NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo 


itarzh-CNenfrdejaptrues
Lunedì, 13 Febbraio 2017 07:16

La carta geologica come supporto alle decisioni: uno strumento per la società

Redazione GEOmedia

La carta geologica rappresenta lo strumento fondamentale per la conoscenza del territorio, delle sue risorse e delle sue fragilità. Una mostra  mostra ha illustrato come venga prodotta una carta geologica, che tipo di informazioni contenga e come possa essere utilizzata per applicazioni pratiche con importanti ricadute sulla vita dei cittadini.

Sono state individuate cinque aree del territorio italiano con diverse caratteristiche e problematiche geologiche. Per ciascuna area viene raccontata la storia del miglioramento delle conoscenze geologiche, attraverso l'evoluzione e l'aggiornamento della cartografia geologica, evidenziando il contributo che tale miglioramento porta, non solo alla comunità scientifica, ma a tutta la società.
Lo scopo della mostra è quello di documentare come la conoscenza geologica sia una materia complessa che richiede la professionalità di geologi specificatamente preparati e come queste informazioni possano aumentare la capacità di corretta gestione del territorio: i costi della conoscenza del territorio hanno dei ricavi molto maggiori della ignoranza delle sue criticità.

LA CARTOGRAFIA GEOLOGICA IN ITALIA - Una storia incompiuta
Il territorio nazionale è interamente coperto da carte geologiche alla scala 1:100.000, prodotte tra la fine del 1800 e il 1976.
Dopo un avvio sperimentale nei primi anni ’70, alla fine degli anni ’80 è stato avviato il progetto CARG, un progetto di cartografia geologica alla scala 1:50.000 che si propone l’obiettivo di aggiornare e dettagliare maggiormente la conoscenza geologica del territorio italiano. Il progetto CARG prevede anche la realizzazione di una banca dati informatizzata, strumento essenziale per l’integrazione dei dati geologici con altre banche dati.
Purtroppo, dopo un inizio promettente, dall’anno 2000 il progetto non è più stato finanziato a livello nazionale. Per questo motivo non è stata completata la copertura del territorio nazionale e solo parte dell’Italia è attualmente dotata di una cartografia geologica dettagliata e aggiornata. Aree del territorio nazionale, come la zona di Amatrice, sono rimaste prive di questo strumento di conoscenza che potrebbe contribuire, in modo significativo, alla tutela del territorio.

UNA MOSTRA PER CAPIRE – Un percorso informativo e esempi di uso della cartografia geologica
La mostra è organizzata in sei diversi temi, ognuno illustrato con tre pannelli che sono scaricabili dal sito della Società Geologica Italiana (socgeol.it)
Indice della mostra:
1A, B, C – La cartografia geologica: cos’è e come si realizza una carta geologica. Il percorso della mostra.
2A, B, C – Geologia della Alpi. Tra Valtellina e Alto Adige. Dalle carte stampate alle banche dati.
3A, B, C – Geologia delle aree pianeggianti. La Pianura Padana. Gli studi sulla liquefazione.
4A, B, C – Geologia dell’Appennino Centrale. La piana del Fucino e L'Aquila. La microzonazione sismica.
5A, B, C – Geologia di arre vulcaniche: il Vesuvio. La pericolosità vulcanica.
6A, B, C – Geologia e interventi antropici: il Golfo di Taranto. La geologia dei fondali marini.

 Clicca qui per scaricare i pannelli della mostra


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kwk3x



Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

Leica Viva

Naviga per temi

3D agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi atmosfera autocad autodesk bacino idrico beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste dati dati geografici diga digital geography dissesto idrogeologico droni emergenze energia esa esri esri italia eventi falsi colori faro FLIR flyr formazione fotogrammetria galileo geodesia geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geospatial ghiacciaio GIS GNSS gps hackathon Harris hexagon ict in cantiere incendio infrastrutture ingv INSPIRE interferometria INTERGEO Intergraph internet of things isola ISPRA lago laser scanner leica lidar mappe mare metadati meteorologia misurazione mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio nuvole di punti oceanografia open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra penisola petrolio pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile qgis radar realta aumentata realtà virtuale regioni remote sensing reti tecnologiche rilievo rilievo 3d rischio rndt salina sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza sinergis SINFI smart city smart mobility smartphone social media spazio stazione totale storytelling supergis technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia trasporti trimble uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility vulcani webGIS
GEOforALL @rivistageomedia

Video del mese

Video TFA

Video intervista del mese

GEOWEB
GeoBusiness 2018

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!
captcha 

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo