itzh-CNenfrdeptrues
Hexagon GSP
Harris
3D Target

#TFA2018: sfruttiamo i dati di Osservazione Terrestre per monitorare la stabilità strutturale

I.MODI sviluppa servizi innovativi dedicati al monitoraggio della stabilità di edifici e infrastrutture integrando dati di Osservazione della Terra SAR, dati acquisiti in situ e modelli numerici.

L’obiettivo è fornire una serie di servizi, a vari livelli di approfondimento, per il controllo sistematico della stabilità di edifici e infrastrutture. I dati satellitari, elaborati con tecniche di Interferometria Differenziale (DInSAR) sono in grado di misurare spostamenti con grande precisione da integrare ai dati acquisiti in situ o utilizzare per lo sviluppo di modelli per la valutazione delle condizioni strutturali. Tramite le immagini satellitari è possibile osservare gli spostamenti di numerosi edifici nelle aree urbanizzate e individuare in modo rapido ed efficace quelli che mostrano maggiori criticità e devono essere segnalate per approfondimenti.

I.MODI rappresenta un valido strumento perle attività di valutazione della sicurezza di edifici pubblici e delle infrastrutture strategiche, come ad esempio le scuole, ponti, viadotti e dighe, fornendo alle istituzioni e ai gestori utili indicazioni per stabilire la priorità degli interventi. Un aspetto rilevante di I.MODI è la capacità di fare analisi a ritroso utilizzando dati di archivio dal 1992 ad oggi, dando quindi la possibilità di analizzare lo sviluppo e gli effetti dei processi deformativi sulle strutture e individuare il nesso di causalità con eventuali danneggiamenti osservati. Grazie all’approccio innovativo di I.MODI, le potenzialità della tecnica DInSAR sono accessibili anche ad utenti non esperti di tecniche di telerilevamento offrendo con prodotti disintesisui danni accertati e scenari sull’evoluzione dei fenomeni di danneggiamento derivati da analisi ingegneristiche avanzate.

I.MODI è stato sperimentato e viene attualmente impiegato per il monitoraggio di edifici e infrastrutture in aree urbane quali Roma e Milano e in aree critiche del territorio nazionale.

Intervento a cura di Maria Marsella, SURVEY LAB

4 ottobre 15:15 – 18:00 La rivoluzione dei geodati per il monitoraggio del territorio - parte 2

Chairman: Aldo Riggio, mediaGEO

  • Flavio Macinanti, CNVVF - Impiego della strumentazione HYDRA/G fino al crollo del Viadotto Polcevera.
  • Tiziano Cosso, GTER - Un approccio integrato per la gestione del rischio idrogeologico. Fotogrammetria da UAV, rilievo GNSS e modellazione GIS. 
  • Teodoro Indini, Comune di Brindisi Monica Di Martino, Pitney Bowes  Gian Luca Padovan, GEO Marketing - Il nuovo WebGis del Comune di Brindisi sviluppato con Spectrum® Spatial Analyst
  • Maria Marsella, SURVEY LAB - Sfruttiamo i dati di Osservazione Terrestre per monitorare la stabilità strutturale.
  • Andrea Pogliaghi, GeneGIS Gi - L’infrastruttura Dati Spaziali di un importante Ente Pubblico Territoriale.
  • Domenico Grandoni, e-geos - Piattaforme ed intelligenza artificiale per la gestione integrata del territorio e delle emergenze
  • Riccardo Gori, Università di Firenze, Valerio Noti, TERRELOGICHE - SLUDGE 4.0: Una piattaforma di supporto decisionale per il monitoraggio e l'ottimizzazione della gestione di rifiuti in un'ottica di economia circolare
  • Silvia Leccis, Aeronike - Aeronike il modello 3D quale strumento innovativo per la conoscenza, la pianificazione e la gestione del territorio.
  • Alberto Caligaris, GEOMAX - Sistemi e Software per la misurazione automatica di punti notevoli finalizzata al monitoraggio continuo.
  • Maria Elena Cilli, CNVVF - Tecnologie applicate al triage degli edifici e dei crolli in scenari post-sisma
  • Giorgio Sforza, ESSEBI - Il monitoraggio dinamico per il controllo strutturale di manufatti civili
  • Michele Fasolo - Tecnologie geospaziali per l'ottimizzazione della distribuzione di risorse per la lotta agli incendi boschivi nella rete delle sedi del CNVVF

Programma del TechnologyforAll


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/k4wa6

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche

Reach RS2

Naviga per temi

telerilevamento open geo data progettazione 3D misurazione INTERGEO terrelogiche app nuvole di punti uav posizionamento satellitare geologia cartografia monitoraggio top world faro trasporti rndt geomax storytelling aerofotogrammetria autocad droni tecnologie avanzate remote sensing galileo reti tecnologiche urbanistica codevintec GTER spazio digital geography arcgis microgeo satelliti monitoraggio satelitare top scienze della terra pianificazione coste cosmo skymed mobile mapping technologyforall copernicus flytop geolocalizzazione topcon drone geomatica catasto europeo autodesk infrastrutture webGIS dati geografici geodesia in cantiere Harris archeologia rischio gps apr Here fotogrammetria qgis mobilita openstreetmap hexagon trimble utility leica sentinel uso del suolo protezione civile energia geofisica smartphone tecnologia leica geosystems mare meteorologia open data intelligenza artificiale esri autonomous vehicle ISPRA agricoltura ortofoto asi sicurezza terra e spazio metadati oceanografia sar dati realtà virtuale ambiente GIS smart city rilievo mappe internet of things catasto scansione 3D stazione totale CAD INSPIRE esa terremoto terremoti ict BIM cantiere interferometria geoportale realta aumentata servizi gestione emergenze esri italia Epsilon Italia lidar Toponomastica Stonex planetek sinergis asita formazione open source cnr GNSS territorio osservazione dell'universo eGEOS rilievo 3d ricevitori sensore beni culturali termografia FOIF ingv laser scanner modellazione 3d teorema 3DTarget geospatial topografia big data dissesto idrogeologico osservazione della terra Bentley smart mobility
VidaLaser
intergeo

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps