Mare di Bering (Alaska)

ESA - Immagine della settimana: Mare di Bering (30 Aprile 2017)

Stampa

Nell’immagine che pubblichiamo questa settimana, acquisita il 26 marzo scorso,  il satellite Sentinel-3A del programma europeo Copernicus ci trasporta sul Mare di Bering, a nord della penisola dell’Alaska (guardala/scaricala in alta risoluzione).

La parte superiore dell’immagine è dominata dalla presenza di ghiaccio marino stagionale.  Il ghiaccio gioca un ruolo molto importante nell’ecosistema del mare.

Una crescita di alghe ha luogo sulla parte inferiore del ghiaccio e quando questo si scioglie in primavera lascia al suo posto uno strato di acqua dolce e nutriente in cui le alghe prosperano. A seguire gli organismi più in alto nella catena alimentare  si nutriranno di queste alghe.

Nell’angolo in alto a destra dell’immagine possiamo riconoscere parte del territorio dell’Alaska ricoperto di neve, come pure l’isola di Unimak, che appare simile ad un gigantesco blocco di ghiaccio galleggiante.

Al centro dell’immagine si trovano le isole di Saint Paul e di Saint George, che fanno parte delle Isole Pribilof. Ogni anno nidifica su queste isole una popolazione di uccelli di mare stimata in circa 2 milioni di esemplari.

Le nuvole dall’aspetto vorticoso visibili sul lato destro del paesaggio sono il risultato di un fenomeno meteorologico noto come Vortice di von Kármán. Quando nuvole spostate dai venti  transitano sopra l’isola di Unimak, sul bordo destro dell’immagine, esse scorrono attorno agli alti vulcani formando grandi mulinelli rotanti, che risultano ben visibili osservando bene la ripresa.

Questa immagine è stata catturata dal sensore di Sentinel-3 chiamato ‘Ocean and Land Colour Instrument’, progettato anche per il monitoraggio degli ecosistemi oceanici, per il supporto all’agricoltura e per la gestione dei raccolti, nonchè per fornire stime sulle coperture nuvolose e sugli aerosol atmosferici.


---

Bering Sea

The Copernicus Sentinel-3A satellite brings us over the Bering Sea, north of the Alaska Peninsula, on 26 March.

Seasonal sea ice dominates the upper part of the image. Ice plays an important role in the sea’s ecosystem.

Growing algae attach to the bottom of the ice; when the ice melts in the spring, it leaves behind a layer of nutrient-rich freshwater on which the algae thrive. Organisms higher up the food chain then eat the algae.

In the top-right corner, we can see part of Alaska’s mainland blanketed with snow, as well as Unimak Island appearing like a massive piece of floating ice.

At the centre of the image are the islands of Saint Paul and Saint George – part of the Pribilof Islands. An estimated two million seabirds nest on these islands annually.

The swirling clouds on the right side of the image are the result of a meteorological phenomenon known as a von Kármán vortex street. As wind-driven clouds pass over the Unimak Island on the right edge of the image, they flow around the high volcanoes to form the large spinning eddies that can clearly be seen in the image.

This image was captured by Sentinel-3’s Ocean and Land Colour Instrument, which helps monitor ocean ecosystems, supports crop management and agriculture, and provides estimates of atmospheric aerosol and clouds.

 

(Fonte: ESA - Image of the week: "Bering Sea". Traduzione: Gianluca Pititto)

 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

Vedi anche