itzh-CNenfrdeptrues
Hexagon GSP
Harris
3D Target
Le isole di Pentecost ed Ambrym nell' Oceano Pacifico meridionale

ESA - Immagine della settimana: Ambrym (02 luglio 2017)

Sentinel-2A ci porta sull’arcipelago di Vanuatu nell’Oceano Pacifico meridionale, a circa 1700 km ad est dell’Australia (guardala/scaricala in alta risoluzione).

Le isole presenti nell’immagine sono l’isola di Pentecost a nord e l’isola di Ambrym a sud.

Osservando con attenzione in prossimità delle coste si nota che il colore bianco del frangimento delle onde appare più evidente sul versante orientale delle isole, piuttostochè su quello occidentale. Questo è un fenomeno molto frequente per le isole che si trovano nella zona in cui nell’emisfero meridionale gli alisei soffiano soprattutto  da sud-est.

Effettuando su Ambrym uno zoom nell’area scura  si possono intravvedere tra le nuvole laghi di lava rossa incandescente. Questo vulcano presenta due coni eruttivi attivi e possiamo notare getti  di fumo fuoriuscire verso l’oceano ad ovest.

L’ultima volta che il vulcano Ambrym ha eruttato è stato nel 1913, causando l’evacuazione delle città che sorgono nelle sue vicinanze.

Ambrym presenta una caldera larga 12 km che ebbe origine all’incirca nel 50 d.C. da una vasta eruzione pliniana – detta anche “vesuviana” perché molto simile all’esplosione del monte Vesuvio in Italia, che distrusse le città di Pompei e di Ercolano. Questo tipo di eruzione è caratterizzata da colonne di gas e ceneri che si estendono molto in alto in quota, fino a raggiungere la  stratosfera. Inoltre, il fenomeno  produce grandi quantità di pomice.

Le dorsali del vulcano appaiono di colore nero a causa della presenza di basalto. Allontanandoci dal vulcano il terreno si colora di verde a causa dell’aumento della copertura vegetale.

Sentinel-2 è in grado di mappare con precisione differenti tipologie di copertura come foreste, coltivazioni, praterie, specchi d’acqua e infrastrutture  artificiali tipo strade e palazzi. Queste informazioni possono essere utilizzate per la gestione delle risorse naturali, per controllare i tassi di deforestazione e reforestazione, nonchè per il controllo delle aree colpite da incendi.

Inoltre, sono di grande aiuto per gli  uffici governativi e per le aziende commerciali nei processi decisionali che mirano ad una migliore gestione, protezione e sostegno delle nostre importanti risorse forestali.

Questa immagine è stata acquisita da Sentinel-2A del Programma Europeo Copernicus il 24 giugno 2016.


---

Ambrym


Sentinel-2A takes us to the Vanuatu archipelago in the South Pacific Ocean, roughly 1700 km east of Australia.

The islands we see are Pentecost to the north and Ambrym to the south.

Looking closely at the coastline, the white of breaking waves is more evident on the east coasts of the islands than on the west coasts. This is a common observation on islands that lie in the zone of the trade winds blowing mainly from south-easterly directions in the southern hemisphere.

Zooming in on the dark area on Ambrym, red-hot lava lakes can be seen through the clouds. This volcano has two active volcanic cones and we can see smoke drifting out over the ocean to the west.

The last time the Ambrym volcano erupted was in 1913, prompting the evacuation of nearby towns.

Ambrym’s 12 km-wide caldera was created around 50 AD by a large Plinian eruption – also called  a ‘Vesuvian’ eruption because of the similarity with the explosion of Italy’s Mount Vesuvius that destroyed the towns of Pompeii and Herculaneum. These types of eruptions are marked by columns of gas and ash that extend high into the stratosphere. They also eject large amounts of pumice.

The volcano’s slopes appear black owing to the presence of basalt. As we move further away from the volcano the land becomes greener owing to the increased vegetation cover.

Sentinel-2 is able to systematically map different classes of cover such as forest, crops, grassland, water surfaces and artificial cover like roads and buildings. This information can be used to manage natural resources, to check rates of deforestation, reforestation and areas affected by wildfires.

It can also help governing bodies and commercial enterprises make informed decisions about how best to manage, protect and sustain our important forest resources.

This image was captured by the Copernicus Sentinel-2A satellite on 24 June 2016.

(Fonte: ESA - Image of the week: "Ambrym". Traduzione: Gianluca Pititto)


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kh848

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche

Naviga per temi

tecnologia Toponomastica arcgis sar territorio smartphone energia terra e spazio coste BIM open geo data interferometria smart city beidou mappe osservazione dell'universo trasporti rndt esri italia ict open data smart mobility tecnologie avanzate geolocalizzazione gestione emergenze utility storytelling INSPIRE monitoraggio Harris geomax sicurezza faro INTERGEO remote sensing CAD terrelogiche geodesia cantiere FOIF qgis satelliti formazione protezione civile top scansione 3D mobile mapping dati mobilita geomatica openstreetmap telerilevamento posizionamento satellitare droni SIFET nuvole di punti sensore open source osservazione della terra rilievo cartografia ingv trimble realtà virtuale Here ricevitori webGIS Epsilon Italia archeologia pianificazione termografia app top world aerofotogrammetria geospatial dissesto idrogeologico laser scanner esa oceanografia planetek uav catasto monitoraggio satelitare progettazione stazione totale hexagon topografia geoportale leica geosystems codevintec cosmo skymed rilievo 3d mare misurazione infrastrutture internet of things terremoto urbanistica ortofoto reti tecnologiche dati geografici geofisica uso del suolo sinergis realta aumentata intelligenza artificiale metadati geologia autodesk servizi ISPRA asita galileo Stonex copernicus gps catasto europeo esri rischio fotogrammetria beni culturali ambiente 3D asi GTER digital geography apr scienze della terra lidar meteorologia agricoltura terremoti flytop microgeo eGEOS topcon technologyforall autonomous vehicle autocad spazio teorema modellazione 3d sentinel GNSS leica cnr big data in cantiere Bentley GIS
VidaLaser
intergeo

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps