NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo 


itarzh-CNenfrdejaptrues
Giovedì, 23 Novembre 2017 12:38

Al via il Progetto TEMAR – Tecniche e dispositivi per l’analisi e la valutazione del rischio di inquinamento delle acque di balneazione

Redazione GEOmedia

Epsilon Italia è capofila del progetto TEMAR - "Tecniche e dispositivi per l’analisi e la valutazione del rischio di inquinamento delle acque di balneazione."


Il progetto TEMAR  è finanziato dalla Regione Calabria nell’ambito dell’Avviso Pubblico per il finanziamento di progetti di ricerca e sviluppo - Azione 1.2.2., i cui partner, unendo competenze complementari, hanno avviato una collaborazione virtuosa tra mondo scientifico e sistema imprenditoriale per proporre un sistema di integrazione delle conoscenze finalizzato alla messa a punto e sperimentazione di una metodologia per l'analisi e la valutazione del rischio di Inquinamento delle acque di balneazione, basata sulla capacità dei satelliti di telerilevamento ottico di rilevare caratteristiche biochimiche e fisiche delle acque di balneazione su ampie superfici e di validarle mediante misurazioni in-situ effettuate con droni acquatici.

Oltre ad Epsilon Italia sono partner del progetto l'Università della Calabria (DIATIC - Dipartimento di Chimica e Tecnologie Chimiche e Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Energetica e Gestionale) e altre due PMI con pluriennale e consolidata esperienza: Chlora sas nel campo delle scienze naturali e dell’ecologia applicata, e La Cosa srl nel settore dell’ideazione e realizzazione di campagne pubblicitarie e di strumenti comunicativi multimediali.

Il progetto di ricerca si baserà sull’uso delle tecnologie di Osservazione della Terra (OT) satellitari, che, a valle di elaborazioni anche complesse, utilizzano osservazioni remote su ampie porzioni di territorio. In questo modo il progetto punterà a minimizzare il ricorso a costose infrastrutture per misurazioni a terra e/o a mare. Le indagini critiche presteranno particolare attenzione ai dati satellitari provenienti dal programma Europeo Copernicus, che rappresenta sempre più la principale fonte di dati ambientali a livello europeo, non solo per la comunità scientifica, ma anche per coloro che operano nella catena dei servizi a valore aggiunto.

Le conoscenze acquisite in TEMAR saranno utilizzate a valle del progetto per mettere a punto nuovi servizi di supporto alle decisioni da parte degli stakeholders coinvolti a vario titolo nella gestione dei rischi che affliggono gli ecosistemi costieri.

Fonte: Epsilon Italia 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kwwcx


Master GEO_GST
Trimble Italia
Trimble Italia
Dronitaly
Dronitaly

ESA - Immagine della settimana

Leica 3D Conference Roma
Master GEO_GST

Naviga per temi

3D aerofotogrammetria agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi autocad autodesk beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste dati dati geografici digital geography dissesto idrogeologico droni eGEOS emergenze energia esa esri esri italia eventi falsi colori faro FLIR flyr formazione fotogrammetria galileo geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geoportale geospatial ghiacciaio GIS GNSS gps Harris hexagon ict in cantiere infrastrutture ingv INSPIRE interferometria INTERGEO internet of things ISPRA landsat laser scanner leica lidar MapInfo mappe mare metadati meteorologia misurazione mixed reality mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio multispettrale nuvole di punti oceanografia OGC open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile Ramsar realta aumentata realtà virtuale remote sensing reti tecnologiche riegl rilievo rilievo 3d rischio rndt sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza sinergis SINFI slam smart city smart mobility smartphone social media spazio stazione totale storytelling technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia Toponomastica trasporti trimble true color uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility webGIS
GEOforALL @rivistageomedia

Video del mese

Technology for All 2017 - Workshop in campo

Video clip TFA2017

GeoBusiness 2018

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!
captcha 

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

Ultimi commenti

  • Il pazzesco geoportale della Svizzera

    Stefano Campus 16.02.2018 10:10
    RE: -
    @andrea, puoi spiegare meglio?
     
  • Il Catasto in tasca

    Fintocubano 14.02.2018 09:40
    RE: Project Manager
    Grazie, non sapevo dell'esistenza di questo servizio del MIBACT! Ho provato a cliccare su ''Aggiungi ...

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo