itzh-CNenfrdeptrues
Hexagon GSP
Harris
3D Target

Italia - Geologia in 3D: un ritorno al futuro

L’Italia ha una antica tradizione nella modellistica geologica, che si può far risalire ai primi decenni del XX secolo, quando il R. Ufficio Geologico e l’Istituto Geografico Militare realizzarono modelli geologici in tre dimensioni su diversi supporti, soprattutto bronzo e gesso.

Distribuiti in diverse sedi, al Servizio Geologico d’Italia – ISPRA, all’IGMI, al Museo Capellini a Bologna, in molte sedi universitarie, questi plastici offrono una immediata chiave di lettura dei caratteri geologico-geomorfologici del territorio, e furono destinati a esposizioni museali oppure a laboratori didattici.

Questa tradizione si è persa nel tempo, sia per la perdita delle specifiche professionalità che, probabilmente, per gli elevati costi di produzione. Oggi, questa attività è stata ripresa con la realizzazione di una originale carta geologica in 3D dell’intero territorio nazionale, alla scala 1:1.250.000; questo plastico, unico nel suo genere, rappresenta la sintesi più moderna degli aspetti geologici e morfologici del territorio italiano.

La legenda è strutturata distinguendo gli ambiti deposizionali (sedimentario, magmatico e metamorfico) e suddividendo le unità in base alle analogie litologico-cronologiche, accorpando le singole formazioni in “successioni”. L’uso accurato dei colori permette di differenziare con facilità i domini geologico-strutturali consentendo una lettura immediata e una distinzione degli ambiti orogenetici.

Oltre alla parte continentale, sono stati modellati in rilievo anche i fondali marini, comprensivi degli elementi strutturali che evidenziano, e differenziano, le strutture di origine tettonica da quelle di origine vulcanica.

Nel plastico sono rappresentati anche gli elementi strutturali profondi, che caratterizzano il fronte delle catene alpina e appenninica.

1 copia

Il tematismo geologico sovrapposto al modello 3D del territorio offre una chiave di lettura molto significativa, che permette di evidenziare e comprendere con immediatezza il rapporto tra i caratteri geologici e alcuni importanti elementi morfologici.

A margine, una serie di blocchi diagrammi illustrano i meccanismi dei principali elementi strutturali e dei sistemi deposizionali, rendendo il plastico adatto anche per un uso didattico.

Il plastico, la cui realizzazione è stata coordinata scientificamente da Corrado Venturini (BiGeA - Università di Bologna) e Marco Pantaloni (Servizio Geologico d’Italia - ISPRA), è stato realizzato da Global Map - S.EL.CA., società leader nella cartografia tradizionale e in rilievo.

Maggiori informazioni sul sito: http://global-map.it/it/

 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche

Reach RS2

Naviga per temi

internet of things SIFET flytop ambiente utility leica tecnologia topcon aerofotogrammetria smartphone pianificazione servizi termografia terrelogiche archeologia protezione civile codevintec Bentley catasto top world app mobilita autocad planetek interferometria GTER energia rilievo monitoraggio satelitare spazio geospatial apr GIS beidou gps lidar open source uso del suolo laser scanner sar territorio catasto europeo misurazione geodesia posizionamento satellitare terremoto scansione 3D urbanistica smart city ricevitori leica geosystems Harris gestione emergenze tecnologie avanzate terremoti meteorologia INSPIRE INTERGEO formazione ortofoto faro storytelling technologyforall dati geografici oceanografia osservazione dell'universo reti tecnologiche CAD Toponomastica ISPRA openstreetmap terra e spazio beni culturali autodesk droni trimble ict smart mobility geologia uav stazione totale modellazione 3d satelliti sentinel 3D GNSS esa dati progettazione esri cosmo skymed sensore mappe trasporti intelligenza artificiale BIM monitoraggio big data rndt open geo data copernicus realta aumentata Stonex teorema rilievo 3d cantiere rischio ingv geofisica sicurezza sinergis cartografia remote sensing in cantiere top microgeo hexagon osservazione della terra asita open data nuvole di punti geoportale agricoltura esri italia realtà virtuale geolocalizzazione mobile mapping eGEOS scienze della terra topografia geomatica telerilevamento qgis fotogrammetria asi galileo geomax webGIS Here arcgis infrastrutture metadati FOIF cnr Epsilon Italia autonomous vehicle coste dissesto idrogeologico digital geography mare
VidaLaser
intergeo

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps