itzh-CNenfrdeptrues
Harris
3D Target

Il futuro delle Smart City storiche si basa sulle tecnologie dell’infrastruttura geografica

Da pochi anni sono stati avviati molti progetti per l’innovazione tecnologica finalizzati alla realizzazione di Smart City e i primi risultati non dovrebbero tardare ad essere visibili. La ricerca avanza comunque, anche nella tradizionale carenza di fondi, con sforzi congiunti a livello globale che stanno facendo la differenza. 

Basta vedere i risultati di servizi, come quelli dedicati ai trasporti in città, ove la struttura storica ostacola l’intelligenza diffusa, che cominciano ad avanzare e a soppiantare schemi consolidati. MyTaxi, ad esempio, una applicazione originata in Germania ed ora attiva in alcune città italiane, sorprende per la sua facilità d’uso, consentendo di avere sul proprio smartphone in pochi secondi la posizione del più vicino taxi disponibile a venire a prenderci con tanto di indicazione del costo del percorso richiesto, il tempo stimato e anche un breve profilo dell’autista. Non servono neanche i soldi potendo tranquillamente pagare dallo smartphone collegato alle nostre carte di pagamento elettroniche. 

Quanto c’è di ricerca geospatial in questa applicazione? Molto, anzi si potrebbe dire che quasi tutto è basato su principi geospatial, dalla georeferenziazione satellitare alle cartografie trasformate in grafi stradali connesse ai Location Based Services.

La vita nella città storica deve fare i conti con la presenza di Patrimonio Culturale che va custodito e contemporaneamente fruito, sia direttamente che indirettamente attraverso le tecnologie disponibili. Ecco che processi di manutenzione e fruizione si integrano con mobilità, trasporti e infrastrutture, tutti aspetti interconnessi che devono trovare tra loro l’ottimizzazione delle funzioni e delle infrastrutture di base. 

Tra queste l’infrastruttura geografica è la prima a dovere essere unificata omogeneizzata, arricchita e messa a disposizione apertamente formando la base per la gestione di tutte le altre applicazioni. Le tecnologie quali quelle dell’Internet of Things, l’Intelligenza Artificiale, la Realtà Aumentata e Virtuale, i sensori e le tecnologie per la prospezione del sottosuoloIo, si poggeranno così su un riferimento geografico universale di precisione che consenta la realizzazione di accurati interventi anche nel sottosuolo, resi difficili nelle città storiche dalla presenza del substrato archeologico. 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/k4uuw

Vedi anche

Getac palmari e pc fully ragged blindati
ProfiloColore
microgeo

Naviga per temi

Toponomastica Stonex FOIF stazione totale coste cartografia Here geologia telerilevamento pianificazione flytop geoportale CAD INSPIRE big data dati geografici tecnologia laser scanner meteorologia esri italia beni culturali open source GTER sensore digital geography tecnologie avanzate ambiente terrelogiche geomax intelligenza artificiale formazione terra e spazio GIS agricoltura autonomous vehicle Bentley openstreetmap satelliti droni realta aumentata fotogrammetria oceanografia terremoto terremoti geolocalizzazione autocad modellazione 3d open data lidar geofisica rilievo 3d scansione 3D INTERGEO leica osservazione dell'universo energia scienze della terra utility 3D remote sensing topcon archeologia ingv OGC autodesk smartphone rndt qgis reti tecnologiche cnr metadati leica geosystems asi topografia trasporti mappe osservazione della terra posizionamento satellitare open geo data microgeo infrastrutture catasto europeo codevintec realtà virtuale progettazione galileo dati spazio sicurezza geomatica monitoraggio satelitare top world aerofotogrammetria trimble uav storytelling rischio rilievo catasto esri Harris arcgis mobilita apr app webGIS sar infrastrutture innovative geospatial hexagon monitoraggio Epsilon Italia smart mobility interferometria SIFET termografia dissesto idrogeologico uso del suolo in cantiere ortofoto copernicus nuvole di punti territorio ict protezione civile asita eGEOS geodesia faro cantiere servizi mare internet of things ISPRA ricevitori BIM esa planetek gps urbanistica GNSS sentinel cosmo skymed sinergis technologyforall mobile mapping top teorema smart city misurazione
VidaLaser
Planetek ImageryPack
intergeo

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps