#TFA2018: un approccio integrato per la gestione del rischio idrogeologico

Stampa

L’approccio integrato è il vero focus dell’esperienza proposta nel presente lavoro, in cui diversi strumenti, competenze e procedure vengono utilizzate in maniera organizzata ed efficace per raggiungere l’obiettivo di ricostruire un tratto di alveo e per modellarne il comportamento in maniera quanto più possibile rapida, efficace, compatibile con le richieste e le esigenze.

Il rilievo topografico di tratti di alveo è attività indispensabile per effettuare una corretta modellazione idraulica. Di contro però è una attività dispendiosa in termini di tempo e di costi, se si vuole effettuare un rilievo sufficientemente accurato e dettagliato, specie su tratti di alveo piuttosto lunghi. Ciò rende tali rilievi spesso poco sostenibili, con il risultato che raramente vengono effettuati con la cadenza temporale necessaria. In genere quindi si basano le modellazioni idrauliche su rilievi topografici ormai molto vecchi, che solo in minima parte rappresentano il reale stato della topografia del terreno in quel momento.

E’ ovvio che in questo modo la modellazione stessa che ne deriva è molto approssimata e spesso poco rispondente alla realtà.

Nel presente lavoro si vuole evidenziare come le tecniche proprie della geomatica aumentano considerevolmente le proprie potenzialità se usate in maniera organizzata. L’integrazione tra un rilievo fotogrammetrico da UAV e un rilievo GNSS, unitamente ad una elaborazione e omogeneizzazione dei dati in ambiente GIS, consentono in questo caso di rilevare aree più grandi in un tempo minore rendendo più sostenibile l’intero processo. Si tratta di un esempio che va considerato nel suo contesto ma che rappresenta un caso sintomatico di come, con i giusti strumenti, procedure e competenze, sia possibile trarre vantaggio dal fatto di utilizzare in un unico flusso di lavoro diverse tecniche di rilievo e diversi software.

Intervento a cura di Tiziano Cosso GTER

 

4 ottobre 15:15 – 18:00 La rivoluzione dei geodati per il monitoraggio del territorio - parte 2

Chairman: Aldo Riggio, mediaGEO

Programma TechnologyforAll


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI