itzh-CNenfrdeptrues
Hexagon GSP
Harris
3D Target
Area del vulcano attivo Monte Mayon sull’isola di Luzon (Filippine)

ESA - Immagine della settimana: Monte Mayon (28 maggio 2018)

Il satellite Sentinel-1B del programma europeo Copernicus ci porta sulla verticale di uno dei vulcani più attivi al mondo: il Monte Mayon sull’isola di Luzon, nelle Filippine (guardala/scaricala in bassa risoluzione).

Luzon è la più grande isola delle Filippine ed ospita la maggior parte dei vulcani attivi dell’intera nazione. Questo vulcanismo è collegato con i processi di tettonica a placche, a causa del quale il fondale del Mar Cinese meridionale viene trascinato nel mantello della Fossa di Manila, che si trova ad ovest dell’isola.

L’immagine mostra appena parte dell’estremo meridionale di questa grande isola, area in cui appaiono non meno di cinque vulcani.

Mentre il Monte Mayon – il vulcano più a sud nell’immagine- è famoso sia per la sua forma perfetta, sia per essere uno dei più attivi al mondo, gli altri quattro vulcani che sono presenti nell'area attualmente sono dormienti oppure sono estinti. Soprannominato ‘vulcano perfetto’ grazie alla sua simmetria, il Monte Mayon ha una classica forma a cono, originata dalla sovrapposizione di molti strati di lava solidificata. Questo vulcano erutta di frequente, con l’eruzione più recente risalente al gennaio di quest’anno.

Questa immagine è stata acquisita il 16 gennaio 2018 e mentre il radar satellitare tipicamente non è impiegato per rilevare flussi di lava incandescente, il modo in cui è stata processata rivela di fatto una linea rosa che corre giù lungo il fianco sud-est del vulcano e che corrisponde al flusso di lava mostrato dalle immagini ottiche ottenute da satellite come Sentinel-2.

Il verde brillante che predomina nell’immagine corrisponde a vegetazione, il verde più chiaro ed il rosa indicano città, mentre il blu segnala campi coltivati.

Mentre la missione radar di Sentinel-1 viene utilizzata per molteplici applicazioni di tutti i giorni, essa viene tuttavia impiegata anche per rilevare movimenti del terreno, attività fondamentale per monitorare spostamenti dovuti a terremoti e sollevamenti vulcanici.

Scarica Immagine MediumRes (2,99 MB - .JPG)
Scarica Immagine HighRes (246.61 MB - .TIF)

 

---

 

Mount Mayon

 

The Copernicus Sentinel-1B satellite takes us over one of the most active volcanos in the world: Mount Mayon on the island of Luzon in the Philippines.

Luzon is the biggest island in the Philippines and home to most of the country’s active volcanoes. This volcanism is associated with plate tectonic processes where the floor of the South China Sea is being drawn down into the mantle along the Manila Trench, which is to the west of the island.

The image just shows part of the southern end of this large island, but features no less than five volcanoes.

While Mount Mayon – the most southerly volcano in the image – is famous not only for being perfectly formed, but also for being one of the most active in the world, the other four volcanoes in the image are actually either dormant or extinct. Dubbed a perfect volcano because of its symmetry, Mount Mayon has a classical conical shape, built up by many layers of hardened lava. It erupts frequently with the most recent eruption occurring in January this year.

This image was captured on 16 January 2018 and while satellite radar isn’t typically used to detect hot lava flows, the way it has been processed reveals a pink line running down the southeast flank of the volcano that matches the flow of lava in optical images from satellites such as Sentinel-2.

The predominant bright green in the image corresponds to vegetation, the lighter green and pink to towns and the blue to cultivated fields.

While the Sentinel-1 radar mission is used for a myriad of everyday applications, it is also used to detect ground movement, which is essential for monitoring shifts from earthquakes and volcanic uplift.

(Fonte: ESA - Image of the week: "Mount Mayon". Traduzione: Gianluca Pititto)


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kh8yc

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche

Reach RS2

Naviga per temi

asita monitoraggio satelitare mobilita openstreetmap Bentley geolocalizzazione misurazione metadati ingv INTERGEO ricevitori asi posizionamento satellitare open data interferometria scienze della terra realtà virtuale meteorologia protezione civile territorio pianificazione terrelogiche storytelling BIM sinergis aerofotogrammetria big data Epsilon Italia urbanistica terremoto monitoraggio open geo data trimble geofisica oceanografia catasto esri italia rndt Stonex digital geography gestione emergenze geodesia copernicus uav internet of things top agricoltura ict nuvole di punti autodesk hexagon GTER utility reti tecnologiche cosmo skymed topografia terra e spazio sar Toponomastica remote sensing autonomous vehicle rischio spazio dati geografici catasto europeo codevintec coste termografia flytop leica dati top world qgis technologyforall osservazione della terra open source geologia energia eGEOS lidar beidou progettazione telerilevamento stazione totale dissesto idrogeologico INSPIRE arcgis GNSS fotogrammetria webGIS gps rilievo esa mappe sicurezza osservazione dell'universo Harris terremoti realta aumentata ambiente rilievo 3d laser scanner 3D satelliti scansione 3D cartografia servizi mobile mapping cantiere esri app autocad geoportale leica geosystems tecnologie avanzate tecnologia topcon GIS cnr FOIF sentinel droni teorema galileo formazione ISPRA faro SIFET intelligenza artificiale planetek apr archeologia beni culturali in cantiere trasporti geomatica geospatial sensore geomax ortofoto smart city modellazione 3d smartphone smart mobility infrastrutture Here CAD mare uso del suolo microgeo
VidaLaser
intergeo

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps