itzh-CNenfrdeptrues
3D Target

Un altro tassello si aggiunge alla lenta costruzione di Galileo con il Centro di Riferimento di Noordwijk nei Paesi Bassi

L'inaugurazione ufficiale del Centro di riferimento Galileo si è svolta il 16 maggio 2018 a Noordwijk, nei Paesi Bassi. Il Centro rappresenta un altro elemento cruciale del programma Galileo ora in atto, a supporto della fornitura di servizi al sistema centrale e ai suoi utenti.

Se, come riportato su Wikipedia, il programma ha avuto ufficialmente inizio a maggio del 2003 (ma concepito molto prima) possiamo oggi festeggiare la ricorrenza dei  suoi primi 15 anni. Sono molti e per le tecnologie in ballo forse troppi per garantire che al momento della sua entrata in funzione, gli acciacchi del tempo non producano già i primi danni. ll programma prevede la piena operatività a breve, nel 2020, ma già gli orologi hanno cominciato a dare segni di sofferenza, secondo quanto comunicato dall'ESA un anno fa quando venne data la notizia di malfunzionamenti senza rivelare la motivazione. Per non parlare poi dei due satelliti che sono andati perduti per errore del lancio.

E nel mentre la macchina burocratica del sistema di gestione europeo arranca per diffondere i servizi di pubblica utilità che potrà offrire il sistema, altri paesi costruiscono sistemi alternativi. I cinesi in pochi anni hanno messo in orbita il sistema Beidou con cui concludono accordi internazionali quali quelli in atto con l'Albania, gli Emirati Arabi, l'Argentina. La Russia ha ripotenziato da tempo il sistema GLONASS e ovviamente gli americani non sono stati fermi a guardare con il rinnovamento del loro sistema GPS che è attualmente in atto e sarà completamente ripotenziato e rinnovato entro il 2023.

Intervenendo all'inaugurazione del Galileo Reference Center (GRC) a Noordwijk, Pierre Delsaux, direttore generale aggiunto della DG GROW della Commissione Europea, ha dichiarato che Galileo sta fornendo quello che si richede: nuovi servizi basati sui sistemi spaziali, per nuovi consumatori, il che significa crescita economica e più posti di lavoro per i cittadini europei.
"L'uso dei satelliti è più importante del loro lancio", ha affermato Delsaux. "Le persone devono essere consapevoli di tutto ciò che è reso possibile dallo spazio, vogliamo che le nostre imprese crescano e utilizzino lo spazio, investiamo denaro e investiamo denaro in Europa perché vogliamo benefici economici per l'Europa".

Ma quale è la missione di questo nuovo Centro? Un monitoraggio a 360 gradi che comprende anche valutazioni di rendimento rispetto agli altri sistemi concorrenti. Tra i deliverable prodotti dal Centro ci sono rapporti regolari, su basi giornaliere, mensili e trimestrali. "Il primo rapporto trimestrale è già disponibile", ha affermato Buist, "e rivela prestazioni eccellenti di Galileo, molto meglio rispetto all'obiettivo di precisione di 7m, nonostante il fatto che il sistema completo non sia ancora implementato".

(Fonte GSA)


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/k4wd8

Vedi anche

Trimble Italia
Trimble Italia
Getac palmari e pc fully ragged blindati
ProfiloColore
AeroVision

Naviga per temi

monitoraggio satelitare ambiente leica progettazione terremoto sensore open geo data Here uso del suolo termografia topografia sentinel autocad top world GIS big data aerofotogrammetria esri italia rilievo 3d monitoraggio topcon hexagon smartphone servizi INTERGEO OGC realtà virtuale ict pianificazione top laser scanner open source cartografia sicurezza tecnologie avanzate beni culturali meteorologia internet of things terra e spazio misurazione ingv telerilevamento catasto dati geografici FOIF catasto europeo dati smart city geomax app autodesk mappe galileo planetek GTER terrelogiche utility protezione civile mare oceanografia openstreetmap microgeo formazione digital geography dissesto idrogeologico scansione 3D storytelling sinergis esri modellazione 3d scienze della terra terremoti 3D teorema lidar copernicus eGEOS GNSS energia interferometria Bentley esa autonomous vehicle asita stazione totale satelliti webGIS rndt archeologia arcgis osservazione della terra metadati realta aumentata rischio mobilita ortofoto flytop smart mobility in cantiere trimble territorio CAD spazio trasporti remote sensing Toponomastica ISPRA geolocalizzazione rilievo intelligenza artificiale infrastrutture osservazione dell'universo leica geosystems coste geomatica BIM apr INSPIRE faro asi cantiere mobile mapping geologia gps Epsilon Italia open data geoportale SIFET codevintec droni agricoltura urbanistica infrastrutture innovative ricevitori nuvole di punti qgis posizionamento satellitare cosmo skymed Stonex Harris geofisica cnr sar uav technologyforall reti tecnologiche geodesia tecnologia geospatial fotogrammetria
VidaLaser

Il video del mese

Planetek ImageryPack
GeoBusiness 2020

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps