Harris
3D Target

I vantaggi CAM2 della realtà virtuale per il BIM

La realtà virtuale (VR) si sta ormai diffondendo in diversi settori ed è disponibile attraverso i dispositivi di utilizzo quotidiano. Anche nell’ambito edile essa può essere considerata un’opportunità, tanto più che adesso è immediatamente disponibile grazie a modelli derivanti direttamente dal rilievo 3D, senza dover passare da modelli 3D BIM creati appositamente.

Inoltre, offre una modalità di visualizzazione e di interpretazione del rilievo decisamente più intuitiva e interattiva, rispetto a quella tradizionale in 2D, spesso difficilmente interpretabile anche dagli addetti ai lavori.

“I progressi registrati dai visori di realtà virtuale commerciali e domestici ci hanno fatto pensare che esista un mercato in espansione. Fornire quindi un contenuto da visualizzare in VR direttamente sui nostri software di rilievo è stato uno sviluppo logico”, ha dichiarato Oliver Buerkler, Construction Product Manager di FARO. “Il nostro software CAM2 SCENE 7.1 rappresenta la prima incursione in questo settore, garantendo un'esperienza di realtà virtuale immersiva”.

Il tradizionale software per la documentazione 3D si evolve per rispondere alle esigenze in costante evoluzione dei progettisti. CAM2 SCENE 7.1 consente agli utenti di visualizzare, comodamente dal proprio ufficio o dalla propria postazione di lavoro, un intero progetto - cioè l'intera gamma delle scansioni correlate - in realtà virtuale 3D attraverso visori di realtà virtuale compatibili, come Oculus Rift o HTC Vive.

Questo migliora sensibilmente la fruizione del rilievo e riduce i tempi di realizzazione dei progetti, consentendo ai professionisti che operano in architettura, ingegneria ed edilizia, di simulare ed effettuare rapidamente confronti con la realtà in situazioni in cui è necessario, per esempio, valutare la documentazione as-built, ricostruire scene del crimine o di incidenti o ottimizzare i piani di progettazione.

“La virtual reality garantisce la democratizzazione dei dati, sin dalle prime fasi di un progetto. In questo modo l’informazione del rilievo può essere condivisa da tutti gli attori coinvolti nel progetto, consentendo di comprendere appieno quello che viene descritto con la diretta conseguenza di poter prendere decisioni basate su informazioni chiare e dettagliate in merito al sito ispezionato”, ha aggiunto Oliver Buerkler.

Il software CAM2 SCENE 7.1 offre un'esperienza di realtà virtuale immersiva con l'integrazione di dettagliate texture fotografiche e di rendering dei dati di scansione 3D in modo così veloce da sembrare generate in tempo reale. SCENE 7.1 va ben oltre il concetto comune alla maggior parte delle soluzioni industriali di realtà virtuale secondo cui "vedere meglio è comprendere meglio". La nuova release di CAM2 migliora la produttività, consentendo agli utenti di effettuare/acquisire istantanee, inserire commenti o note specifiche per immagini e navigare nella mappa panoramica del sistema in tempo reale, il tutto senza mai dover uscire dall'ambiente di realtà virtuale.

CAM2 SCENE 7.1 VR Dialog and Measurement Herder Church

Quando si visualizzano i dati scansionati, gli utenti posso “vagare” liberamente: la possibilità di visualizzare un ambiente in un modo naturale, scrutando negli angoli e spostando lo sguardo dall’alto verso il basso è un modo molto più naturale di esaminare i dettagli (intricati o meno) di qualsiasi spazio.

Durante le fasi di costruzione e le attività del cantiere, questi strumenti garantiscono standard elevati di salute e sicurezza del progetto tramite diversi scenari. La programmazione dei lavori di costruzione può essere compresa meglio grazie all’aggiornamento frequente dei dati di rilevamento, consentendo ai progettisti di comprendere lo stato attuale della costruzione e conoscere il cantiere prima di avviare qualsiasi lavoro. È possibile esercitarsi per operazioni tecnicamente difficili in un ambiente totalmente virtuale ma estremamente realistico, consentendo di familiarizzare con il sito prima del lavoro fisico, verificare particolari difficoltà di accesso (se presenti) e prepararsi per svolgere il proprio lavoro in modo efficiente e senza intoppi.

Fonte: FARO Technologies


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/k4w9a

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche

VidaLaser

Naviga per temi

osservazione della terra progettazione sinergis teorema tecnologie avanzate open source termografia spazio slam archeologia catasto europeo rischio 3DTarget INSPIRE reti tecnologiche dissesto idrogeologico in cantiere mappe mare Digital Twins copernicus app beni culturali esa uso del suolo mobilita dati geospaziali telerilevamento remote sensing geomax informazione geografica osservazione dell'universo ict formazione droni stazione totale flytop scienze della terra lidar smart city monitoraggio satelitare rilievo cosmo skymed rndt digital geography sar servizi big data terrelogiche monitoraggio scansione 3D technologyforall geofisica energia protezione civile openstreetmap asi INTERGEO vidalaser autocad realtà virtuale mobile mapping intelligenza artificiale osservazionedella terra trasporti Epsilon Italia trimble GTER autodesk uav terremoto infrastrutture 3D esri fotogrammetria webGIS leica geosystems apr storytelling geoportale sentinel terra e spazio GNSS utility codevintec qgis geomatica catasto nuvole di punti Toponomastica arcgis CAD sensore tecnologia pianificazione planetek posizionamento satellitare open geo data territorio ingv cnr rilievo 3d ricevitori BIM ambiente interferometria modellazione 3d Stonex drone internet of things hexagon meteorologia microgeo dati topografia galileo faro ISPRA agricoltura Harris smart mobility cartografia gps geodesia asita open data FOIF satelliti smartphone geolocalizzazione misurazione leica gestione emergenze sicurezza metadati GIS esri italia cantiere top realta aumentata dati geografici topcon coste oceanografia laser scanner ortofoto aerofotogrammetria geospatial urbanistica geologia
Planetek ImageryPack
GIS g3w suite Qgis
intergeo

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

internazionalizzazione

mediaGEO ha ricevuto supporto finanziario dalla Regione Lazio per il progetto di Internazionalizzazione relativo al POR - FESR 2014 2020 - clicca qui per i dettagli

geomediaonline

Redazione mediaGEO soc. coop. - Via Palestro 95 00185 Roma - P.I: 11534171001 - Tel. +39 06 64871209 - info@mediageo.it  - Termini di utilizzo - Privacy policy