Ortofoto vere da immagini digitali aeree in ArcGIS Pro

Stampa

La nuova versione del software ArcGIS Pro di Esri offre la possibilità di utilizzare immagini stereo, uno strumento di grande utilità per coloro che desiderano digitalizzare e utilizzare dati vettoriali 3D. La stereoscopia consente la visualizzazione 3D del territorio ed  da sempre la base per la realizzazione della cartografia tecnica.

A volte però può sembrare complicato utilizzare immagini stereo ed anche se esiste una pagina di aiuto di Esri su questo argomento, è bene leggere dei tutorial adeguati. Ovviamente per fare un test del sistema è giusto precisare che non si può semplicemente scaricare alcune immagini stereo e utilizzarle attraverso un processo. Lungi da questo: c'è bisogno delle specifiche del rilievo e dei certificati di calibrazione della camera. In caso contrario, sono necessarie le specifiche del sensore della  camera e le informazioni della configurazione durante l'acquisizione; questo includerà informazioni come il formato dell'immagine, la dimensione dei pixel, il punto principale e la lunghezza focale come minimo e la tabella con le informazioni specifiche dei punti di presa dell'immagine (posizione N, E, Q, rotazioni omega, phi, kappa, etc.).

Un ottimo tutorial, ma in inglese purtroppo, è disponibile su XYHT qui:

https://www.xyht.com/aerialuas/using-ortho-imagery-digital-aerial-in-arcgis-pro/ 

(Fonte XYHT)


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche