Implementare la Direttiva INSPIRE con successo si può: il buon esempio di Malta

Stampa

L’adeguamento alla Direttiva INSPIRE è di solito visto come un ulteriore fardello dai soggetti interessati dall’ implementazione della Direttiva (soprattutto enti pubblici e pubbliche amministrazioni responsabili di dati territoriali, ma anche enti privati che forniscono i servizi per l’acquisizione, la gestione e la pubblicazione di tali dati). 

Se oggetto di una adeguata pianificazione, invece, l’interoperabilità di dati e servizi, che è tra gli obiettivi principali della Direttiva, può trasformarsi in una occasione per ottimizzare i dati territoriali, per migliorare i servizi offerti al cittadino e, ultimo ma non meno importante, in un’occasione di business per le imprese.

I requisiti della Direttiva INSPIRE sono molteplici, e le regole di implementazione richiedono particolari abilità e competenze tecniche e di dominio, ma la produzione di dati, metadati e servizi conformi non è una missione impossibile! In questo contesto Malta può rappresentare un esempio da seguire.

Nel mese di marzo 2017, il MITA (Malta Information Technology Agency) ha pubblicato un bando per l’assistenza tecnica quadriennale per l’armonizzazione dei propri dati territoriali e la creazione/adeguamento di servizi web che mettano a disposizione tali dati in conformità alla Direttiva INSPIRE.

Grazie al supporto di Epsilon Italia, la pmi italiana che si è aggiudicata il bando, tutti i dati territoriali maltesi che rientrano nell’Allegato I della Direttiva sono stati armonizzati e pubblicati attraverso servizi web di ricerca, visualizzazione e download e resi disponibili come dati open alle amministrazioni pubbliche, ai singoli cittadini e alle imprese.

Le attività di armonizzazione per i dati relativi agli Allegati II e III della Direttiva proseguiranno nei prossimi tre anni.

Grazie all’INSPIRE Helpdesk, l’esperienza di Epsilon Italia è a disposizione degli enti interessati dagli adempimenti della Direttiva INSPIRE, garantendo assistenza in tutte le fasi del processo di implementazione e supporto tecnico personalizzato per la soluzione di problemi specifici.


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche