Temar

Le acque di balneazione nel Progetto TEMAR presentato al GISday Calabria

Stampa

Il GISday Calabria, la cui IX edizione si è tenuta alla Cittadella della Regione Calabria il 22/11/2018, è stata l’occasione per Epsilon Italia per illustrare i contenuti del progetto di ricerca TEMAR – “Tecniche e dispositivi per l’analisi e la valutazione del rischio di inquinamento delle acque di balneazione” e per mostrarne i relativi risultati intermedi.

Il GISday, la giornata mondiale dei Sistemi Informativi Geografici, è da sempre una opportunità importante offerta per una riflessione sul ruolo delle tecnologie GIS (Geographic Information System) nel governo del territorio e per discutere e valutare il grado di utilizzo di tecnologie innovative nell’ambito dei processi decisionali della Pubblica Amministrazione e nell’ambito professionale.
La sessione tematica “GIS e Ambiente” è risultata quindi l’occasione ideale per le “Applicazioni Copernicus a scala locale per il monitoraggio delle acque di balneazione“, unitamente ad una ampia introduzione al Programma Europeo Copernicus, e per mostrare i risultati intermedi conseguiti nella individuazione di una metodologia (obiettivo del Progetto TEMAR) per l'analisi e la valutazione del rischio di Inquinamento delle acque di balneazione, basata sulla capacità dei satelliti di telerilevamento ottico di rilevare caratteristiche biochimiche e fisiche delle acque di balneazione su ampie superfici e di validarle mediante misurazioni in-situ effettuate con droni acquatici.
In particolare, per i satelliti Sentinel-3A e Sentinel-3B, è stata effettuata una iniziale selezione dei dataset satellitari mediante la definizione di parametri temporali e spaziali, attraverso le funzionalità del Web Service Sentinel-3 Marine CODA (Copernicus Online Data Access) sviluppato da EUMETSAT per la Commissione Europea e dedicato esclusivamente ai sensori disponibili nell’ambito della missione Sentinel-3.
Nell’ambito dei sensori individuati per le finalità del progetto TEMAR, OLCI (Ocean and Land Colour Instrument) ed SLSTR (Sea and Land Surface Temperature Radiometer), è stato effettuato il download dei seguenti dataset:

La fase successiva di processing dei dataset è stata realizzata utilizzando lo strumento SNAP (Sentinel Application Platform) Desktop che è un ambiente sviluppato dall’Agenzia Spaziale Europea (ESA) ed attraverso il quale sono disponibili tools dedicati (Sentinel-3 Toolbox) per i dataset OLCI e SLSTR).
La selezione dei suddetti dataset è naturalmente successiva all’individuazione dell’area di studio ritenuta applicabile per le finalità del Progetto TEMAR e ricadente nel Comune di Belvedere Marittimo in Provincia di Cosenza. 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI