itzh-CNenfrdeptrues
Reykjavik,  la capitale dell’Islanda

ESA - Immagine della settimana: Reykjavik (08 luglio 2018)

Il satellite Sentinel-2A del programma europeo Copernicus ci trasporta sopra Reykjavik, la capitale dell’Islanda (guardala/scaricala in bassa risoluzione).

L’Islanda è un’isola vulcanica famosa per i suoi ghiacciai, i suoi laghi, i suoi vulcani, per la lava e le sue sorgenti calde. Costituisce dunque un’attrattiva turistica valida tutto l’anno grazie al suo vasto patrimonio di meraviglie naturali.

Questa immagine in colori reali, acquisita in data 1 novembre 2017, mostra la piccola città di Reykjavik, in cui risiedono circa 120 mila abitanti: è visibile nella parte centrale bassa dell’immagine. La città portuale di Akranes, che si trova a circa 20 km a nord della capitale, risulta anch'essa visibile – di colore grigio – proprio al centro dell’immagine. Tra le due sorge il monte Esja, che raggiunge circa 900 m di altitudine e realizza un notevole scenario sullo sfondo della capitale.

Nella parte alta sinistra dell’immagine, ‘pseudodoline’  sono riconoscibili come piccoli punti di colore verde scuro diffusi attraverso l’area di color marrone rossastro. Le pseudodoline sono state originate da blocchi di ghiaccio distaccatisi dai ghiacciai e che poi sono finiti sepolti nella piana sedimentaria. Quando questi blocchi di ghiaccio sepolto si sono sciolti hanno lasciato delle cavità, che sono state poi riempite dall’acqua, dando origine a dei laghi detti appunto pseudodolina. Spesso si trovano in aree che risultavano ricoperte di ghiaccio durante l’ultima era glaciale, era che ebbe termine circa 12000 anni fa. Queste formazioni sono comuni negli Stati Uniti all’interno dello stato del Michigan, ma presenti anche in regioni della Germania, dell’Austria e del Regno Unito.

La missione Sentinel-2 ha il compito di monitorare i nostri cambiamenti di territorio. Progettata in particolare per monitorare la vegetazione, tuttavia può anche rilevare differenze in aree caratterizzate da vegetazione scarsa, oppure può identificare la composizione minerale del suolo, proprio come rilevato in Islanda.

Scarica Immagine MediumRes (6,52 MB - .JPG)
Scarica Immagine HighRes (859,61 MB - .TIF)

 

---

 

Reykjavik

 

The Copernicus Sentinel-2A satellite takes us over the capital of Iceland, Reykjavik.

As a volcanic island famous for its volcanoes, glaciers, lakes, lava and hot springs, Iceland attracts tourists all year round with its vast array of natural wonders.

This true colour image, captured on 1 November 2017, shows us the small city of Reykjavik, home to around 120 000 people, and seen in the lower central part of the image. The port town of Akranes, 20 km north of the capital, is also shown in grey in the centre of the image. In between the two lies Mount Esja, standing just over 900 m tall, and providing a dramatic backdrop to the capital.

In the upper left part of the image, ‘kettle holes’ are visible as small dark green dots scattered across the reddish brown area. Kettle holes are formed when blocks of ice break away from glaciers and then become buried in outwash. When these buried blocks of glacier ice melt away they leave behind holes, which become filled with water and turn into kettle hole lakes. They are often found in areas that were covered in ice during the last ice age, which ended around 12 000 years ago. Kettle holes are common in Michigan in the United States, as well as in parts of Germany, Austria and the UK.

The Sentinel-2 mission is tasked with monitoring our changing lands. Designed specifically to monitor vegetation, it can also detect differences in sparsely vegetated areas, as well as the mineral composition of soil, as found in Iceland.

(Fonte: ESA - Image of the week: "Reykjavik". Traduzione: Gianluca Pititto)

 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kh8yy

Vedi anche

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps