itzh-CNenfrdeptrues
Harris
3D Target
Operatori Droni di ARPA Lombardia al lavoro.

DRONITALY 2018 - Droni e ambiente: tecnologie integrate per un controllo efficace

Scaduto

Come intervengono i droni in ambito ambientale? Quali sono le loro applicazioni nelle attività di monitoraggio e di controllo della Terra oltre che di intervento nella gestione delle emergenze? Rispetto al passato si può immaginare un inserimento strutturale e definitivo dei sistemi a pilotaggio remoto ad integrazione delle metodologie di rilevamento di dati ambientali già esistenti?

A queste ed altre domande risponderanno esperti, docenti universitari e rappresentanti di enti pubblici e aziende del settore nel convegno – a cura di ARPA Lombardia - dedicato all’utilizzo dei Droni nei monitoraggi e controlli ambientali e nella gestione delle emergenze, venerdì 23 marzo, nella giornata inaugurale di Dronitaly 2018 (Palazzo delle Stelline, Milano).

immagine arpa

Per rispondere è opportuno fare un passo indietro e guardare alle esperienze precedenti, ad esempio alle tecnologie messe in campo per il monitoraggio del consumo del suolo (attraverso telerilevamento satellitare) piuttosto che per la mappatura delle coperture in cemento-amianto (con telerilevamento aereo) e comparare vantaggi e svantaggi nell’utilizzo di piattaforme di osservazione differenti tra loro.

Se nel 2014 l’Unione Europea istituiva il programma COPERNICUS con l’obiettivo di fornire “informazioni precise ed attendibili relative all’ambiente e alla sicurezza…”, a fine 2017 lo stesso programma indicava tra le nuove piattaforme di osservazione anche i DRONI. La loro integrazione con altri strumenti di rilevazione come satelliti o sensori prossimali assume un enorme rilievo a partire dal mondo dell’agricoltura di precisione e consente di misurarne il potenziale – in termini di costi/benefici – ad esempio nell’ambito delle attività di controllo ambientale.

In particolare Copernicus (REGOLAMENTO (UE) N.377/2014) – le cui infrastrutture di osservazione sono sviluppate dall’ESA (Agenzia Spaziale Europea) a livello europeo per la componente spaziale e dall’EEA (Agenzia Europea dell’Ambiente) e gli Stati Membri per la componente locale – dovrebbe fornire informazioni sullo stato dell’atmosfera, sullo stato degli oceani, per il monitoraggio del territorio e informazioni geo-spaziali a sostegno della gestione delle emergenze.

Appare già chiaro come comparare vantaggi e svantaggi nell’uso delle differenti tecnologie di osservazione terrestre sia solo un primo passo. Occorre sviluppare la capacità di individuare opportunità e soluzioni ottimali attraverso un sistema reticolare di collaborazioni tra Pubblico e Privato.

www.dronitaly.it 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kq6hy

Vedi anche

Getac palmari e pc fully ragged blindati
ProfiloColore

Naviga per temi

meteorologia autonomous vehicle leica geosystems app copernicus mappe monitoraggio satelitare scansione 3D satelliti utility sinergis flytop open source codevintec sar terremoti open data mobilita modellazione 3d intelligenza artificiale droni terrelogiche CAD geomax faro progettazione pianificazione autocad tecnologie avanzate posizionamento satellitare dati geografici infrastrutture dati asi big data 3D cartografia smart city fotogrammetria aerofotogrammetria microgeo top world leica monitoraggio protezione civile beni culturali energia realtà virtuale SIFET INSPIRE mare internet of things osservazione dell'universo metadati BIM remote sensing ricevitori gps asita misurazione smart mobility technologyforall hexagon esri rndt telerilevamento in cantiere catasto europeo reti tecnologiche interferometria geofisica esri italia termografia catasto cosmo skymed uav open geo data FOIF GNSS openstreetmap geospatial Stonex apr ISPRA qgis smartphone Bentley sentinel eGEOS terremoto trimble arcgis sensore digital geography top OGC territorio scienze della terra coste laser scanner dissesto idrogeologico Epsilon Italia realta aumentata tecnologia geomatica urbanistica spazio lidar Here GIS storytelling formazione archeologia rilievo esa GTER oceanografia terra e spazio rilievo 3d geologia rischio Harris trasporti ingv teorema autodesk geoportale infrastrutture innovative nuvole di punti osservazione della terra ambiente servizi geodesia Toponomastica stazione totale ict planetek sicurezza agricoltura webGIS geolocalizzazione mobile mapping galileo cnr topcon cantiere uso del suolo ortofoto topografia INTERGEO
VidaLaser
Planetek ImageryPack
intergeo

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps