itzh-CNenfrdeptrues
Hexagon GSP
Harris
3D Target
La più grande isola dell'arcipelago della Hawaii (USA)

ESA - Immagine della settimana: La grande Isola delle Hawaii (22 Gennaio 2017)

Nell’immagine satellitare che pubblichiamo questa settimana osserviamo il panorama vulcanico dell’isola più grande dell’arcipelago delle Hawaii, ripresa da Sentinel-2A  (guardala/scaricala in alta risoluzione).

Geograficamente posizionate al centro dell’Oceano Pacifico, le isole, gli isolotti e gli atolli delle Hawaii hanno avuto la loro origine dal magma fuoriuscito da una apertura del mantello terrestre verificatasi a seguito dello spostamento della placca tettonica del Pacifico verso nord-ovest, fuoriuscita che ha creato una sequenza di formazioni rocciose.

L’isola mostrata nell’immagine è vulcanicamente attiva ed è quella collocata più a sud-est, per questo la più giovane della catena. Possiamo osservare con chiarezza il vulcano di Mauna Loa, in alto a sinistra, con i residui scuri delle colate di lava visibili lungo i suoi dolci pendii. L’altro vulcano attivo, il Kilauea, appare fumante e può essere individuato nei pressi del centro dell’immagine. Entrambe i vulcani attivi si trovano all’interno del Parco Nazionale dei Vulcani delle Hawaii.

Attraversando l’immagine si notano le colate di lava di colore marrone e nero – le più scure sono di età più recente- che si alternano con foreste  e territori verdeggianti. Le nuvole in questa regione ad elevata piovosità sono originate dagli alisei che spirano da nord-est e che vengono bloccati dalle montagne al centro dell’oceano, dando luogo a frequenti elevate precipitazioni.

Al centro ed a destra dell’immagine, lungo la costa, possiamo osservare un pennacchio di vapore  nel punto in cui la lava si riversa nell’oceano. La lava filtra da una fessura in un lago di lava circostante e si fa strada verso l’oceano. In quei paraggi possiamo anche osservare l’interruzione della strada tagliata dal flusso di lava.

L’immagine è stata catturata dal satellite Sentinel-2A del Programma Copernicus il 27 ottobre 2016.

La missione Sentinel-2 è costituita da due satelliti. Sentinel-2A è  in orbita dal 2015, mentre il suo gemello – Sentinel-2B- è pronto per il lancio previsto la notte a cavallo tra 6/7 marzo prossimi. Una volta assieme i due satelliti transiteranno ogni cinque giorni sullo stesso punto dell’equatore terrestre e con frequenza ancora maggiore su punti a più elevate latitudini.

---

Big Island, Hawaii


The volcanic landscape of the largest island in the Hawaiian archipelago is pictured in this Sentinel-2A satellite image.

Located in the central Pacific Ocean, the islands, atolls and islets of Hawaii developed from a hotspot in Earth’s mantle that leaked magma as the Pacific tectonic plate moved northwest, creating a trail of exposed rock.

The island pictured here is the southeastern-most island – and therefore youngest of the chain – and is volcanically active. We can clearly see the Mauna Loa volcano in the upper left with the darker remnants of lava flows down its gentle slopes. The other active volcano, Kilauea, can be seen smoking near the centre of the image. Both active volcanos sit within the Hawaii Volcanoes National Park.

Throughout the image, the brown and black lava flows – the darker being younger – are interspersed with green forests and fields. The clouds in this very high-rainfall area are formed by trade winds from the northeast being blocked by the mountains in the middle of the ocean, which also leads to frequent heavy rainfall.

On the centre-right side of the image along the coast, we can see a plume of steam where lava flows into the ocean. The lava is seeping out of a fissure in a nearby lava lake and making its way into the ocean.  Nearby, we can also see the discontinuation of a road, cut off by a lava flow.

This image was captured by the Copernicus Sentinel-2A satellite on 27 October 2016.

The Sentinel-2 mission comprises two satellites. Sentinel-2A has been in orbit since 2015; its twin, Sentinel-2B, is set for launch during the night of 6/7 March. Together, the satellites will revisit the same spot over the equator every five days, and even more often at higher latitudes.

(Fonte: ESA - Image of the week: "Big Island, Hawaii". Traduzione: Gianluca Pititto)

 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/khd89

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche

Reach RS2

Naviga per temi

tecnologia asi top world FOIF energia mare terremoti apr monitoraggio satelitare copernicus faro intelligenza artificiale geoportale galileo rilievo 3d BIM ambiente numerazione civica modellazione 3d Bentley app stazione totale smartphone autodesk protezione civile realta aumentata terrelogiche qgis spazio uso del suolo satelliti infrastrutture arcgis esri italia Stonex webGIS ingv rndt scienze della terra 3DTarget eGEOS teorema meteorologia GIS open source mappe rischio Harris cantiere flytop terra e spazio leica osservazione della terra cosmo skymed autocad aerofotogrammetria urbanistica drone telerilevamento pianificazione geomax asita osservazione dell'universo planetek openstreetmap topcon sensore dati geografici smart mobility geomatica oceanografia terremoto internet of things tecnologie avanzate laser scanner remote sensing coste uav codevintec CAD INSPIRE geolocalizzazione sentinel reti tecnologiche monitoraggio lidar gps ortofoto leica geosystems geofisica servizi scansione 3D geospatial trasporti fotogrammetria realtà virtuale gestione emergenze catasto europeo GTER digital geography autonomous vehicle INTERGEO trimble utility open data smart city sar formazione hexagon dati rilievo top esa beni culturali storytelling metadati archeologia technologyforall geodesia esri geologia in cantiere Toponomastica droni cartografia dissesto idrogeologico agricoltura GNSS big data microgeo ISPRA interferometria catasto open geo data progettazione topografia mobilita mobile mapping cnr 3D posizionamento satellitare sicurezza termografia nuvole di punti sinergis territorio misurazione Here ict ricevitori
VidaLaser
intergeo

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

internazionalizzazione

mediaGEO ha ricevuto supporto finanziario dalla Regione Lazio per il progetto di Internazionalizzazione relativo al POR - FESR 2014 2020 - clicca qui per i dettagli

geomediaonline

Redazione mediaGEO soc. coop. - Via Palestro 95 00185 Roma - P.I: 11534171001 - Tel. +39 06 64871209 - info@mediageo.it  - Termini di utilizzo - Privacy policy