NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo 


itarzh-CNenfrdejaptrues
Mercoledì, 21 Dicembre 2016 09:41

Open data satellitari per la salvaguardia delle acque costiere e la valorizzazione del mare

Redazione GEOmedia

Disponibili per il download dallo Scientific Data Hub dell’Agenzia Spaziale Europea tutti i dati delle missioni Sentinel, che possono essere scaricati ed utilizzati liberamente. Una straordinaria risorsa informativa per aiutare l’Italia ad attuare con successo le politiche europee di salvaguardia delle aree costiere e contribuire alla crescita economica del Paese.


Il monitoraggio della qualità delle acque costiere è un tema estremamente importante per le attività umane, per le ricadute di tipo economico e sociale, e per l'impatto sull'ecosistema marino. L'Unione Europea ha emanato la direttiva quadro sulle Acque (Water Framework Directive - WFD) e la direttiva quadro sulla Strategia Marina (Marine Strategy Framework Directive - MSFD) per favorire la corretta gestione e il monitoraggio delle acque costiere e del vicino mare aperto. Nella maggior parte dei casi gli Stati membri hanno attuato tali direttive, nelle rispettive legislazioni nazionali, identificando un istituto centrale per il coordinamento e la comunicazione con l’UE, ed assegnando il monitoraggio alle autorità ambientali / agenzie locali.

Anche l'Italia si è organizzata in questo modo, affidando la misura dei parametri di qualità delle acque alle autorità regionali (ARPA), che svolgono regolari campagne di campionamento ed analisi in mare, e sono coordinate a livello nazionale da un istituto centrale (ISPRA) nominato dal Ministero dell'Ambiente. Le attività di rilievo di dati in mare e di analisi dei dati sono tuttavia costose, e la frequenza e l'estensione delle aree coperte dalle campagne a mare sono limitate. Un mezzo per integrare la disponibilità di dati è rappresentata oggi dallo sfruttamento della missione satellitare Sentinel-3 dell’Agenzia Spaziale Europea.

Avviata nell’ambito del programma europeo per il monitoraggio ambientale Copernicus, Sentinel-3 fa parte delle Sentinelle, la famiglia di missioni satellitari che dalla fine del 2014 ha iniziato a rendere disponibili gratuitamente immagini su tutto il globo terrestre, con licenze d’uso open.

Con una risoluzione spaziale che arriva fino a 300 metri per pixel, e quattro strumenti per il telerilevamento che lavorano in maniera sinergica, Sentinel-3 è probabilmente la più complessa di tutte le missioni Sentinel. Le informazioni fornite da questo satellite permettono di misurare la temperatura ed il colore del mare, la presenza di alghe e di clorofilla, controllare il livello di inquinamento e come l’insieme di questi elementi varia nel tempo. I sensori a bordo del satellite permettono di misurare persino l’altezza della superficie del mare, e controllare lo spessore dei ghiacci marini.

Inoltre uno specifico strumento è dotato due canali dedicati per le acquisizioni di immagini nell’infrarosso termico, che sono ottimizzati per l’individuazione degli incendi e la misurazione della loro entità. Informazioni estremamente importanti a supporto dei servizi europei per la gestione delle emergenze.

Disponibili per il download dallo Scientific Data Hub dell’Agenzia Spaziale Europea, tutti i dati delle missioni Sentinel possono essere scaricati ed utilizzati liberamente: è sufficiente registrarsi online e l’autenticazione garantisce l’accesso alle funzioni di ricerca e download gratuito dei diversi prodotti Sentinel, nel rispetto delle condizioni di licenza d’uso dei dati stessi.

Se sfruttate adeguatamente, le competenze dell’industria nazionale nell’utilizzo operativo di questi dati ed il contributo che la comunità scientifica potrà offrire contando su una così straordinaria risorsa informativa, potranno aiutare l’Italia ad attuare con successo le politiche europee di salvaguardia delle aree costiere e contribuire alla crescita economica del Paese, grazie alle opportunità derivanti dalla più efficace gestione dell’industria ittica, della biodiversità, delle risorse idriche, per la tutela della salute pubblica, la produzione di cibo ed in generale per la nostra sicurezza.

(Fonte: Planetek Italia)


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kwpw6


Master GEO_GST
Trimble Italia
Trimble Italia
Dronitaly
Dronitaly

ESA - Immagine della settimana

Leica 3D Conference Roma
Master GEO_GST

Naviga per temi

3D aerofotogrammetria agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi autocad autodesk beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste dati dati geografici digital geography dissesto idrogeologico droni eGEOS emergenze energia esa esri esri italia eventi falsi colori faro FLIR flyr formazione fotogrammetria galileo geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geoportale geospatial ghiacciaio GIS GNSS gps Harris hexagon ict in cantiere infrastrutture ingv INSPIRE interferometria INTERGEO internet of things ISPRA landsat laser scanner leica lidar MapInfo mappe mare metadati meteorologia misurazione mixed reality mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio multispettrale nuvole di punti oceanografia OGC open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile Ramsar realta aumentata realtà virtuale remote sensing reti tecnologiche riegl rilievo rilievo 3d rischio rndt sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza sinergis SINFI slam smart city smart mobility smartphone social media spazio stazione totale storytelling technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia Toponomastica trasporti trimble true color uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility webGIS
GEOforALL @rivistageomedia

Video del mese

Technology for All 2017 - Workshop in campo

Video clip TFA2017

GeoBusiness 2018

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!
captcha 

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

Ultimi commenti

  • Il pazzesco geoportale della Svizzera

    Stefano Campus 16.02.2018 10:10
    RE: -
    @andrea, puoi spiegare meglio?
     
  • Il Catasto in tasca

    Fintocubano 14.02.2018 09:40
    RE: Project Manager
    Grazie, non sapevo dell'esistenza di questo servizio del MIBACT! Ho provato a cliccare su ''Aggiungi ...

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo