Programmare ora la formazione 2019 conviene: si riparte con il corso Geodatabase (PostGIS)

Stampa

La formazione TerreLogiche apre il 2019 con una nuova sessione del corso “Geodatabase (PostGIS)” in programma a Milano nei giorni 16-17-18 gennaio, un percorso formativo professionalizzante introduttivo all’utilizzo di PostGIS per la gestione e manipolazione di dati territoriali georiferiti. Prezzo Early Booking disponibile fino al 16 dicembre.

Per la necessità di adeguamento alle direttive europee INSPIRE, l’esigenza di gestire i dati geospaziali e diffonderli sia all’interno dell’ambiente di lavoro che a utenti e cittadini sta acquistando sempre più importanza per Aziende e Pubbliche Amministrazioni. La domanda di personale con competenze tecniche adeguate è dunque in costante crescita.

I geodatabase (o database spaziali) sono archivi di dati geografici memorizzati su database relazionali e non su file system (come, ad esempio, gli Shapefile). Possono contenere al loro interno svariate tipologie di oggetti (ad es. layer vettoriali, raster, tabelle di database, regole topologiche, relazioni tabellari), al punto da rappresentare di fatto dei sistemi completi in grado non solo di immagazzinare geodati ma anche di fornire funzionalità di elaborazione ed analisi spaziali molto evolute.

Il più utilizzato e potente software di geodatabase attualmente disponibile è PostGIS. Estende le funzionalità del database Open Source PostgreSQL, aggiungendo le caratteristiche e gli strumenti necessari alla gestione e manipolazione di informazioni geospaziali. Essendo uno strumento gratuito e Open Source, chiunque può utilizzarlo e sfruttarne le enormi potenzialità per gestire, elaborare e diffondere informazioni spaziali, anche tramite il Web.

Durante la sessione formativa, dopo un'introduzione ai concetti di base sui geodatabase relazionali e il linguaggio SQL, il docente affronterà argomenti fondamentali quali:

• importazione ed esportazione di tabelle e layer GIS (es. CSV, ESRI Shapefile ed altri formati vettoriali, layer raster, ecc.)
• utilizzo di QGIS come interfaccia di visualizzazione di PostGIS,
• gli strumenti di interrogazione
• funzioni PostGIS di base (es. selezioni, filtri, viste, merge, clip, spatial join, analisi di prossimità)
• cenni su funzionalità avanzate quali Map algebra, Topologie, stored procedures e l’utilizzo di PostGIS in applicazioni Web.

Coloro che si iscriveranno con almeno 30 giorni di anticipo avranno diritto allo sconto Early Booking. Consulta tutte le agevolazioni alla pagina https://goo.gl/XoCpjY
Per maggiori info sul corso, consulta la scheda https://goo.gl/wJFJWj

www.terrelogiche.com

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI