Harris
3D Target
Amsterdam (Olanda)

ESA - Immagine della settimana: Amsterdam (07 Maggio 2017)

Il satellite Sentinel-2B del programma europeo Copernicus ci porta sopra i territori dell’Olanda occidentale con una vista della capitale Amsterdam, visibile al centro di questa immagine acquisita il 16 marzo scorso (guardala/scaricala in alta risoluzione).

Distribuita su circa 90 isole, Amsterdam possiede più di 100 km di canali. La città si sviluppa a circa 2m sotto il livello del mare: in effetti, circa un terzo della nazione si trova sotto il livello del mare, circostanza che rende il territorio suscettibile di fenomeni alluvionali. Gli innalzamenti del livello del mare durante i periodi di maltempo – fenomeno chiamato ‘onde di tempesta'-  sono tenuti sotto controllo con l’impiego di dighe, argini, paratie anti-alluvionali e dune naturali di sabbia.

Mentre il Mare del Nord è visibile sulla sinistra, l’acqua che appare a destra è parte del lago Markermeer. Un tempo quest’area era costituita da una baia di acqua salata chiamata Zuiderzee, che fu bloccata da una diga costruita negli anni ‘30. La baia venne drenata in fasi successive con un’opera di recupero di territorio, di cui fa parte sul lato destro dell’immagine Flevoland, una delle isole artificiali più grandi al mondo.

Un’altra aggiunta relativamente recente al panorama olandese è il distretto di IJburg,che comprende sei isole artificiali ad est di Amsterdam. I primi abitanti residenziali hanno fatto il loro ingresso nell’area solo 15 aani or sono.

Satelliti come Sentinel-2 possono essere di grande aiuto per il monitoraggio della espansione urbana. Per esempio, nell’angolo in alto a destra possiamo osservare quella che può sembrare la realizzazione di un’isola artificiale, ma questa struttura non appare nelle immagini satellitari di un anno fa.

La meticolosa organizzazione  del paesaggio visibile in gran parte del panorama è interrotta dalle dune costiere sulla sinistra dell’immagine. Queste aree ospitano dozzine di specie di volatili, ma anche cervi, scoiattoli, conigli e volpi. In una di queste aree protetta  sono stati introdotti animali da pascolo, come i bovini delle Highland.

---

Amsterdam    


The Copernicus Sentinel-2B satellite takes us over part of the western Netherlands on 16 March, with the capital city of Amsterdam at the centre of the image.

Divided among some 90 islands, Amsterdam has more than 100 km of canals. The city lies about 2 m below sea level – in fact, around a third of the country lies below sea level, making it susceptible to floods. Rising sea waters during periods of bad weather – called storm surges – are kept under control by dams, dikes, floodgates and natural sand dunes.

While we can see the North Sea on the left, the water on the right is part of the Markermeer lake. This area was once a saltwater bay called the Zuiderzee, but was closed off by a dam in the 1930s. The bay was drained in stages and land reclaimed, including Flevoland on the right side of the image – one of the world’s largest artificial islands.

Another relatively recent addition to the Dutch landscape is the neighbourhood of IJburg comprising six artificial islands east of Amsterdam. The first residents moved in only 15 years ago.

Satellites like Sentinel-2 can help to monitor urban expansion. For example, in the upper-right corner we see what looks like an artificial island being built – but this structure is not present in satellite imagery from a year ago.

The meticulously planned landscape seen in most of the image breaks for the coastal dunes along the left. These areas are home to dozens of bird species, as well as deer, squirrels, rabbits and foxes. In one protected area, grazing animals including Highland cattle were introduced to the area.

(Fonte: ESA - Image of the week: "Amsterdam". Traduzione: Gianluca Pititto)


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kh84d

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche

VidaLaser

Naviga per temi

terremoto energia 3D catasto sar digital geography osservazione della terra flytop GIS FOIF rndt nuvole di punti ambiente rilievo 3d hexagon autodesk misurazione mobile mapping apr mappe planetek geomatica smart mobility GTER Stonex cosmo skymed terra e spazio progettazione internet of things gestione emergenze galileo dati geografici microgeo top meteorologia leica geosystems autocad coste stazione totale esa trasporti pianificazione geologia sentinel scienze della terra smart city territorio cartografia ortofoto utility sensore catasto europeo arcgis INSPIRE rilievo droni uav metadati geospatial big data INTERGEO topcon storytelling aerofotogrammetria asita posizionamento satellitare agricoltura uso del suolo ingv laser scanner tecnologie avanzate remote sensing spazio open geo data mobilita Harris faro interferometria smartphone trimble realtà virtuale mare Toponomastica terrelogiche leica ricevitori scansione 3D drone open source rischio topografia dati tecnologia infrastrutture archeologia Digital Twins 3DTarget cnr fotogrammetria technologyforall webGIS lidar openstreetmap dati geospaziali informazione geografica urbanistica dissesto idrogeologico osservazione dell'universo monitoraggio osservazionedella terra cantiere geodesia asi vidalaser ISPRA telerilevamento ict realta aumentata teorema copernicus slam esri italia esri geolocalizzazione sinergis GNSS protezione civile BIM qgis satelliti in cantiere servizi Epsilon Italia intelligenza artificiale app beni culturali termografia geomax CAD codevintec geoportale oceanografia modellazione 3d formazione open data geofisica sicurezza monitoraggio satelitare gps reti tecnologiche
Planetek ImageryPack
GIS g3w suite Qgis
intergeo

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

internazionalizzazione

mediaGEO ha ricevuto supporto finanziario dalla Regione Lazio per il progetto di Internazionalizzazione relativo al POR - FESR 2014 2020 - clicca qui per i dettagli

geomediaonline

Redazione mediaGEO soc. coop. - Via Palestro 95 00185 Roma - P.I: 11534171001 - Tel. +39 06 64871209 - info@mediageo.it  - Termini di utilizzo - Privacy policy