itzh-CNenfrdeptrues
3D Target

Il modello BIM di Parigi

Mentre i lavori di sicurezza sulla Torre Eiffel sono iniziati lo scorso settembre, la città di Parigi ha recentemente firmato un accordo di collaborazione con il gigante Autodesk per creare un modello 3D della famosa Iron Lady e dei suoi dintorni. Ciò consentirà al comune di visualizzare e analizzare i progetti di sviluppo futuri più facilmente.

 

Abituato alla modellazione 3D di progetti su larga scala (come la diga di Hoover e i suoi 7 milioni di tonnellate di cemento negli Stati Uniti), Autodesk ha approfittato di BIM World, per firmare un nuovo accordo di partnership. La città di Parigi ha affidato allo specialista del design digitale il difficile compito di trascrivere un modello 3D di uno dei suoi siti più famosi: la Torre Eiffel.

Questa associazione inedita è un seguito diretto della volontà del municipio di riqualificare il sito storico della Torre Eiffel, attraverso il dialogo competitivo intitolato "Site Tour Eiffel – découvrir, approcher, visiter ". In questo contesto, la città di Parigi si affida al modello 3D per avere un'idea più precisa di come i progetti candidati possano integrarsi nell'ambiente della Signora di Ferro.

"C'est une nouvelle manière de faire la ville : avec ces technologies 3D nous pourrons visualiser les propositions d'aménagement des équipes de maîtrise d'oeuvre. Le BIM permettra d'améliorer les projets grâce à une meilleure vision de leur insertion dans le site. Les parisiennes et les parisiens pourront mieux comprendre et juger les différents projets »", ha detto Jean-Louis Missika, vice sindaco di Parigi, responsabile della pianificazione urbana, dell'architettura, dei progetti di Parigi e dello sviluppo economico della città.

"Si le dessin de la Tour Eiffel est connu de tous dans le monde entier, l'expérience de ses visiteurs dans son ensemble est plus compliquée à appréhender. Sa modélisation par Autodesk nous permettra de prendre en compte cet aspect essentiel du dialogue compétitif, et de juger au mieux les propositions des équipes candidates", aggiunge Jean-François Martins, vice responsabile dello sport, del turismo, delle Olimpiadi e dello sport.

Progetti più realistici e un'esperienza dei visitatori ottimizzata

Da parte sua, Nicolas Mangon, Senior Vice President AEC (Architecture, Engineering, Construction) Strategy and Business Marketing di Autodesk, ritiene che "l'intégration d'un modèle numérique 3D et d'une démarche BIM dans un concours de ce niveau enrichit la démarche créative en permettant de simuler rapidement différentes hypothèses de conception et de vérifier visuellement leurs cohérences."

Infatti, grazie a questo processo di modellazione numerica, Autodesk sarà in grado di integrare direttamente le diverse proposte dei team selezionati al fine di ottenere una visualizzazione più precisa delle infrastrutture. Il modello 3D si baserà, a tale scopo, sui dati precedentemente recuperati dagli specialisti BIM. Il rispetto per il patrimonio storico, la semplificazione della consultazione o la possibilità di adottare il punto di vista del visitatore sono tutti vantaggi offerti da questa iniziativa.

I turisti, appunto, saranno al centro della strategia della città di Parigi. La modellazione 3D del sito della Torre Eiffel consentirà la visualizzazione di tutti i percorsi dei visitatori proposti, con un forte desiderio di "migliorare la qualità dei percorsi pedonali dal trasporto pubblico". Il comune spera anche di "offrire più servizi lungo tutto il percorso, ma anche un'offerta culturale per riscoprire la ricca storia e il patrimonio del sito".

Comunque sia, questo approccio parigino è perfettamente in linea con la strategia BIM del governo, che ha appena lanciato la piattaforma KROQI  in questa direzione. "L'adoption du BIM s'accroît en France et son utilisation par la Ville de Paris dans ce cadre démontre toute la puissance et les bénéfices de cette démarche", conclude Nicolas Mangon.

E' stata una sfida entusiasmente per Autodesk la realizzazione del modello 3D. La tecnologia di scansione laser LiDAR, tecnologia con cui è stata portata a termine la mappatura del sito, ha generato 194 gruppi di nuvole di punti e fotografie aeree con una risoluzione dai 2 ai 5 cm nonché 342 GB di dati di nuvole di punti (cioè circa 10 miliardi di punti), utilizzabili per creare modelli 3D sia in Autodesk InfraWorks che in 3ds Max.

Il modello BIM, che rappresenta con grande dettaglio un’area di 2,4 Kmq, verrà quindi utilizzato dalla città di Parigi come base che sarà fornita a tutti i partecipanti alla gara per la riqualificazione della zona.

Guarda il video del modello 

Fonte: www.gisinfrastrutture.it


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/k4w9x

Vedi anche

Trimble Italia
Trimble Italia
Getac palmari e pc fully ragged blindati
ProfiloColore
AeroVision

Naviga per temi

mare leica open data Stonex in cantiere urbanistica ambiente topcon leica geosystems Toponomastica geomatica rndt webGIS esri italia ict aerofotogrammetria cartografia codevintec smartphone geofisica hexagon termografia asi terra e spazio uav oceanografia modellazione 3d sar fotogrammetria lidar sviluppo sostenibile uso del suolo galileo INTERGEO realta aumentata dati geografici numerazione civica trimble technologyforall geomax open source sinergis topografia osservazione dell'universo geologia BIM CAD catasto europeo copernicus stazione totale laser scanner flytop smart mobility storytelling qgis mobilita open geo data big data sentinel territorio geospatial tecnologia ricevitori gps energia mappe internet of things scansione 3D rilievo geolocalizzazione apr GNSS autodesk 3D scienze della terra OGC catasto misurazione coste servizi flyr faro cosmo skymed mobile mapping planetek rilievo 3d remote sensing Bentley Harris telerilevamento multispettrale ISPRA nuvole di punti utility cantiere posizionamento satellitare autocad app sensore spazio top story realtà virtuale protezione civile eGEOS GIS infrastrutture ortofoto top top world smart city agricoltura sicurezza archeologia multibeam dissesto idrogeologico esri osservazione della terra droni asita ingv intelligenza artificiale monitoraggio formazione SIFET arcgis digital geography terremoto beni culturali metadati trasporti esa progettazione gestione emergenze meteorologia terremoti interferometria cnr FOIF INSPIRE reti tecnologiche openstreetmap tecnologie avanzate rischio dati beidou e-geos pianificazione geoportale geodesia satelliti
VidaLaser

Il video del mese

intergeo

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps