NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo 


itarzh-CNenfrdejaptrues
Giovedì, 01 Dicembre 2016 10:55

Il nuovo portale "open data" del Comune di Genova

Renzo Carlucci

Titola così oggi l’Ansa con una notizia relativa al rinnovato aspetto del Portale Open Data del Comune di Genova. Non so quanti di noi abbiano confidenza con il tema degli Open Data, io anche ammetto di essere un neofita poco informato di come stanno andando le cose su questo tema. Però ho avuto più volte l’esigenza, direi quasi “morale”, di auspicare che vengano messi a disposizione della comunità i dati realizzati dalla Pubbliche Amministrazioni con i contributi di tutti i cittadini. 

Un esempio di mancata trasformazione in open data, di cui ho sempre parlato, è la grande banca dati dei monumenti italiani sottoposti a Vincolo del MIBACT che insieme a quelli presenti sulle guide rosse del TCI, opportunamente georiferiti, hanno costituito il patrimonio di beni culturali del geodatabase del Sistema Informativo Territoriale della Carta del Rischio del Patrimonio Culturale, disponibile solo parzialmente e solo in visualizzazione sui siti cartadelrischio.it e vincolinrete.it per i cittadini.

Ma torniamo al portale Open Data del Comune di Genova, che trova spazio ed elogio nella notizia dell’Ansa. 
Io non sono riuscito a trovare le innovazioni decantate e descritte così positivamente. I set di dati sono veramente pochi ed elementari, non troviamo neanche una base cartografica della nostra epoca, ma solo catasti storici ed infine anche nella visualizzazione si parla solo di formati ma non si mostrano su una interfaccia geografica. Considerato che tutti i dati sono comunque relazionati al territorio, una minima interfaccia geografica sarebbe stata necessaria. Sono molti anni che le tecnologie dei sistemi informativi geografici vengono messe a punto per poter essere oggi operative con estrema facilità. Lo stesso cittadino qualunque ormai è stato abituato a vedere tutto sulla mappa (di Google purtroppo) e cercare quello che esiste intorno a se.

Non voglio promuovere raffronti ma basta cercare su Google i portali open data comunali per imbattersi in altri esempi come quello del Comune di Reggio Emilia (http://opendata.comune.re.it):

 

Dataset Opendata Comune di Reggio Emilia

 

 

alcuni aprono la loro home page direttamente nell’interfaccia geografica come quella del Comune di Pisa (http://opendata.comune.pisa.it):

 

Comune Pisa Open Data

 

Forse il messaggio che ci ha voluto dare questo portale è il fatto che in Open Data si possono distribuire solo dati statici, consolidati dal tempo, che non abbiano bisogno di continui aggiornamenti, come la cartografia, visto quanto cambia il territorio. Per la cartografia la vera via sono i linked open data, ... se fossero disponibili anche per la cartografie tecniche.

Fonti: 
http://www.ansa.it/pressrelease/liguria/2016/11/30/il-nuovo-portale-open-data-del-comune-di-genova_21c5ab0b-69ad-40ac-a1c9-5f1c4e9917dd.html
http://dati.comune.genova.it

 

 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/k9cyq



Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

Leica 3D Conference Roma

Naviga per temi

3D agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi atmosfera autocad autodesk bacino idrico Barriera corallina beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste dati dati geografici desertificazione diga digital geography dissesto idrogeologico droni emergenze energia esa esri esri italia eventi falsi colori faro fiume flyr formazione fotogrammetria galileo geodesia geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geospatial ghiacciaio GIS GNSS gps hackathon Harris hexagon ict in cantiere incendio infrastrutture ingv INSPIRE interferometria INTERGEO Intergraph internet of things ISPRA lago laser scanner leica lidar mappe mare metadati meteorologia misurazione mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio nuvole di punti oceanografia open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra penisola pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile qgis radar realta aumentata realtà virtuale regioni remote sensing reti tecnologiche rilievo rilievo 3d rischio rndt salina sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza sinergis SINFI smart city smart mobility smartphone social media spazio stazione totale storytelling supergis technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia trasporti trimble uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility vulcani webGIS
GEOforALL @rivistageomedia

Video del mese

Video TFA

Video intervista del mese

GEOWEB
GeoBusiness 2018

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!
captcha 

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo