Clima: nasce a Venezia il nuovo Centro Studi della Università Ca’ Foscari

Stampa

L'Università Ca' Foscari Venezia e la Fondazione CMCC (Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici) il 13 Aprile prossimo durante un evento pubblico, inaugureranno il Centro di studi sul clima "CMCC@Ca' Foscari".

Innovazione, ricerca d'avanguardia e dimensione internazionale: si chiama CMCC@Ca'Foscari la nuova realtà nata dalla collaborazione tra l’Università Ca’ Foscari Venezia e la Fondazione CMCC - Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici. Ospitato presso il VEGA Parco Scientifico Tecnologico di Venezia, il Centro porta in Laguna una nuova realtà di rilievo, ai vertici della ricerca mondiale sui cambiamenti climatici.
L'inaugurazione avrà luogo venerdì 13 Aprile 2018, ore 11.30 - 13.00, presso il Parco Scientifico Tecnologico Vega a Venezia Marghera.

PROGRAMMA
11.30 〉 Saluti introduttivi
Michele Bugliesi, Rettore, Università Ca' Foscari Venezia
Roberto Ferrara, Amministratore Unico, VEGA
Rappresentante dell’Amministrazione Comunale, Venezia 

11.45 〉 La Fondazione CMCC, un network italiano per la ricerca internazionale sul clima
Antonio Navarra, Presidente, Fondazione CMCC

11.55 〉 Presentazione di CMCC@Ca'Foscari: il centro sul clima con sede a Venezia
Antonio Marcomini, Direttore, Dipartimento di Scienze Ambientali, Informatica e Statistica, Università Ca' Foscari Venezia
Monica Billio, Direttore, Dipartimento di Economia, Università Ca' Foscari Venezia

12.20 〉 La ricerca italiana sul clima. Risultati recenti in Artico e Antartico
Carlo Barbante, Presidente, Società Italiana per le Scienze del Clima, CNR - IDPA Istituto per la Dinamica dei Processi Ambientali, Università Ca' Foscari Venezia

12.30 〉 Gli obiettivi dell'IPCC nel prossimo triennio
Carlo Carraro, Vice Presidente, WGIII-IPCC, Intergovernmental Panel on Climate Change, Università Ca' Foscari Venezia

A seguire visita del centro sul clima CMCC@Ca’Foscari.

Per partecipare all’evento è necessario registrarsi entro il 10 aprile, compilando il form presente a questo link.


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI