NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo 


itarzh-CNenfrdejaptrues
Lunedì, 17 Luglio 2017 17:15

Il Copernicus Climate Change Service (C3S) fornisce informazioni sui cambiamenti climatici e condizioni climatiche estreme

Redazione GEOmedia

Il servizio Copernicus Climate Change Service (C3S) viene realizzato con uno sforzo di collaborazione dei servizi meteorologici nazionali, delle università e degli istituti europei per fornire informazioni sulle variazioni climatiche e delle condizioni estreme del clima.


La domanda di servizi di informazione sul clima sta crescendo rapidamente in tutto il mondo. In Europa, la necessità di migliorare la qualità e la quantità dei servizi sul clima non è meno urgente. Anche i ricercatori e i responsabili politici hanno bisogno di informazioni su eventi meteo e clima recenti, tendenze climatiche e variabili sulla probabilità di estrema violenza (siccità, onde di calore, inondazioni, ecc.) a livello locale e regionale.
La sicurezza alimentare, i rischi sanitari legati alle condizioni meteorologiche e le infrastrutture a cui dipendiamo per acqua, energia, rifugio e trasporti sono sensibili a tali estreme condizioni meteo. Di particolare importanza a questo proposito è la necessità di collocare l'occorrenza e la gravità degli eventi climatici recenti nel contesto delle condizioni sperimentate in passato. La comunicazione di tutte queste informazioni è meglio realizzata nell'ambito dei servizi per il clima, e per servizi efficaci, le osservazioni di alta qualità e quantità devono essere accessibili.

Il servizio di cambiamento climatico Copernico dell'Unione europea (C3S) è stato lanciato in modalità pre-operativa nel 2015. Il servizio è gestito in base ad un accordo di delega con la Commissione europea da parte del Centro europeo per le previsioni meteorologiche di medio periodo (ECMWF). Il servizio mira a trasformarsi in un'autorevole fonte di informazione sul clima dell'Europa, monitorare e prevedere cambiamenti nel clima terrestre e sostenere le strategie di adattamento e mitigazione. Il servizio C3S fornirà informazioni climatiche sui driver del cambiamento (ad esempio l'anidride carbonica) e sugli impatti (fusione di ghiaccio), coprendo in modo completo i componenti del sistema terrestre (atmosfera, oceano, terra, carbonio) in tempi temporali che vanno dai decenni a secoli. Il servizio fornirà anche indicatori climatici volti a sostenere le politiche di adattamento e mitigazione in settori specifici, tra cui l'agricoltura, la silvicoltura, la salute, l'energia, la gestione idrica e il turismo.

La filosofia sottostante del C3S è quella di costruire e integrare le capacità esistenti a livello nazionale, nonché quelle sviluppate attraverso una serie di progetti e iniziative di ricerca in materia di cambiamenti climatici.
Attualmente collaborano sessantasei servizi meteorologici nazionali europei (NMS), università e istituti.

Vedi il servizio Copernicus Climate Change Service


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kwx9d



Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

Leica Viva

Naviga per temi

3D agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi autocad autodesk bacino idrico beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste dati dati geografici desertificazione diga digital geography dissesto idrogeologico droni dune di sabbia energia esa esri esri italia eventi falsi colori faro fiordo FLIR flyr formazione fotogrammetria galileo geodesia geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geospatial GIS GNSS gps hackathon Harris hexagon ict in cantiere infrastrutture ingv INSPIRE interferometria INTERGEO Intergraph internet of things ISPRA lago laser scanner leica lidar MapInfo mappe mare metadati meteorologia misurazione mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio nuvole di punti oceanografia open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra penisola pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile qgis radar Ramsar realta aumentata realtà virtuale regioni remote sensing reti tecnologiche riegl rilievo rilievo 3d rischio rndt salina sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza sinergis SINFI smart city smart mobility smartphone social media spazio stazione totale storytelling supergis technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia trasporti trimble uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility vulcani webGIS
GEOforALL @rivistageomedia

Video del mese

Video TFA

Video intervista del mese

GEOWEB
Digital,Design and Development Fair  27-29 September, 2017   Hamburg Germany
intergeo 2017

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!
captcha 

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo