunghi fiumi del mondo: nasce in Tibet e si sviluppa per circa 3000 km prima di riversarsi nel Mar Arabico.

Il delta dell’Indo è formato da torrenti, pantani, paludi ed include la settima foresta di mangrovie più grande al mondo.

In ogni caso, grazie all’aumento dei sistemi di irrigazione ed alle dighe costruite sul corso del fiume, si è ridotto l’ammontare del limo scaricato nel mare, con effetti significativi sulle mangrovie e sulla comunità locale. Una consistente porzione del delta è scomparsa e la sopravvivenza delle specie di acquadolce del delta – incluso il delfino del fiume Indo - sono a rischio.

Anche responsabile per l’inquinamento è il porto della città di Karachi, che è parzialmente visibile nell’immagine in alto a sinistra.

In alto a destra ci sono due importanti corpi d’acqua presso il confine con il deserto pietrificato ed entrambi risultano ricchi di vita selvaggia. Il lago artificiale Haleji, di forma quadrata, venne ampliato nel corso della Seconda Guerra Mondiale, per disporre di maggiori scorte d’acqua per le truppe. Il lago di acqua dolce sostiene un’abbondante vegetazione acquatica ed ospita un certo numero di specie di volatili.

All’estrema destra il lago di acqua dolce Keenjhar è una delle maggiori sorgenti di acqua potabile per Karachi, ma anche per Thatta, che si trova a destra della macchia di territorio color giallo-beige.

Entrambe i laghi, così come il delta del fiume Indo, sono sedi di aree umide che sono state designate di importanza internazionale dalla Convenzione di Ramsar, un trattato internazionale per la conservazione e la sostenibilità di impiego delle aree umide.

Sentinel-2 del programma europeo Copernicus è una missione a due satelliti. Ogni satellite trasporta una camera da ripresa ad alta risoluzione che fornisce immagini della Terra in 13 differenti bande spettrali. La missione è primariamente utilizzata per tracciare i cambiamenti nel modo di utilizzo del territorio e per monitorare la salute della nostra vegetazione. La vegetazione in questa immagine a falsi colori appare di colore rosso.

 

Scarica immagine MediumRes (11,97 MB - .JPG)

Scarica immagine HighRes (500,70 MB - .TIF)

 

---

 

Western Pakistan

Captured on 14 April 2018 by the Copernicus Sentinel-2A satellite, this image shows western Pakistan and an important wetland area.

The image depicts the fragmented coast, part of the Indus River Delta. A river delta forms when sediment carried from the river enters a stagnant body of water, creating an alluvial fan, which in this case extends 150 km along the coastline. The Indus River, visible on the right, veers through the Sindh Province and is one of the longest rivers in the world, rising in Tibet and flowing around 3000 km before emptying into the Arabian Sea.

The Indus Delta consists of creeks, swamps, marshes and the seventh largest mangrove forest in the world.

However, owing to major irrigation works and dams built on the river, as well as low rainfall, the amount of silt discharged into the sea has reduced, affecting the mangrove and local community significantly. A huge proportion of the delta has been lost and the survival of the delta freshwater species, including the Indus river dolphin, are at risk.

Also responsible for pollution is the port city of Karachi, which is partially visible in the top left of the image.

To the top right, there are two important bodies of water on the edge of the stony desert, both of which are also wildlife sanctuaries. The artificial, square-shaped Haleji Lake, was expanded in World War II, for the use of additional water for the troops. The freshwater lake supports an abundance of aquatic vegetation, and is home to a number of species of birds.

To the far right, the freshwater Keenjhar Lake is a major source of drinking water for Karachi, as well as for Thatta, which is to the right of the yellow-beige patch of land.

Both lakes, as well as the River Indus Delta, are sites of wetland designated to be of international importance under the Ramsar Convention – an international treaty for the conservation and sustainable use of wetlands.

Copernicus Sentinel-2 is a two-satellite mission. Each satellite carries a high-resolution camera that images Earth’s surface in 13 spectral bands. The mission is mostly used to track changes in the way land is being used and to monitor the health of our vegetation. The vegetation in this false-colour image appears in red.

(Fonte: ESA - Image of the week: "Western Pakistan". Traduzione: Gianluca Pititto)


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kr6qp

Vedi anche

Getac palmari e pc fully ragged blindati
ProfiloColore

Naviga per temi

esri metadati asi cantiere sicurezza infrastrutture pianificazione webGIS digital geography tecnologie avanzate 3D smart mobility GTER Bentley BIM INSPIRE formazione topografia ict protezione civile misurazione autocad monitoraggio satelitare open data ricevitori satelliti beni culturali ingv fotogrammetria aerofotogrammetria app cartografia servizi geodesia topcon autodesk gps galileo SIFET copernicus lidar infrastrutture innovative sentinel sensore teorema asita rilievo agricoltura osservazione dell'universo open source dati leica geosystems terra e spazio stazione totale modellazione 3d trasporti top world leica INTERGEO reti tecnologiche big data geofisica Toponomastica openstreetmap cosmo skymed osservazione della terra rilievo 3d laser scanner flytop geomatica mobile mapping sar Epsilon Italia terremoto terrelogiche progettazione energia GIS oceanografia telerilevamento hexagon smartphone apr utility uso del suolo scienze della terra archeologia OGC ambiente geomax smart city uav nuvole di punti posizionamento satellitare rndt interferometria spazio storytelling trimble autonomous vehicle droni open geo data mare dati geografici meteorologia cnr faro internet of things ISPRA ortofoto GNSS urbanistica planetek geolocalizzazione Stonex geoportale tecnologia catasto Harris eGEOS microgeo geospatial coste esa realtà virtuale qgis sinergis top territorio esri italia mappe CAD codevintec technologyforall terremoti intelligenza artificiale arcgis termografia remote sensing catasto europeo monitoraggio scansione 3D geologia in cantiere mobilita FOIF Here dissesto idrogeologico rischio realta aumentata
VidaLaser
Planetek ImageryPack
intergeo

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps