itzh-CNenfrdeptrues
La Baia di Musa (Golfo Persico, Iran)

ESA - Immagine della settimana: Iran, la baia di Musa (05 Febbraio 2017)

In questa immagine acquisita il 13 gennaio 2017 dal satellite Sentinel-2A del Programma Copernicus possiamo osservare la Baia iraniana di Musa, nell’estremo settentrionale del Golfo Persico (guardala/scaricala in alta risoluzione).

In corrispondenza dell’area centrale è visibile il porto di Bandar Imam Khomeini, situato presso il terminale della ferrovia Trans-Iraniana – il cui percorso collega il Golfo Persico con Teheran, la capitale dell’Iran.

L’area che appare di colore scuro alle destra del porto è la Baia di Musa, un estuario poco profondo. La estesa struttura geometrica che appare lungo la parte alta si ritiene che sia dovuta a stagni di evaporazione  impiegati per l’estrazione di minerali naturali dal terreno.

La parte a sinistra dell’immagine è dominata dalle paludi e  dalle distese fangose  del rifugio naturale di Shadegan. E’ così chiamata la più vasta area umida dell’Iran, la quale gioca un ruolo molto importante nel sistema ecologico della zona.

Quest’area fornisce un habitat invernale a molte specie di uccelli migratori ed è il sito più importante al mondo  per una rara specie di uccello acquatico: l’anatra marmorizzata. La parte più settentrionale dell’area umida costituisce poi un habitat di acqua dolce vitale per molte specie a rischio di estinsione.

Tutto questo territorio è considerato un’area umida di importanza internazionale dalla Convenzione di Ramsar, un trattato intergovernativo per l’uso sostenibile delle aree umide.

La Giornata Mondiale delle Aree Umide viene osservata ogni anno  il giorno 2 febbraio.

---

Musa Bay, Iran


Iran’s Musa Bay on the northern end of the Persian Gulf is pictured in this image from the Copernicus Sentinel-2A satellite on 13 January 2017.

Near the centre, we can see the port city of Bandar Imam Khomeini, situated at the terminus of the Trans-Iranian Railway – a route that links the Persian Gulf with Iran’s capital, Tehran.

The dark area to the right of the port is Musa Bay, a shallow estuary. The large geometric structures along the top appear to be evaporation ponds for extracting naturally occurring minerals from the ground.

The left side of the image is dominated by the marshes and mudflats of the Shadegan wildlife refuge. It is the largest wetland in Iran, and plays a significant role in the natural ecology of the area.

The area provides a wintering habitat for a wide variety of migratory birds, and is the most important site in the world for a rare species of aquatic bird: the marbled duck. The northern part of the wetland is a vital freshwater habitat for many endangered species.

This area is considered a wetland of international importance by the Ramsar Convention, an intergovernmental treaty for the sustainable use of wetlands.

World Wetlands Day is observed every year on 2 February.

(Fonte: ESA - Image of the week: "Musa Bay, Iran". Traduzione: Gianluca Pititto)


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/khd38

Vedi anche

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps