itzh-CNenfrdeptrues
Hexagon GSP
Harris
3D Target
Porzione della salina Salar de Uyuni (Bolivia)

ESA - Immagine della settimana: Salar de Uyuni (09 luglio 2017)

L’immagine mostra parte della Salar de Uyuni, in Bolivia: la più estesa salina al mondo (guardala/scaricala in alta risoluzione).

La grande Salar de Uyuni occupa un’area di circa 10 000 kmq e si trova sul limite meridionale dell’Altiplano, un elevato altopiano di drenaggio interno nelle Ande centrali. Circa 40 000 anni fa quest’area faceva parte di un gigantesco lago preistorico che finì prosciugato, lasciando emergere la pianura salata.

Il sale dalla pianura tradizionalmente è stato sempre raccolto dalla popolazione locale  degli Aymara, che ancora predomina nell’area. Ma la salina di Uyuni è anche uno dei più ricchi depositi di litio al mondo, con una quantità di minerale stimata in circa 9 milioni di tonnellate.

Le forme geometriche visibile nell’immagine in alto a sinistra sono grandi bacini di evaporazione del impianto nazionale del litio, dove il bicarbonato di litio viene isolato dalla salamoia. Il litio viene utilizzato nella industria manifatturiera delle batterie  e la domanda crescente ha incrementato in modo significativo il suo valore, specialmente per la produzione di batterie per le automobili elettriche.

Il territorio circostante appare rugoso se paragonato alla vasta pianura salina. Nella parte bassa a destra possiamo osservare il conoide alluvionale del delta del Rio Grande de Lipez.

Nel suo insieme la Salar de Uyuni è estremamente piana, con una variazione della elevazione superficiale inferior al metro. Questa circostanza rende quest’area ideale per la calibrazione dei radar-altimetri satellitari, un tipo di strumentazione radar che effettua misure di topografia superficiale. Entrambe i satelliti dell’ESA Cryosat e Copernicus Sentinel-3 trasportano  a bordo radar altimetri.

Questa imagine è stata acquisita dal satellite Sentinel-2B del programma europeo Copernicus il 17 maggio 2017.


---

Salar de Uyuni

The image shows part of Bolivia’s Salar de Uyuni – the largest salt flat in the world.

Occupying over 10 000 sq km, the vast Salar de Uyuni lies at the southern end of the Altiplano, a high plain of inland drainage in the central Andes. Some 40 000 years ago, this area was part of a giant prehistoric lake that dried out, leaving behind the salt flat.

Salt from the pan has been traditionally harvested by the local Aymara people, who still predominate in the area. But the Uyuni is also one of the richest lithium deposits in the world, at an estimated 9 million tonnes.

The geometric shapes in the upper left are large evaporation ponds of the national lithium plant, where lithium bicarbonate is isolated from salt brine. Lithium is used in the manufacturing of batteries, and the increasing demand has significantly increased its value in recent years – especially for the production of electric-car batteries.

The surrounding terrain is rough in comparison to the vast salt flat. In the lower right we can see the 20 km-wide alluvial fan of the Rio Grande de Lípez delta.

On the whole, the Salar de Uyuni is very flat, with a surface elevation variation of less than 1 m. This makes the area ideal for calibrating satellite radar altimeters – a kind of radar instrument that measures surface topography. ESA’s CryoSat and the Coperncius Sentinel-3 satellites carry radar altimeters.

This image was captured by the Copernicus Sentinel-2B satellite on 17 May 2017.

(Fonte: ESA - Image of the week: "Salar de Uyuni". Traduzione: Gianluca Pititto)


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/khdkr

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche

Reach RS2

Naviga per temi

posizionamento satellitare sensore realtà virtuale geomax sinergis autodesk rischio archeologia mobile mapping geofisica spazio apr top world aerofotogrammetria open data mare ict leica mappe utility topografia leica geosystems Stonex formazione dati satelliti cantiere smart mobility ortofoto beni culturali galileo arcgis geologia geolocalizzazione urbanistica terrelogiche uso del suolo GIS Toponomastica sentinel CAD sicurezza autocad osservazione dell'universo territorio planetek Bentley monitoraggio satelitare teorema Here top realta aumentata copernicus rndt pianificazione mobilita geomatica meteorologia geoportale big data asita scienze della terra metadati smart city oceanografia qgis in cantiere scansione 3D microgeo beidou termografia eGEOS remote sensing INTERGEO Epsilon Italia ambiente tecnologia geodesia misurazione gestione emergenze progettazione asi telerilevamento nuvole di punti esa hexagon droni ingv catasto cnr dati geografici ISPRA rilievo autonomous vehicle rilievo 3d sar codevintec open source coste technologyforall modellazione 3d intelligenza artificiale cartografia GTER fotogrammetria openstreetmap uav esri italia trasporti dissesto idrogeologico open geo data webGIS agricoltura INSPIRE BIM trimble tecnologie avanzate laser scanner digital geography catasto europeo terremoto terremoti app gps Harris FOIF infrastrutture 3D interferometria monitoraggio geospatial servizi protezione civile flytop lidar SIFET smartphone topcon cosmo skymed terra e spazio storytelling ricevitori internet of things GNSS reti tecnologiche energia faro esri osservazione della terra stazione totale
VidaLaser
intergeo

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps