99 storie di successo nell'uso di Copernicus in Europa

Stampa

A venti anni dal suo lancio il programma europeo Copernicus si racconta in un libro che raccoglie 99 storie di successo a livello locale e regionale. Anche l’Italia è presente con sei case history targate Planetek.

Nell'ambito dell'iniziativa Copernicus4Regions, promossa dalla Commissione Europea, dall'Agenzia Spaziale Europea e da NEREUS, è stata presentata a Bruxelles la pubblicazione “The Ever Growing Uses of Copernicus Across Europe’s Regions”, una selezione di 99 storie che raccontano l'utilizzo a livello locale e regionale europeo dei dati Copernicus.

A venti anni dalla sua ideazione ed attuazione, il programma europeo Copernicus è il più grande provider di dati di osservazione della Terra a livello globale. I diversi servizi offerti attraverso Copernicus contribuiscono ad affrontare alcune delle sfide ambientali più difficili di oggi, come la sicurezza alimentare, l'innalzamento del livello del mare, i disastri naturali, l'urbanizzazione, la diminuzione dei ghiacci polari e il problema generale dei cambiamenti climatici.

Con sette missioni Copernicus Sentinel in orbita che forniscono una quantità quasi inimmaginabile di dati liberamente disponibili sul nostro pianeta, parliamo di un potenziale quasi illimitato di informazioni alle quali attingere per migliorare la vita dei cittadini. Questa pubblicazione che raccoglie 99 storie dalle autorità pubbliche europee illustra come tutti stiamo beneficiando di Copernicus.

Planetek è presente nella pubblicazione con 6 case history di enti locali in Italia, in Grecia e in Francia che raccontano l'utilizzo dei dati Copernicus in diversi ambiti applicativi: frane e subsidenza in aree urbane, stabilità infrastrutture e reti idrico-fognarie, rischio eutrofizzazione nelle acque marino-costiere, incendi boschivi nei parchi nazionali, produzione e parametri qualitativi nella viticoltura.

Scarica la pubblicazione Copernicus4Regions 2018 in PDF e leggi le nostre storie dal sito web di Planetek.


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche