itzh-CNenfrdeptrues
3D Target

Da Geo-Fly uno starter-kit efficiente per fare topografia con i droni

Il recente fascino esercitato dai veicoli a pilotaggio remoto sui topografi nasce sicuramente dalla possibilità di poter effettuare riprese “aerofotogrammetriche” ora alla portata di tutti. Certamente l’esplosione dell’uso del mezzo ha rasentato situazioni vicine al gaming e all’hobby dell’aeromodellismo.

Basti pensare alle fabbriche di droni avviate da parte di hobbisti del settore aeronautico che hanno visto finalmente la possibilità di realizzare qualcosa di più professionale adatto anche a scopi di telerilevamento e mappatura del territorio.

Ovviamente il tutto è relativo e il sistema aerofotogrammetrico da drone si dirige ad aree molto limitate. Ma è proprio in queste aree che giungono notizie e richieste per mettere a fuoco le soluzioni più rispondenti alle esigenze di una topografia operativa tradizionale e catastale. 

L’associazione Geo-fly che nasce come riflesso naturale alle esigenze culturali e tecniche di alcuni professionisti del settore che operano a diverso livello nel mondo dell’immagine, della geomatica e della documentazione del territorio, del mondo costruito e dei beni culturali ha inglobato in questo dominio applicativo le tecniche e le applicazioni della robotica o dei sistemi SAPR, generando una proposta interessante per i lettori di GEOmedia, a cui si dirige. 

La proposta si basa sulla scelta della spesa minore da effettuare per essere operativi con un sistema di ripresa aerea a pilotaggio remoto la cui qualità sia accettabile nei termini di un uso speditivo o avanzato di un sistema di base che possa diventa una “daily fly utility” o semplicemente aggiungendo ai propri strumenti una camera fotografica volante, cosi come è scritto sul sistema di base Spark DJI o semplicemente lo “sparkino”, come viene chiamato dagli addetti ai lavori. Disponendo di una camera da 12 MegaPixel con focale 4.5 mm, viene assicurato un pixel a terra di circa  1 cm volando a 30 metri di altezza.

Per chi vuole approcciare questo mondo senza investire tempo e capitali è possibile testare le possibilità attraverso un drone come lo SPARK di DJI, che può essere pilotato senza il Patentino per APR, ma semplicemente attraverso la registrazione ENAC e una assicurazione che copra eventuali danni. Insieme al fai da te integrale (potete seguire i vari tutorial internet su come fare tutto ciò autonomamente), potete acquistare il servizio da diversi operatori o associazioni di utenti che fanno questo servizio per voi, e infine un drone come fosse un telefonino o una semplice macchina fotografica volante.

La GeoFly per perseguire i suoi scopi ha attivato una particolare offerta per i lettori di GEOmedia (compreso rivistageomedia.it e geomediaonline.it) che vede la fornitura dell’intero complesso di strumenti, autorizzazioni, formazione ed assicurazioni ad un particolare prezzo ottenuto in seguito alla stipula di particolari accordi con i fornitori.

  • Drone DIJ Spark 
  • Kit di alleggerimento (per portarlo sotto i 300g di peso)
  • Corso di formazione all’uso in differenti scenari (Topografia, Territorio, Archeologia, Infrastrutture)
  • Registrazione ENAC
  • Assicurazione annuale

Totale                                                                                                                       1.430 Euro + Iva

Offerta prenotabile al seguente link:

http://www.geo-fly.org/spark/

 Vi consigliamo la lettura dei seguenti articoli per approfondimenti sul tema:

http://www.geo-fly.org/droni-e-topografia-con-spark-dji-coppia-perfetta-e-senza-patentino/

http://www.geo-fly.org/autopilot/  

 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/k4983

Vedi anche

Trimble Italia
Trimble Italia
Getac palmari e pc fully ragged blindati
ProfiloColore
AeroVision

Naviga per temi

teorema geofisica cantiere ricevitori openstreetmap trimble tecnologia e-geos ict aerofotogrammetria stazione totale nuvole di punti agricoltura GNSS Bentley satelliti microgeo intelligenza artificiale digital geography coste ISPRA smart mobility infrastrutture osservazione dell'universo trasporti geomax big data scansione 3D sinergis dati geografici reti tecnologiche rilievo energia telerilevamento posizionamento satellitare CAD rndt Toponomastica INTERGEO top esri italia top story geolocalizzazione sar webGIS copernicus Harris osservazione della terra GIS mobile mapping faro smart city top world topcon flyr internet of things utility gestione emergenze app remote sensing territorio oceanografia 3D realtà virtuale open geo data mappe servizi geologia sicurezza metadati geomatica storytelling leica rilievo 3d open source interferometria FOIF dati Here qgis geodesia geospatial galileo tecnologie avanzate dissesto idrogeologico multispettrale protezione civile terremoti OGC autocad gps lidar smartphone geoportale progettazione scienze della terra droni laser scanner in cantiere INSPIRE mare realta aumentata leica geosystems cosmo skymed esri fotogrammetria codevintec rischio beidou asita uso del suolo asi BIM beni culturali hexagon apr uav ortofoto technologyforall ingv sentinel arcgis esa SIFET autodesk ambiente terra e spazio pianificazione mobilita terremoto cnr spazio flytop formazione open data eGEOS misurazione modellazione 3d urbanistica cartografia catasto meteorologia sensore termografia catasto europeo archeologia monitoraggio topografia planetek Stonex
VidaLaser

Il video del mese

intergeo

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps