Thales Alenia Space si aggiudica dalla Commissione Europea contratti per 180 milioni a supporto di ESA e GSA

Stampa

Thales Alenia Space, joint venture tra Thales 67% e Leonardo-Finmeccanica 33%, ha annunciato oggi di aver firmato due contratti, uno con l’Agenzia Spaziale Europa (ESA) e uno con l’Agenzia Europea GNSS (GSA) rispettivamente per le attività ingegneristiche per lo sviluppo del Sistema Galileo e per lo sviluppo e validazione dei Servizi della fase Operativa di Galileo (Exploitation Phase).

I contratti siglati in data odierna fanno seguito alla decisone della Commissione Europea di affidare a Thales Alenia Space le attività di Ingegneria di Sistema del Programma Galileo.

Il valore complessivo di entrambi i contratti è di 180 Milioni di euro e sono relativi alle attività per il periodo dal 2017 al 2020.

Il contratto per l’Ingegneria di Sistema per la fase Operativa è uno dei contratti attraverso i quali l’infrastruttura di Galileo sarà definita per renderlo pienamente operativo alla fine del 2020 e per fornire il Servizio Iniziale già dal 2017. Con questo contratto Thales Alenia Space, completerà tutto il Sistema di Progettazione, il Sistema di Sicurezza, di Integrazione, di Verifica e Validazione in Orbita in supporto ad ESA ad al tempo stesso supporterà la GSA nella validazione e fornitura del servizio iniziale a partire dal 2017.

"L’assegnazione del contratto, in seguito ad un processo competitivo in continuità con quello già vinto nel 2009, ribadisce la “leadership” di Thales Alenia Space nella Progettazione e Integrazione di "Sistema di Sistemi" , già messa in luce nella fase FOC di Galileo – ha dichiarato Donato Amoroso, Amministratore Delegato di Thales Alenia Space Italia – una fase tutt’ora in corso, che mira a validare e qualificare il Sistema Europeo di Navigazione per la fase iniziale dei servizi”.

Nella fase FOC Thales Alenia Space è anche responsabile della progettazione e sviluppo del Segmento di terra della missione e della produzione di alcune sue parti significative ( ricevitori di monitoria e generazione del tempo e di parti significative del Segmento Spaziale (antenne e generazione del segnale di bordo ) che vengono prodotte ed integrate negli stabilimenti di Roma, Milano e L’Aquila”.

Thales Alenia Space è partner di Galileo fin dall’inizio, ha eseguito anche l’ assemblaggio, integrazione e test dei 4 satelliti IOV (In Orbit Validation) presso il sito di Roma.

(Fonte: ESA)


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche