itzh-CNenfrdeptrues
Harris
3D Target
Unmapped Places of OpenStreetMap

OpenStreetMap per emergenze umanitarie non è ancora completo: scatena il cartografo che è in te! #map2020

Sapevi che ci sono più di 400.000 posti che devono ancora essere mappati nel popolare strumento open source OpenStreetMap? Ciò significa che ci sono più di 400.000 posti sul pianeta che sono vulnerabili a una crisi umanitaria. In assenza di immagini a livello stradale e di dati completi su edifici, strade e infrastrutture fondamentali, i soccorritori non possono né avere un quadro chiaro dell'impatto di un disastro, né possono determinare in modo efficace i bisogni urgenti della popolazione.

E questa è una grande preoccupazione per il gruppo Humanitarian OpenStreetMap Team (HOT) - il gruppo internazionale di mappatori volontari che lavora con le comunità e le agenzie di gestione delle catastrofi per comprendere, mitigare e gestire i rischi da pericoli come uragani, terremoti, inondazioni, cicloni e eruzioni vulcaniche.

Quindi, per accelerare la raccolta di dati della mappa per le regioni non ancora mappate in OpenStreetMap, HOT sta lanciando una nuova campagna chiamata #map2020 in collaborazione con Mapillary, la piattaforma di immagini a livello stradale che facilita la mappatura.

Cosa rende questa campagna speciale? #map2020 qualificherà i mappatori locali per partecipare alla concorso per due viaggi interamente finanziati dal Vertice HOT che avrà luogo in Germania nel settembre 2019! Dal momento che tutte le immagini su Mapillary possono essere utilizzate liberamente per modificare OpenStreetMap, è sufficiente utilizzare l'app mobile di Mapillary per acquisire e caricare immagini nella campagna.

#map2020 selezione del vincitore

HOT e Mapillary selezioneranno insieme i vincitori in base a come un progetto può essere utilizzato per affrontare una sfida umanitaria o un aiuto in un'iniziativa di sviluppo. Questo può includere qualsiasi cosa, dalla valutazione di quanto resilienti certe aree siano se inondate, all'aggiornamento delle mappe di un'area che si sta riprendendo da un disastro. I vincitori presenteranno i loro progetti di mappatura al Summit HOT.

Sottolineando l'importanza dell'accesso ai dati cartografici, Rebecca Firth, direttore della comunità e partnership di HOT, ha affermato: "Si salvano vite umane e si riduce la sofferenza, motivo per cui lavoriamo a stretto contatto con le comunità locali per aumentare la raccolta di dati cartografici ovunque mancano i dati. Speriamo che questa campagna incoraggi e faccia luce sull'importante lavoro svolto dai mappatori locali nella raccolta dei dati delle mappe prima, durante e dopo gli eventi di emergenza ".

Per Ed Neerhut, Strategic Partnerships Manager di Mapillary, HOT e Mapillary sono impegnati in una missione congiunta per costruire strumenti che accelerino il colmare le lacune nei dati mancanti delle mappe. Evidenziando il ruolo delle immagini a livello stradale nell'affrontare sfide come la prevenzione delle inondazioni, la resistenza ai terremoti e l'assistenza umanitaria, Neerhut afferma: "Con #map2020, forniremo supporto alle organizzazioni locali che consentiranno loro di integrare le immagini a livello stradale nei loro progetti dall'inizio. Invitando due progetti al Vertice HOT in Germania, speriamo che i loro apprendimenti si dimostreranno utili per la più ampia comunità di cartografia umanitaria ".

La campagna e la call for projects  rimangono aperte fino al 1 giugno 2019. I vincitori di #map2020 saranno annunciati il ​​2 luglio. Puoi saperne di più sulla campagna e inviare un progetto di mappatura qui.

(Fonte Geoawesomeness)


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kr6pc

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche

Reach RS2
DJI
VidaLaser

Naviga per temi

beni culturali faro ambiente codevintec formazione Epsilon Italia rndt utility mare open source telerilevamento ortofoto metadati hexagon cartografia laser scanner copernicus CAD monitoraggio satelitare qgis slam ISPRA trasporti drone uav INSPIRE geomax tecnologia asi flytop FOIF trimble geoportale open geo data droni catasto europeo fotogrammetria energia rilievo 3d posizionamento satellitare GTER terrelogiche 3DTarget realta aumentata osservazione dell'universo digital geography esri italia geospatial leica lidar Bentley topografia telespazio terremoti autodesk coste geodesia tecnologie avanzate topcon autocad Toponomastica in cantiere sar uso del suolo open data ricevitori pianificazione archeologia reti tecnologiche scansione 3D ingv territorio autonomous vehicle smartphone gestione emergenze misurazione BIM Stonex urbanistica scienze della terra stazione totale intelligenza artificiale ict esri galileo servizi arcgis geomatica terra e spazio nuvole di punti realtà virtuale agricoltura geolocalizzazione storytelling mobile mapping GIS protezione civile infrastrutture progettazione big data esa sentinel termografia catasto oceanografia rischio smart mobility terremoto mappe satelliti INTERGEO geologia cosmo skymed Harris monitoraggio interferometria openstreetmap modellazione 3d apr teorema spazio smart city 3D sinergis dati webGIS microgeo gps dissesto idrogeologico GNSS mobilita cantiere dati geografici geofisica sicurezza osservazione della terra app sensore remote sensing meteorologia cnr internet of things top eGEOS planetek technologyforall rilievo leica geosystems asita aerofotogrammetria
Planetek ImageryPack
GIS g3w suite Qgis

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

internazionalizzazione

mediaGEO ha ricevuto supporto finanziario dalla Regione Lazio per il progetto di Internazionalizzazione relativo al POR - FESR 2014 2020 - clicca qui per i dettagli

geomediaonline

Redazione mediaGEO soc. coop. - Via Palestro 95 00185 Roma - P.I: 11534171001 - Tel. +39 06 64871209 - info@mediageo.it  - Termini di utilizzo - Privacy policy