NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo 


itzh-CNenfrdeptrues
Forum TECHNOLOGYforALL 2018
Università Siena Geotecnologie
3D Target
Domenica, 04 Febbraio 2018 23:46

ESA - Immagine della settimana: zone umide di Tunisi (04 febbraio 2018)

Gianluca Pititto
La città di Tunisi ed il territorio circostante (Tunisia) La città di Tunisi ed il territorio circostante (Tunisia) Credits: Contains modified Copernicus Sentinel data (2017), processed by ESA

L’immagine ripresa  dal satellite Sentinel-2 del programma europeo Copernicus mostra Tunisi - capitale della Tunisia, nel nord Africa – e mette in rilievo alcune delle importanti zone umide della regione (guardala/scaricala in alta risoluzione).

VidaLaser
Aeronike

L’immagine è stata acquisita il 15 dicembre 2017 e mostra parte del Golfo di Tunisi, che si trova nel Mar Mediterraneo e che fornisce una protezione naturale alla città antica ed al porto commerciale.

Nel corso degli ultimi 3000 anni l’area ha visto la comparsa di una serie di insediamenti, tra i quali sicuramente  il più famoso è stato quello di Cartagine, che oggi forma un sobborgo a nord-est del centro di Tunisi.

L’immagine mostra il netto contrasto tra l’ambiente urbano cittadino e le colline ed i campi agricoli circostanti. Inoltre permette di riconoscere molti bacini idrici, che sono  aree protette in base alla Convenzione di Ramsar sulle Zone Umide.

La Giornata Mondiale delle Zone Umide viene celebrata ogni anno il 2 febbraio ed essendo il tema di quest’anno ‘Zone umide per un futuro urbano sostenibile’ questa immagine di Tunisi sottolinea bene quanto siano importanti queste aree per la città.

Attorno a Tunisi si trovano sette siti Ramsar, cinque dei quali sono visibili nell’immagine. Il lago Tunisi si può riconoscere in prossimità della costa e mostra una strada sopraelevata. Si tratta di una laguna salmastra circondata da paludi intertidali. Offre degli idonei ambienti per le nidificazioni di numerose specie di uccelli e territori per lo svernamento per specie come il Fenicottero Rosa. Tra i mammiferi troviamo  roditori e pipistrelli ed inoltre l'area costituisce una importante fonte di sostentamento, un’ambiente per la deposizione delle uova ed anche un vivaio per diverse specie di pesci. L’attività umana più praticata è la pesca, regolata in accordo con lo status vigente di area protetta.

Il lago poco profondo di Sebkhet Sejoumi si trova ad ovest del lago Tunisi ed è una delle più grandi riserve d’acqua che proteggono la capitale dale inondazioni. A differenza di altri  ‘sebkhet’ – ovvero laghi salati – presenti nell’area, il Sejoumi  trattiene un po’ d’acqua durante tutto l’anno e risulta quindi particolarmente importante per la fauna selvaggia durante la stagione estiva, quando gli altri sebkhet  si prosciugano.

I più piccoli laghi protetti di  Ghdir El Golla e  Barrage possono essere individuati più ad ovest  alla periferia della città. A nord della città si trova invece il Sebkhet Ariana, che perde gran parte della sua riserva d’acqua nella stagione estiva.

ESA attraverso il suo progetto GlobWetland Africa lavora in partnership con il Segretariato Ramsar  per l’impiego delle informazioni satellitari come supporto per la conservazione e la gestione di aree umide vulnerabili del tipo di quelle qui  descritte.


---

 

Tunis wetlands


This Copernicus Sentinel-2 image features Tunisia’s capital Tunis, in North Africa, and highlights some of the country’s important wetlands.

Captured on 15 December 2017, the image shows part of the Mediterranean’s Gulf of Tunis, which provides natural protection for this ancient city and busy port.

The area has seen a series of settlements over the last 3000 years, but arguably the most famous is Carthage, which now forms a suburb to the northeast of the centre of Tunis.

While the image offers sharp contrast between the city’s urban environment and surrounding hills and agricultural fields, it also depicts several bodies of water, which are protected under the Ramsar Convention on Wetlands.

World Wetlands Day is celebrated every year on 2 February, and with this year’s theme being Wetlands for a Sustainable Urban Future, this image of Tunis highlights how important these wetlands are to the city.

There are seven Ramsar sites around Tunis, five of which are visible in the image. Lake Tunis can be seen close to the coast and features a causeway. It is a brackish lagoon surrounded by intertidal marshes. It offers good nesting grounds for several species of bird and wintering grounds for species such as the Greater Flamingo. Mammals include rodents and bats, and it is an important source of food, a spawning ground and a nursery for several fish species. The main human activity carried out is fishing, regulated according to its protected status.

The shallow lake of Sebkhet Sejoumi is west of Lake Tunis and is one of the largest water reservoirs protecting the capital from floods. Unlike other sebkhets – or salt lakes – in the area, Sejoumi retains some water all year and is therefore particularly important for wildlife in the summer when other sebkhets dry up.

The smaller protected lakes of Ghdir El Golla and Barrage Mornaguia can be seen further west on the outskirts of the city. To the north of the city, lies Sebkhet Ariana which loses much of its water in the summer.

Through its GlobWetland Africa project, ESA works in partnership with the Ramsar Secretariat to use information from satellites to help conserve and manage vulnerable wetlands such as these.

(Fonte: ESA - Image of the week: "Tunis wetlands". Traduzione: Gianluca Pititto)


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kwufh


Leica 3D Conference Roma
Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

GIS g3w suite Qgis

Naviga per temi

3D aerofotogrammetria agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi autocad autodesk barriera corallina beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo clima cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste dati dati geografici deserto digital geography dissesto idrogeologico droni duna eGEOS emergenze energia esa esri esri italia eventi falsi colori faro flyr formazione fotogrammetria galileo geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geoportale geospatial ghiacciaio ghiaccio GIS GNSS gps Harris hexagon ict in cantiere infrastrutture ingv inquinamento INSPIRE interferometria INTERGEO internet of things isola ISPRA lago landsat laser scanner leica lidar mappe mare metadati meteorologia misurazione mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio multispettrale nuvole nuvole di punti oceanografia open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile realta aumentata realtà virtuale remote sensing reti tecnologiche rilievo rilievo 3d rischio rndt sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza SIFET sinergis SINFI smart city smart mobility smartphone social media spazio stazione totale storytelling technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia Toponomastica trasporti trimble true color uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility vulcano webGIS

Aziende e professionisti in azione

  • Rilievi laser scanner in superficie e sotterraneo

    Rilievi topografici in superficie e sotterraneo in Via Lugnano in Teverina - Via Nocera Umbra - Municipio Roma VII, eseguiti per Roma Capitale U.O. Opere idrauliche e dissesto idrogeologico.

Technology for All 2017 - Workshop in campo

Video clip TFA2017

Geospatial World Forum 2019
Geofly Spark
Geofly Spark

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

Ultimi commenti

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo