itzh-CNenfrdeptrues
Harris
3D Target
Sharm El Sheik ed i suoi dintorni (Egitto)

ESA - Immagine della settimana: Sharm El Sheikh (29 luglio 2018)

Il satellite Sentinel-2 del programma europeo Copernicus ci porta sopra Sharm El Sheik, in Egitto (guardala/scaricala in bassa risoluzione).

Famoso resort dell’estremo meridionale della Penisola del Sinai, questa striscia costiera che si estende lungo il Mar Rosso è costellata di bar, ristoranti ed alberghi. Si ritiene che nell’antichità sia i greci che i romani trascorressero le loro vacanze in Egitto, già a partire dal IV Secolo a.C.

Questa suggestiva immagine in colori reali mostra nella parte alta e centrale il Golfo di Aqaba, che si sviluppa nel Mar Rosso ed in cui l’acqua marina è tra le più calde e salate del pianeta. Il Mar Rosso è collegato al Mar Mediterraneo attraverso il Canale di Suez, uno dei tratti di mare più trafficati al mondo.

Normalmente di colore blu-verde intenso (come risulta in questa immagine), tuttavia occasionalmente il Mar Rosso si tinge di rosso-marrone a causa del proliferare delle alghe, fenomeno che muta il colore dell’acqua quando le alghe muoiono.

L’area offre molte opportunità per attività subacquee. Al centro dell’immagine possiamo osservare una serie di banchi corallini, che ospitano una ricca varietà di vita marina. Le variazioni di colore dell’acqua che circonda le isole ed a destra dell’immagine ne indicano la profondità: in particolare, le aree più chiare sono indicative di fondali più bassi rispetto alla vasta estensione di acque di colore blu, che domina l’immagine.

In alto a destra possiamo riconoscere la punta occidentale del territorio dell’Arabia Saudita – in particolare il bel promontorio disabitato Ras Al-Sheikh Hameed. Qui il colore rosso indica aree con livelli di umidità più alti all’interno di un territorio viceversa deserto ed arido, mentre il colore bianco è dovuto al sale.

Sentinel-2 è una missione composta da due satellite progettati per il monitoraggio del territorio, in grado di fornire immagini del territorio e delle superfici marine, delle aree costiere e dei corsi d’acqua di terra, nell’ambito del programma europeo di monitoraggio ambientale denominato Copernicus.

Questa immagine è stata acquisita in data 11 aprile 2017 ed è stata presentata anche all’interno del programma Earth from Space.

Scarica Immagine MediumRes (1,22 MB - .JPG)
Scarica Immagine HighRes (114,93 MB - .TIF)

 

---

 

Sharm El Sheikh

The Copernicus Sentinel-2 satellite takes us over Sharm El Sheikh, Egypt. Famous as a resort on the southern tip of the Sinai Peninsula, this coastal strip along the Red Sea is peppered with bars, restaurants and hotels. The ancient Greeks and Romans are thought to have taken their holidays in Egypt as long ago as the 4th century BC.

This striking true-colour image shows the Gulf of Aqaba at the top centre, feeding into the Red Sea – home to some of the hottest and saltiest seawater in the world. The Red Sea is connected to the Mediterranean Sea via the Suez Canal, one of the world’s busiest waterways.

Usually an intense blue-green, as captured in this image, the Red Sea is known, on occasion, to turn reddish-brown owing to algal blooms, which change the colour of the sea when they die off.

The area offers many opportunities for diving. In the centre of the image we can see a series of coral reefs, which host rich marine life. The variations in the colour of the water surrounding the islands and in the right of the image represent the depth of water – the lighter areas show more shallow waters than the vast expanse of deep blue, which dominates the image.

In the top-right of the image we can see the western tip of mainland Saudi Araba – the beautiful and uninhabited sandy cape of Ras Al-Sheikh Hameed. Here, the red colour represents areas with higher levels of moisture in an arid, desert landscape, whilst the white colour represents salt.

Sentinel-2 is a two-satellite mission for land monitoring, providing imagery of soil and water cover, inland waterways and coastal areas, for Europe’s Copernicus environmental monitoring programme.

This image, which was captured on 11 April 2017, is also featured on the Earth from Space programme.

(Fonte: ESA - Image of the week: "Sharm El Sheikh". Traduzione: Gianluca Pititto)

 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/khdd9

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche

Reach RS2
DJI
VidaLaser

Naviga per temi

webGIS protezione civile telespazio osservazione dell'universo terremoti codevintec technologyforall ortofoto dati geografici esa terra e spazio open geo data geofisica terrelogiche rndt posizionamento satellitare droni smart mobility asi metadati autocad leica geosystems remote sensing satelliti esri italia pianificazione realtà virtuale trasporti spazio Harris ingv topcon cosmo skymed sentinel GIS tecnologie avanzate stazione totale BIM catasto copernicus telerilevamento autonomous vehicle trimble 3D geolocalizzazione sar aerofotogrammetria slam galileo openstreetmap smartphone geomatica FOIF esri realta aumentata ambiente cartografia ict utility top GTER scansione 3D energia microgeo sicurezza rischio geologia infrastrutture modellazione 3d Stonex sinergis mappe fotogrammetria sensore geomax coste cnr misurazione CAD rilievo autodesk asita uav app flytop archeologia ISPRA rilievo 3d eGEOS laser scanner teorema 3DTarget geospatial lidar tecnologia beni culturali geodesia progettazione INSPIRE arcgis topografia territorio nuvole di punti Epsilon Italia dati agricoltura faro reti tecnologiche leica ricevitori catasto europeo planetek mare INTERGEO Toponomastica formazione open source Bentley big data scienze della terra digital geography gestione emergenze termografia in cantiere apr monitoraggio satelitare oceanografia geoportale meteorologia interferometria qgis monitoraggio urbanistica intelligenza artificiale hexagon gps open data osservazione della terra mobile mapping drone cantiere GNSS internet of things storytelling uso del suolo dissesto idrogeologico servizi terremoto smart city mobilita
Planetek ImageryPack
GIS g3w suite Qgis

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

internazionalizzazione

mediaGEO ha ricevuto supporto finanziario dalla Regione Lazio per il progetto di Internazionalizzazione relativo al POR - FESR 2014 2020 - clicca qui per i dettagli

geomediaonline

Redazione mediaGEO soc. coop. - Via Palestro 95 00185 Roma - P.I: 11534171001 - Tel. +39 06 64871209 - info@mediageo.it  - Termini di utilizzo - Privacy policy