NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo 


itarzh-CNenfrdejaptrues
Giovedì, 13 Luglio 2017 15:55

Il mondo guarda al Vesuvio in fiamme e pensa a una nuova eruzione

Redazione GEOmedia
Copernico Sentinel con dati modificati (2017), elaborati da ESA, CC BY-SA 3.0 IGO Copernico Sentinel con dati modificati (2017), elaborati da ESA, CC BY-SA 3.0 IGO

Con le alte temperature e l'Italia che soffre la siccità, molti incendi sono scoppiati, tra cui quello che sta devastando le pendici del Vesuvio vicino a Napoli. Utilizzando le immagini scattate dal satellite Copernicus Sentinel-2B il 12 luglio 2017, con animazione combinata di diverse bande di sensori si evidenziano i numerosi incendi e il fumo fluttuante sull'area circostante.


L’animazione è visibile qui: http://www.esa.int/spaceinimages/Images/2017/07/Vesuvius_on_fire 

Questo enorme pennacchio di fumo ha portato alcuni a credere che il Vesuvio è entrato in eruzione di nuovo. L'ultima volta che il Vesuvio è scoppiato era il 1944, ma è famoso più per il 79 AD in cui l’eruzione distrusse Pompei.

Il fumo dei fuochi è la più grande minaccia e ha costretto a numerose evacuazioni questa settimana. Le pendici boscose del Vesuvio fanno parte del Parco Nazionale del Vesuvio, che è stato istituito nel 1995 per proteggere il Vulcano e dintorni. Gran parte del bosco è ormai distrutto.

Il Vesuvio è l'unico vulcano attivo dell'Europa continentale. L'animazione mostra un altro incendio passato e il fumo vicino alla costiera amalfitana a Positano.

La missione Sentinel-2 è basata su una costellazione di due satelliti identici: Sentinel-2A e 2B. Ognuno porta una camera multispettrale ad alta risoluzione e lavora in 13 bande di lunghezza d'onda per una nuova prospettiva sul terreno e la vegetazione. La combinazione di alta risoluzione, funzionalità di bande spettrali, un campo visivo che copre 290 km e frequenti rivisitazioni offrono una vista senza precedenti della Terra. Le informazioni da questa missione stanno contribuendo a migliorare le pratiche agricole, monitorare le foreste, i laghi e rilevare l'inquinamento nelle acque costiere, contribuendo alla mappatura dei disastri.

(Fonte ESA)

 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kwxxq


Dronitaly
Dronitaly
Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

Leica 3D Conference Roma

Naviga per temi

3D aerofotogrammetria agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi autocad autodesk beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste dati dati geografici digital geography dissesto idrogeologico droni eGEOS emergenze energia esa esri esri italia eventi falsi colori faro FLIR flyr formazione fotogrammetria galileo geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geoportale geospatial ghiacciaio GIS GNSS gps Harris hexagon ict in cantiere infrastrutture ingv INSPIRE interferometria INTERGEO internet of things ISPRA landsat laser scanner leica lidar MapInfo mappe mare metadati meteorologia misurazione mixed reality mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio multispettrale nuvole di punti oceanografia OGC open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile Ramsar realta aumentata realtà virtuale remote sensing reti tecnologiche riegl rilievo rilievo 3d rischio rndt sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza sinergis SINFI slam smart city smart mobility smartphone social media spazio stazione totale storytelling technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia Toponomastica trasporti trimble true color uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility webGIS
GEOforALL @rivistageomedia

Video del mese

Technology for All 2017 - Workshop in campo

Video clip TFA2017

GeoBusiness 2018

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!
captcha 

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

Ultimi commenti

  • Il pazzesco geoportale della Svizzera

    Stefano Campus 16.02.2018 10:10
    RE: -
    @andrea, puoi spiegare meglio?
     
  • Il Catasto in tasca

    Fintocubano 14.02.2018 09:40
    RE: Project Manager
    Grazie, non sapevo dell'esistenza di questo servizio del MIBACT! Ho provato a cliccare su ''Aggiungi ...

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo