NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo 


itarzh-CNenfrdejaptrues
Mercoledì, 30 Agosto 2017 06:32

Altimetria da pressione atmosferica con due metri di sensibilità per droni da Omron

Redazione GEOmedia

I due nuovi sensori di pressione barometrica di Omron Electronic Components Europe, basati su MEMS, sono stati progettati specificamente per le misure di altitudine e pressione nell’ambito di applicazioni quali droni, smartphone, pedometri e altri sistemi mobili alimentati a batteria. Denominati 2SMPB-02B e 2SMPB-02E, i sensori forniscono misure di altitudine e pressione stabili e affidabili, rilevando in modo sicuro anche variazioni di quota di soli due metri.

Sviluppati da Omron come evoluzione del proprio misuratore di pressione sanguigna, che ha ottenuto grande successo, i nuovi sensori sono stati adattati alle specifiche esigenze delle applicazioni mobili e sono quindi più piccoli: misurano solo 2,0 x 2,5 x 0,85 mm. Inoltre grazie ad innovazioni nel processo produttivo e alla tecnologia MEMS di Omron, i dispositivi hanno prezzi molto competitivi.

I nuovi sensori barometrici assicurano alta precisione nelle misure di pressione poiché integrano un ADC a 24 bit a basso rumore; sono inoltre dotati di controllo e uscita digitali, grazie alle interfacce I2C / SPI. Entrambi i dispositivi provvedono a spegnere automaticamente i circuiti inutilizzati, per minimizzare il consumo di energia. I parametri di calibrazione del singolo sensore sono memorizzati in una ROM One Time Programmable (OTP), dove vengono conservati anche quando il sistema è spento. Un circuito di compensazione della temperatura, integrato nei dispositivi, contribuisce ad assicurare la precisione delle misure di pressione assoluta.

Commentando l’annuncio, Gabriele Fulco, Sensors Product Manager di Omron per l’Europa, ha detto: “Questi sensori così facili da usare sono perfetti per un numero crescente di applicazioni indossabili, portatili e mobili alimentate a batteria, ed il loro basso consumo li rende ideali per smartphone, tablet, pedometri e droni. Generalmente – ha proseguito Fulco – i sensori MEMS sono sensibili allo stress dovuto all’assemblaggio, ma questi nuovi prodotti sono dotati di un substrato ceramico e di una copertura metallica, pertanto la variazione dei loro parametri nel corso del processo di assemblaggio è minima”.

Entrambi i sensori sono configurati per misurare valori di pressione dell’aria compresi tra 30 kPa e 110 kPa. Il massimo valore di pressione è 800 kPa e i dispositivi possono essere utilizzati a temperature comprese tra -40 e 85°C senza formazione di condensa né di ghiaccio. La loro piedinatura è compatibile con soluzioni alternative offerte dal mercato, il che semplifica l’integrazione.

Il dispositivo 2SMPB-02E ha le stesse funzioni e prestazioni del 2SMPB-02B ma offre una maggiore precisione, fino a +/-50 Pa. La versione -02B ha invece una precisione di +/-100 Pa.

La gamma delle possibili applicazioni è molto vasta e comprende indossabili, tablet, sistemi di navigazione per automobili, rilevamento dei piani negli edifici oltre a smartphone, droni, altimetri.

 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kwxca



Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

Leica 3D Conference Roma

Naviga per temi

3D agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi atmosfera autocad autodesk bacino idrico Barriera corallina beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste dati dati geografici desertificazione diga digital geography dissesto idrogeologico droni emergenze energia esa esri esri italia eventi falsi colori faro fiume flyr formazione fotogrammetria galileo geodesia geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geospatial ghiacciaio GIS GNSS gps hackathon Harris hexagon ict in cantiere incendio infrastrutture ingv INSPIRE interferometria INTERGEO Intergraph internet of things ISPRA lago laser scanner leica lidar mappe mare metadati meteorologia misurazione mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio nuvole di punti oceanografia open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra penisola pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile qgis radar realta aumentata realtà virtuale regioni remote sensing reti tecnologiche rilievo rilievo 3d rischio rndt salina sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza sinergis SINFI smart city smart mobility smartphone social media spazio stazione totale storytelling supergis technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia trasporti trimble uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility vulcani webGIS
GEOforALL @rivistageomedia

Video del mese

Video TFA

Video intervista del mese

GEOWEB
GeoBusiness 2018

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!
captcha 

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo