NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo 


itarzh-CNenfrdejaptrues
Giovedì, 25 Maggio 2017 20:49

Telerilevamento per la cura dei grandi parchi pubblici

Redazione GEOmedia

Assieme all'università taiwanese NCU, la società R3 GIS di Merano punta a un finanziamento UE per un progetto di telerilevamento dedicato alla cura del verde cittadino.

Sopra le nostre teste, invisibili ai nostri sguardi, sfrecciano innumerevoli satelliti che fotografano costantemente la Terra dall'alto e inviano dati e immagini ad agenzie, centri di studi e altre strutture nate per scopi scientifici o commerciali. I satelliti europei Sentinel, ad esempio, mandati in orbita dall'Agenzia spaziale europea, ogni 48 ore sorvolano ogni singolo punto del pianeta per mappare e monitorare la superficie terrestre. La quantità di dati forniti da questi corpi celesti artificiali è immensa. Si tratta di informazioni sfruttate, ad esempio, per sorvegliare l'ambiente marino. "Ma la verità è che i dati raccolti dai satelliti potrebbero servire a tantissimi altri scopi", spiega Paolo Viskanic, fondatore della società meranese R3 GIS, che realizza soluzioni web per la gestione dei dati territoriali.

"Vediamo un grande potenziale non ancora sfruttato. Ad esempio, le immagini a raggi infrarossi realizzate dai satelliti forniscono informazioni importanti sullo stato di salute degli alberi e del verde pubblico", aggiunge. Come? "Le immagini permettono di quantificare la clorofilla presente nelle foglie, che è un indicatore utile per stabilire se un albero è malato. Le rilevazioni radar, invece, possono indicarci la quantità di acqua nel terreno, permettendoci così di determinare con precisione il momento ideale per l'irrigazione."

Naturalmente, anche gli occhi di un giardiniere esperto sanno riconoscere lo stato di salute di una pianta, o il grado di secchezza della terra. Ma qui stiamo parlando della gestione di vaste aree di verde pubblico, come lo può essere un parco naturale, oppure il verde pubblico di Milano. R3 GIS fornisce alle amministrazioni comunali un software disegnato per gestire in modo efficace le zone tenute a parco o a giardino. Il programma, adottato tra gli altri dal Comune di Merano, da quello di Milano e da altre cento città in Italia, Austria, Svizzera e Polonia, permette di sapere in qualsiasi momento, avendo di fronte una mappa, quanti e quali alberi si trovano in un parco, quando è stato effettuato l’ultimo controllo per garantire la stabilità e quali saranno gli interventi di potatura dei prossimi mesi.

In collaborazione con un gruppo di ricercatori taiwanesi, ma anche con alcune università italiane e polacche, R3 GIS sta elaborando un progetto per lo sfruttamento dei dati satellitari per la cura e la manutenzione del verde pubblico cittadino. "Presenteremo il progetto nell'ambito del programma LIFE, attraverso il quale l'Unione europea eroga finanziamenti per la salvaguardia dell'ambiente e della natura", annuncia il fondatore di R3 GIS. "L'interesse che il nostro obiettivo ha suscitato in Taiwan, presso un centro di studi universitario che si dedica alla ricerca sul telerilevamento, ci inorgoglisce."

Recentemente, i ricercatori asiatici si sono recati a Merano per discutere del progetto con i partner di R3 GIS ma non solo: Yuein-An Liou e Kim Anh Nguyen, dell'Università taiwanese NCU, hanno incontrato anche l'assessore all'innovazione Diego Zanella. Anche per il Comune di Merano, infatti, potrebbe essere interessante entrare a far parte della partnership.

Fonte: R3 GIS


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kwawk



Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

Leica Viva

Naviga per temi

3D agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi autocad autodesk bacino idrico beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste dati dati geografici desertificazione diga digital geography dissesto idrogeologico droni dune di sabbia energia esa esri esri italia eventi falsi colori faro fiordo FLIR flyr formazione fotogrammetria galileo geodesia geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geospatial GIS GNSS gps hackathon Harris hexagon ict in cantiere infrastrutture ingv INSPIRE interferometria INTERGEO Intergraph internet of things ISPRA lago laser scanner leica lidar MapInfo mappe mare metadati meteorologia misurazione mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio nuvole di punti oceanografia open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra penisola pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile qgis radar Ramsar realta aumentata realtà virtuale regioni remote sensing reti tecnologiche riegl rilievo rilievo 3d rischio rndt salina sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza sinergis SINFI smart city smart mobility smartphone social media spazio stazione totale storytelling supergis technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia trasporti trimble uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility vulcani webGIS
GEOforALL @rivistageomedia

Video del mese

Video TFA

Video intervista del mese

GEOWEB
Digital,Design and Development Fair  27-29 September, 2017   Hamburg Germany
intergeo 2017

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!
captcha 

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo