Applicazioni geospatial open source consentono di ridurre il furto dei cavi in rame del 70%

Stampa

Dal Canada una affascinante presentazione su come Ryno Goosen, della Surivec Geospatial, ha sviluppato una soluzione GIS per combattere il furto di cavi in ​​rame. In Canada il furto di cavi di rame costa al settore elettrico canadese ogni anno 40 milioni di dollari. In Sudafrica nel 2014 sono stati registrati 72.533 furti di cavi di rame che hanno causato 10.736 arresti. I furti del rame negli Stati Uniti sono triplicati negli ultimi 5 anni.

L'architettura della soluzione di Goosen è stata basata su software geospatial open source. Ha scelto l'open source perchè ha consentito una scalabilità massiccia fornendo un'infrastruttura IT elastica. In secondo luogo ha fornito un'interoperabilità aperta con altri software open source e sistemi proprietari. Ha anche sottolineato l'importanza di utilizzare software che è stato "testato in battaglia" sia in ambito militare che commerciale.

L’architettura della sua soluzione è stata costruita su Cesium, GeoServer, Boundless Desktop / QGIS, Protobuf, Cassandra, WildFly, Solr e GeoTrellis. Utilizzando questa soluzione è stato in grado di combinare dati provenienti da diverse fonti, tra cui le pattuglie di terra e i sensori remoti. Analizzando questi dati geograficamente e temporaneamente, è stato in grado di determinare gli schemi spaziali e temporali del furto di cavi di rame. Questo ha permesso l'implementazione ottimale delle risorse con risultati impressionanti.

Nel corso di un periodo di 30 mesi il furto di cavi è stato ridotto del 69%.

Il successo di Goosen dimostra che il software open source GIS è diventato un'alternativa valida per costruire architetture complesse e altamente scalabili su soluzioni orientate. 

(Fonte: http://www.sageotech.co.za/conference-programme/)

 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche